Luglio 31, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

L’allentamento delle restrizioni governative nel Regno Unito potrebbe andare in entrambe le direzioni

Lunedì 19 luglio 19 è uno dei primi tour di una torre dei guardiani yemeniti nella Torre di Londra in 16 mesi da quando sono state revocate le restrizioni legali finali del virus corona.

Victoria Jones – PA Pictures | PA Immagini | Getty Images

Le critiche al primo ministro Boris Johnson e al suo governo sulla decisione di questa settimana di deregolamentare il governo 19 nel Regno Unito stanno aumentando e il mondo sta ora guardando per vedere quale direzione prenderà la crisi sanitaria del paese.

Da lunedì non ci saranno più restrizioni sulla raccolta al coperto, il che significa che le discoteche potrebbero riaprire e bar e pub non dovranno più servire solo al tavolo.

Inoltre, la regola della distanza sociale di 1 metro è stata rimossa e le maschere sono diventate in gran parte volontarie, sebbene alcune compagnie aeree e compagnie di trasporto affermino di mantenere i requisiti per l’uso della maschera.

Mentre arriva in mezzo a un’ondata di epidemie governative causate dalla variazione del delta, la protesta dei fan del governo il giorno prima chiamato “Giorno dell’indipendenza” è stata attenuata. Il governo ha avvertito che le persone dovrebbero sentirsi responsabili quando si tratta di libertà appena ripristinate.

Le restrizioni sono state revocate dal 21 giugno per consentire l’esecuzione di ulteriori vaccinazioni durante lo scoppio della malattia.

Mentre negli ultimi sette giorni sono stati segnalati 316.691 casi, il numero di casi nel Regno Unito è più alto, con un aumento del 43% rispetto ai sette giorni precedenti. Negli ultimi sette giorni sono state ricoverate in ospedale 4.313 persone. I dati del governo mostrano. Negli ultimi sette giorni sono morte 283 persone.

READ  Quattro iraniani accusati di aver complottato per rapire uno scrittore di Brooklyn

La deregolamentazione ha attirato le critiche di molti professionisti medici e politici dell’opposizione, che affermano che i ricoveri ospedalieri e i decessi sono attualmente relativamente bassi, ma potrebbero aumentare notevolmente se i casi aumentano ulteriormente.

Il “Big Bang” è il gioco d’azzardo?

Ed Davey, leader dei Liberal Democratici nel Regno Unito, è stato uno dei critici della mossa “gioco d’azzardo” del governo conservatore.

“Vogliamo riprenderci le nostre libertà, ovviamente vogliamo tutti riprenderci, ma dobbiamo essere prudenti. Sono particolarmente preoccupato per le persone che sono vulnerabili dal punto di vista medico. … perché non si sentono al sicuro sui mezzi pubblici , “Egli ha detto.

“Quindi, proprio come le persone vogliono divertirsi, questo è l’equilibrio tra la libertà delle persone di andare in discoteca. Stai derubando gli altri della loro libertà. Ho paura di questo big bang.

David Miles, professore di economia finanziaria all’Imperial College ed ex membro del comitato di politica monetaria della Banca d’Inghilterra, ha dichiarato alla CNBC che la situazione potrebbe ora andare in entrambi i modi.

“Tutto ora dipende da come sta andando l’epidemia in tutto il paese. Puoi immaginare diversi scenari. In un ottimismo, i tassi di infezione sono molto alti, salendo di livello, e poi iniziamo a regredire col passare del tempo. Nel quarto trimestre, i contagi stanno diminuendo drasticamente… c’è un aumento della fiducia, A nostra disposizione [a] Rimbalzo economico molto forte. “

“Semplicemente ci è venuto in mente allora Il governo dirà assolutamente ragione “, ha detto.

Ma, dall’altra parte dello spettro, Miles ha osservato: “Il numero delle vittime sta salendo a 100.000 al giorno e i ricoveri ospedalieri stanno iniziando ad aumentare, stanno già aumentando, e il tasso di mortalità sta iniziando ad aumentare, e quelle persone stanno molto nervoso dietro… Siamo tornati in una situazione molto difficile a fine anno. Stiamo arrivando, la ripresa economica sta andando sottosopra”.

Miles ha detto che non sapeva quale fosse la situazione migliore. “Penso che sia molto difficile per il governo sapere qual è la giusta strategia qui”, ha detto.

Una giornata emozionante per gli altri

Mentre gli esperti sono preoccupati per la rimozione delle restrizioni, l’allentamento delle regole per molti sospiri di sollievo dopo mesi di lockdown, incertezza sul lavoro e in molti casi solitudine. I fautori della deregolamentazione indicano una serie di effetti dannosi, dall’impatto sull’economia e sui mezzi di sussistenza alla salute mentale.

Il governo spera che la revoca delle restrizioni in estate riduca anche l’onere per il servizio sanitario nazionale quando arriverà l’inverno. Johnson ha recentemente ribadito il mantra “se non ora, poi quando”, esortando il pubblico a imparare a convivere con il virus, nel tentativo di rimuovere le restrizioni.

Le aziende più colpite dai blocchi apprezzerebbero la revoca delle restrizioni nella speranza che i binari aumentino.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan, membro del partito laburista all’opposizione e un frequente critico delle azioni del governo durante le epidemie, ha affermato che lunedì è stata una giornata “emozionante” per le imprese londinesi.

“Oggi è emozionante perché negli ultimi 16 mesi molte delle restrizioni che dobbiamo affrontare sono state allentate, il che non è molto importante perché molte delle nostre attività – in particolare l’ospitalità, la cultura, la vendita al dettaglio e l’economia notturna – hanno davvero faticato a affidarsi al calcio”.

“Ma quello che stiamo dicendo ai londinesi ea coloro che vengono a Londra è ‘Per favore, state attenti.’ Ad esempio, se non riesci a mantenere le distanze sociali in casa, pensa a indossare una mascherina e segui regole semplici come una buona igiene”.

Khan ha osservato che a Londra sono stati somministrati più di 9,9 milioni di vaccini e che più di tre quarti delle persone di età superiore ai 40 anni sono stati vaccinati due volte con i giovani.

Nel Regno Unito, l’87,9% degli adulti ha ricevuto la prima dose di un vaccino e il 68,3% ha ricevuto entrambe le dosi. Avere entrambe le dosi di un vaccino riduce notevolmente il rischio di infezione con il virus corona e il ricovero in ospedale.