Menu
In Aspromonte
Platì. L’Associazione San Domenico ONLUS di Reggio ha avviato la distribuzione degli aiuti alimentari del fondo europeo

Platì. L’Associazione San Dome…

L’Associazione San Dom...

Coldiretti. Da domani, 19 aprile, va in porto una battaglia storica: l’obbligo di indicare in etichetta l’origine del latte

Coldiretti. Da domani, 19 apri…

Molinaro: l’importante...

La riflessione. Gli agnelli di Montecitorio “arrivano” da … Crotone

La riflessione. Gli agnelli di…

Abbiamo appena visto i...

Calabria Greca. Scì Melu e i cowboy aspromontani

Calabria Greca. Scì Melu e i c…

Le falde aspromontane&...

"Pasquetta Sociale sulla neve" di Gente in Aspromonte: escursione dai Piani Tabaccari fino a Montalto

"Pasquetta Sociale sulla …

ASSOCIAZIONE ESCURSION...

Wwf. Il cinghiale della discordia

Wwf. Il cinghiale della discor…

Ma come? Ogni anno gli...

L’Osservatorio Ambientale si rinnova, parzialmente

L’Osservatorio Ambientale si r…

Sabato 8 aprile u.s. s...

Locri. Sporting, ai Play Off largo ai giovani

Locri. Sporting, ai Play Off l…

Federica Marino squali...

Palmi: l’opera “Deposizione” in dono alla Chiesa Maria SS. del Soccorso dall’Associazione Prometeus

Palmi: l’opera “Deposizione” i…

Un’opera d’arte sacra ...

Torna il “Teatro dei Due Mari”: il dramma dell’immigrazione riletto attraverso i miti di ieri

Torna il “Teatro dei Due Mari”…

Nel suggestivo scenari...

Prev Next

Calabria, Aree Protette: nuova frontiera del turismo sostenibile

  •   Redazione
Calabria, Aree Protette: nuova frontiera del turismo sostenibile

Si punta sul turismo montano e naturalistico, si dà sempre più spazio alle opportunità che le Aree Protette presenti in Calabria offrono allo sviluppo del turismo in una regione che ha necessità di diversificare e destagionalizzare l’offerta. Durante la Bit, l’importante borsa internazionale del turismo appena conclusasi ed evento catalizzatore di buyer e operatori del settore provenienti da tutto il mondo, i Parchi sono stati protagonisti durante le iniziative presentate nello stand messo a disposizione dalla Regione Calabria.

Per le Aree Protette Nazionali erano presenti il Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e Coordinatore di Federparchi Calabria Giuseppe Bombino e il Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino e Componente della Giunta di Federparchi Domenico Pappaterra.

Nell’ambito dei diversi incontri cui Bombino e Pappaterra hanno partecipato, sono stati proposti nuovi itinerari, attività culturali e sportive, percorsi enogastronomici e a carattere esperienziale che si possono “vivere” nei parchi della Calabria. E’ stato evidenziato come le Aree Protette rispondano ad una domanda turistica sempre più esigente e consapevole, volta alla ricerca di esperienze diversificate che includano la i sistemi costiero e montano in un itinerario integrato.

In tale contesto è stato inoltre ribadito come sia importante valorizzare i nuovi itinerari “A2 per il turismo” (Autostrada del Mediterraneo) promossi da Anas e che prevedono, tra le altre, anche la “Via dei Parchi”.

 “Siamo orgogliosi di poter presentare un’offerta turistica che incontra l’interesse degli operatori del settore - ha commentato il Presidente del Parco dell’Aspromonte Giuseppe Bombino-. Essa incrocia i principi legati alla sostenibilità, alla conservazione e valorizzazione della natura, all’attenzione verso l’ospitalità diffusa, agli sport montani, alla possibilità di fare esperienze concrete e di vivere il territorio secondo una visione multidimensionale. L’attività comune che da qualche anno contraddistingue l’azione dei parchi Calabresi, sotto il coordinamento Federparchi Calabria, ha consentito di creare una rete e un’importante sinergia che per una stagione di valorizzazione e di crescita dell’offerta delle Aree Protette in modo costante e collegato. Insieme al presidente Pappaterra, componente della Giunta di Federparchi, abbiamo inoltre lavorato per rafforzare la rete e comporre un’offerta maggiormente attrattiva lungo l’Appennino calabrese.”

“Nuovi ed importanti stimoli contraddistinguono il nostro lavoro congiunto – conferma il Presidente del Parco del Pollino Domenico Pappaterra - Siamo ancora una volta insieme per presentarci nel panorama internazionale come sistema delle Aree Protette calabresi. Questo approccio esalta il carattere di una Regione che intorno al valore della conservazione della Natura e della Biodiversità vuole costruire un nuovo modello di sviluppo, anche economico. Appare chiaro che la nuova frontiera del turismo sia quella legata a realtà incontaminate rappresentate da territori e destinazioni poco conosciute che abbiano la capacità di offrire esperienze nuove, importanti e coinvolgenti”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.