Ottobre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

All’asta in Italia 17 reperti archeologici messicani; L’ambasciata ne condanna la vendita

L’ambasciata messicana in Italia non ha accettato la vendita dei pezzi archeologici all’asta del sito di vendita Gaza Bertolami Fine Arts di Roma, Italia.

Secondo l’INAH, ci sono 17 frammenti del patrimonio archeologico del Messico “, ha detto l’ambasciata sul suo account Twitter.

Con questo in mente, l’ambasciata messicana ha espresso la sua sorpresa e indignazione per la vendita di antichità messicane alle autorità italiane, sia culturalmente che legalmente.

Questo tipo di aste e vendite sta danneggiando il patrimonio culturale e storico del Messico e dell’umanità “, ha affermato.

Ha sottolineato che i pezzi sono presi fuori contesto e trasportati come oggetti decorativi, mettendo da parte tutto il loro valore storico e culturale.

Per quanto riguarda la legittimità dell’asta, la legge messicana ha vietato agli oggetti di lasciare il paese dal 1934.

In assenza di certificati di esportazione, questi si intendono pezzi rubati e sottratti illegalmente al Messico.

A causa di quanto sopra, l’ambasciata ha espresso la sua sorpresa e ferma opposizione, e avverte i potenziali acquirenti che questi sono dall’aspetto ispanico o contraffatti in pezzi di recente fabbricazione.

jcs

READ  Porsche apre in Italia il più grande "Experience Center" del mondo