Menu
In Aspromonte
Incontro sul "Cammino della Magna Grecia" tra Regione e Unesco

Incontro sul "Cammino del…

L'inserimento del “Cam...

Legambiente. XXV Giornata mondiale dell’acqua dedicata alle acque reflue

Legambiente. XXV Giornata mond…

In Italia la maladepur...

Wwf. Foreste e acqua unite sotto il segno del clima

Wwf. Foreste e acqua unite sot…

Acqua, foreste, clima:...

Ambiente. Acqua: Galletti, Italia ospiterà la conferenza mondiale dei fiumi

Ambiente. Acqua: Galletti, Ita…

Il ministro per la Gio...

Kalabria Experience: Una Giornata a Roghudi Vecchio sui versi di Vito Teti

Kalabria Experience: Una Giorn…

La giornata ha visto u...

La testimonianza. Africo, come fu ucciso Salvatore Barbagallo quarant’anni fa: tutta la verità

La testimonianza. Africo, come…

Sono trascorsi ormai 4...

Locri. Saluto del Vescovo di Locri-Gerace al Presidente della Repubblica

Locri. Saluto del Vescovo di L…

Signor Presidente, be...

Planetarium Pythagoras. Città Metropolitana di Reggio Calabria la magia del nuovo inizio: l’equinozio di primavera

Planetarium Pythagoras. Città …

Lunedì 20 marzo alle o...

Melito diventa Sede di Esami del Campus online dell’Università Statale Gabriele D'Annunzio

Melito diventa Sede di Esami d…

Giuseppe Meduri: “Ques...

Prev Next

Siderno. Osservatorio ambientale: Incontro su Criticità Pantanizzi e falda Novito

  •   Redazione
Siderno. Osservatorio ambientale: Incontro su Criticità Pantanizzi e falda Novito

Giovedì 2 marzo alle ore 17 nell’aula magna della scuola elementare Randazzo si terrà un incontro organizzato dall’ Osservatorio Ambientale e dal Comitato a Difesa della Salute dei Cittadini per discutere sulle iniziative da intraprendere per affrontare la criticità emerse nella zona Pantanizzi a proposito dell’inquinamento grave delle acque di falda per irrigazione rilevato da analisi effettuate dall’azienda SIKA e dall’ArpaCal. Contestualmente si affronterà l’argomento dell’acqua di falda del torrente Novito emerse a seguito dell’incontro organizzato dal Comune di Siderno. Invitiamo tutti i cittadini interessati oltre ad enti ed associazioni a voler dare un contributo alla costituzione delle linee guida per un monitoraggio ambientale a largo raggio. Nella stessa sede sarà fatto il punto della situazione sull’allarme creato involontariamente da alcune notizie diffuse sull’inquinamento delle falde, non si tratta infatti delle falde dell’acqua di rete che viene distribuita nelle abitazioni ma di quelle più superficiali che si usano per innaffiare o per usi industriali.

Arturo Rocca