Settembre 22, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Alsea, Bimbo, Chedraui e Bachoco ‘invadono’ il mondo… Il Messico non è più il loro mercato principale – El Financiero

Sono nati in Messico, ma per Elsie, Bimbo Shidroi e Pachuko Lo stato ha cessato di essere la loro principale fonte di reddito negli ultimi dieci anni.

In un’esercitazione condotta da El Financiero, nel primo semestre del 2021, Alsea, Bimbo, Chedraui, Bachoco, Herdez, Genomma Lab e Gruma hanno venduto poco più di 168.253 milioni di pesos, di cui in media il 55 per cento erano entrate nazionali.

Alsea usa “Vecchio Continente”

Operatore di ristorazione, Alsea, dieci anni fa In Messico si concentra il 76,7 per cento del suo redditoNel primo trimestre del 2021, tuttavia, il tasso di partecipazione è stato solo del 49,6 percento.


La regione che contribuisce maggiormente al reddito dell’azienda è Europa Dal 2014 quando ha acquisito il Grupo Zena, a cui è entrata a far parte nel 2018 Gruppo VIP in Spagna, e nel 2019 si è deciso di essere uno sviluppatore di Starbucks nei Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo.

ha affermato Marisol Huerta, analista di VPower Plus.

attualmente È presente in 11 paesi in cui opera 4.204 filialie il 51,6% in Messico, il 33% in Europa e il 15,4% in America Latina.

Entro il 2022, la società guidata da Alberto Torrado concentrerà gli investimenti per aprire più filiali in Europa con Starbucks e Domino’s Pizza in America Latina, ha detto il direttore Rafael Contreras in una conferenza con gli analisti.


Bimbo sforna già senza glutine

Per la panetteria Osito Bimbo, la quota del reddito del Messico è crollata, passando dal 50,4 percento al 33,2 percento del suo reddito totale nell’ultimo decennio e lasciata indietro acquistando attività all’estero.

READ  Il CEO di Amazon offre 55.000 posti di lavoro nel suo primo importante piano di assunzione

Negli ultimi cinque anni, L’azienda ha raggiunto la Cina con Mankattan, l’Africa con Adghal e l’India con Ready Roti, Solo nell’ultimo semestre, ho acquisito l’operatore di biscotti senza glutine Emmy’s Organics negli Stati Uniti e ho completato l’acquisto della fabbrica Cerealto Siro Foods a Del Campo, in Spagna.

“Bembo ha un problema invidiabile, grazie alla scala che ha raggiunto da più di un decennio: cosa fare dello straordinario flusso di cassa che genera; finora ne ha beneficiato in modo magistrale”, ha affermato Carlos Hermosillo, analista dei consumi .

Attualmente, Grupo Bimbo, guidato da Daniel Servitje, ha 202 panifici e altri stabilimenti e circa 1.600 centri di vendita in posizioni strategiche in 33 paesi in America, Europa, Asia e Africa.

Chedraui, da Jarocha a Norteña

Da Veracruz per invadere gli Stati Uniti. Chedraui aveva l’80 percento del suo mercato in Messico 10 anni fa, attualmente contribuisce solo al 60 percento del suo reddito e entro il 2022 dovrebbe possedere solo il 36 percento attraverso l’acquisto di Smart & Final.

“Con l’acquisizione, il reddito in dollari modellati di Chedraui sarà più che raddoppiato poiché rappresenta (USA) circa il 64 percento delle vendite consolidate”, ha affermato Grupo Financiero Monex in un rapporto.

A maggio, Chedraui ha annunciato il suo interesse per Oltre 250 negozi intelligenti e finali acquistati per $ 620 milioniIl processo è ancora in fase di analisi da parte delle autorità garanti della concorrenza statunitensi.

Chedraui è arrivata negli Stati Uniti nel 1997, nel 2010, con la sua filiale Bodega Latina, ha acquisito Fiesta Mexicana Market LP e Fiesta Warehouse LLC, e nel 2018 Fiesta Mart.

READ  Il primo camion elettrico (non di Tesla) termina la produzione

attualmente Ha 452 negozi, di cui il 72,8% in Messico e il restante 27,2% in vari Stati Uniti.

Pachuko “vola” in Asia

Pachoco Ha ampliato la sua attività negli Stati Uniti e in Asia. Secondo gli analisti, dieci anni fa, il 90 percento delle sue entrate proveniva dal Messico, ma nella prima metà di quest’anno il 76 percento delle sue vendite proveniva dal paese.

“Gli Stati Uniti sono uno dei principali consumatori in termini di prodotti alimentari, e pollo e maiale ne fanno parte, e l’azienda è stata persino certificata per poter esportare in altri paesi dell’Asia”, ha affermato Julián Fernández, un analista presso Bursamétrica.

Bachoco ha più di mille fattorie e nove stabilimenti di lavorazione.