Settembre 23, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

A causa della Brexit e della pandemia, i pub britannici sono a corto di birra

È il risultato sia della pandemia, che ha portato ad un aumento della migrazione dei lavoratori stranieri, sia dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea (Immagine: Reuters)

Il Catena di pub britannica JD Wetherspoon Questo mercoledì ha annunciato di essere affetta da Problemi di carenza causati da L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea epidemia di coronavirusIl che ha portato all’interruzione dell’offerta di ristoranti e supermercati.

I problemi Ristorazione Hanno messo un pesante fardello per le aziende britanniche per diversi mesi. Sono il risultato di entrambi pandemia, che ha aumentato l’esodo di lavoratori stranieri, come L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, che – che Complica l’ingresso nel Regno Unito di lavoratori dell’Unione europea, come i camionisti dell’Europa orientale.

“Stiamo riscontrando problemi di visualizzazione” e Birre Carling e Coors “Non disponibile in alcuni bar”, deferita all’Agenzia Agenzia di stampa Francia Eddie Gershon, un portavoce di Witherspoon Una delle più grandi catene di pub britanniche.

“Noi ci crediamo La maggior parte dei bar sono completamente pieni, ma ad alcuni potrebbero mancare alcuni marchi, in attesa del loro arrivo nei prossimi giorniSpiegazione del portavoce del gruppo.

La catena di pub britannica JD Wetherspoon ha annunciato mercoledì di essere colpita dai problemi di carenza causati dalla Brexit (Immagine: Reuters)
La catena di pub britannica JD Wetherspoon ha annunciato mercoledì di essere colpita dai problemi di carenza causati dalla Brexit (Immagine: Reuters)

Molson Coors, l’azienda che produce questi due tipi di birra, di cui Una “mancanza di camionisti” ha afflitto l’azienda “come tante” nel settore della ristorazione e dei bar, aggiungendo che il gruppo sta “lavorando senza sosta” per risolvere il problema.

Segin Witherspoon, La mobilitazione sociale degli autisti che lavorano per conto di Heineken, il suo più grande fornitore, ha avuto ripercussioni anche sulle consegne del birrificio olandese.

READ  La dose di richiamo protegge al 100% da una grave infezione da COVID - El Financiero

di recente, Anche altre catene come McDonalds – ai cui clienti sono stati negati succhi o bibite – o KFC, che ha dovuto eliminare alcuni piatti dal proprio menu, sono state colpite da problemi di approvvigionamento.

I problemi di approvvigionamento pesano da mesi sulle aziende britanniche (Immagine: Reuters)
I problemi di approvvigionamento pesano da mesi sulle aziende britanniche (Immagine: Reuters)

La catena di ristoranti di Nando ha dovuto chiudere circa 50 negozi ad agosto a causa della carenza di pollo, Ciò è attribuito alla mancanza di occupazione nelle aziende fornitrici.

Tra i supermercati, la catena islandese e la sua rivale Co-Op Si lamentano anche che i prodotti sono esauriti.

nell’industria, Le fabbriche automobilistiche sono state costrette a fermare la produzione a causa della carenza di componenti, che ha portato a un calo delle vendite del 30% a luglio e alla produzione che è scesa al livello più basso dagli anni ’50.

Colpite anche le piccole e medie impreseSoprattutto nel settore edile, dove alcuni sono a corto di materiali o di manodopera.

“Pensiamo che la maggior parte dei bar siano completamente pieni, ma ad alcuni potrebbero mancare alcuni marchi, in attesa di arrivare nei prossimi giorni” (Immagine: Reuters)

CBI, la principale organizzazione dei datori di lavoro del Regno Unito, afferma che Le scorte dei rivenditori sono al livello più basso in quasi 40 anni.

esodo di lavoratori stranieri

Le aziende britanniche soffrono da mesi di problemi di approvvigionamento e le stanno minacciando Onere per il rilancio economico dopo la pandemia.

La Brexit ne è uno dei principali responsabili, rendendo difficile l’ingresso nel Regno Unito per i lavoratori dell’Unione europea. queste Costituiscono la maggior parte della forza lavoro logistica, poiché i britannici evitano il commercio con orari lunghi e stipendi poco attraenti.

READ  Il dollaro oggi: il prezzo del dollaro in Messico oggi, venerdì 27 agosto 2021, il tasso di cambio

per questa parte, Il COVID-19 ha portato ad un aumento della migrazione di lavoratori stranieri, Mentre molti di coloro che soffrono di disoccupazione tecnica o licenziati cercano lavoro in altri settori.

La Brexit sta rendendo più difficile l'ingresso nel Regno Unito per i lavoratori dell'Unione europea (Foto: EPA)
La Brexit sta rendendo più difficile l’ingresso nel Regno Unito per i lavoratori dell’Unione europea (Foto: EPA)

Jonathan Portes, professore al King’s College di Londra, sottolinea che gli shock associati al coronavirus si stanno osservando “in tutta Europa”, ma che Nel Regno Unito la situazione è stata aggravata dall'”effetto Brexit”, Perché molti lavoratori Ue “non lo sono più e potrebbero non volerlo”.

“Anche il sistema di immigrazione post Brexit potrebbe cambiare i modelli occupazionali” Aggiunge.

La British Retail Federation mette in guardia su questo La situazione rischia di peggiorare da ottobre, Quando il Regno Unito metterà in atto i nuovi controlli post Brexit sui prodotti di origine animale importati dall’UE.

“Le forniture di Natale sono già in arrivo e molte aziende faticano a trovare posto sulle barche” Soprattutto quelli provenienti dalla Cina, che è ancora la principale via di consegna per i manufatti, osserva Jonathan OwensUn esperto dell’Università di Salford.

(Con informazioni da AFP)

Continuare a leggere: