Settembre 22, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Biden vuole che Putin agisca. Allora perché non inseguire i suoi soldi?

Fioretto fedele

I dirigenti di Biden sostengono che le passate sanzioni statunitensi sull’oligarchia russa non hanno avuto successo nel modo previsto da Washington e che non vi è alcuna garanzia per il futuro.

Nel 2014, Obama ha pubblicato The Economy Sanzioni su molte oligarchie russe E gli aiutanti vicini a Putin mirano a punire Mosca per aver invaso l’Ucraina. Gli obiettivi includono Gennady Timchenko, fondatore di un’importante società commerciale di materie prime nei mercati del petrolio e dell’energia, e Yuri Kovalchuk, banchiere personale di Putin.

L’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump ha annunciato misure simili nell’aprile 2018 e ha preso di mira diversi presidenti e funzionari governativi russi. L’amministrazione Trump ha citato una serie di azioni russe, inclusa l’interferenza nelle elezioni statunitensi.

Le persone ammesse includono il Cancelliere dell’alluminio Oleg Deribaska e le società a lui affiliate. L’amministrazione Trump ha poi revocato le sanzioni alle aziende Una campagna Ciò ha indicato come le sanzioni hanno influenzato i mercati globali dei metalli. Negli anni che seguirono, sorsero delle domande Se Teribasca ha violato un contratto Ciò ha portato alla rimozione delle sanzioni dalle aziende.

Nel complesso, Trump e le sanzioni a Obama o all’oligarchia russa non sembrano impedire a Putin di perseguire azioni che minano gli interessi degli Stati Uniti, hanno affermato funzionari e altri. In effetti, le sanzioni statunitensi hanno reso più difficile per questi presidenti e le loro famiglie accedere agli Stati Uniti e ad altre istituzioni finanziarie, il che potrebbe aver portato a una maggiore lealtà a Putin.

“In molti casi, abbiamo visto l’oligarchia fare affidamento sul sostegno del governo russo e sugli accordi governativi”, ha affermato un alto dirigente di Biden.

Il funzionario ha aggiunto che era troppo semplice classificare il governo russo come una cleptocrazia o che l’unico interesse di Putin erano i soldi. “È chiaro che ha altre ambizioni oltre al denaro sulla piattaforma geopolitica per arricchire se stesso e i suoi alleati”, ha detto il funzionario.

READ  Non chiamateci traditori: i discendenti degli alleati di Cortes hanno un ruolo nel rovesciare l'impero azteco | Messico

Gli analisti sottolineano che promuovere sanzioni è un processo complesso. Il fatto che una persona sia ricca e amica di Putin da solo non basta.

Alcuni sostengono che la crociata anti-Putin esageri la conoscenza degli Stati Uniti e che Putin ei suoi amici si stiano avvicinando ai luoghi in cui i loro fondi sono accumulati in tutto il mondo. Inoltre, anche se gli Stati Uniti congelassero parte dei beni di un alleato di Putin, quella persona vivrebbe comunque comodamente.

“Non sappiamo dove siano tutti i soldi”, ha detto un ex funzionario degli Stati Uniti. “È così profondamente nascosto che non sai mai dove verrà piantato.”

Tremore di espansione

Per ora, dirigenti e analisti esterni affermano che ci sono molte altre ragioni per evitare la repressione di Kleptograd.

Per prima cosa, il presidente potrebbe voler conservare determinate abilità per un uso successivo. Biden ha segnalato che vuole dare a Putin la possibilità di dimostrare di essere un partner costruttivo, comprese questioni come la lotta al ransomware. Dopo il vertice di giugno, i funzionari statunitensi hanno avuto il cuore spezzato da un anziano Parere dell’ufficiale della difesa russo La Russia era pronta a collaborare con gli Stati Uniti per ottenere i criminali informatici.

Invece di fungere da deterrente, l’abbassamento delle sanzioni sui ricchi alleati di Putin potrebbe portare a un ciclo di ritorsioni. Anche le misure per ridurre in una certa misura il controllo di Putin – cioè, indebolendo la sua base di potere quando si rende conto che i suoi alleati non saranno in grado di accedere al loro denaro – potrebbero fare molti danni all’economia russa e, in definitiva, all’economia europea.

READ  30 Miglior Specchi Retrovisori Moto per te

Prese sul serio, le mosse che hanno portato alla caduta di Putin potrebbero portare a un’ulteriore instabilità in modi imprevedibili. Ricordando il caos dell’era post-guerra fredda, i funzionari statunitensi notano che i massicci armamenti della Russia potrebbero cadere nelle mani sbagliate.

Biden, con decenni di esperienza in politica estera, Putin non ci ha mai creduto, Ex ufficiale del KGB. Ma il presidente comprende anche i più ampi calcoli geo-strategici coinvolti, hanno detto analisti ed ex funzionari.

“Il presidente Biden non cercherà di personalizzare questo con Putin”, ha detto un ex alto funzionario degli Stati Uniti. “Vedrai i guanti arrivare. Sarà un percorso breve e mirato.”

Blocco analisi

Per molti critici di Putin, questo non è abbastanza.

Sostengono che gli Stati Uniti non permettano abbastanza gli alleati di Putin, o anche quelli giusti. Rifiutano anche l’idea che le sanzioni passate all’oligarchia non abbiano fatto alcuna differenza, affermando che senza quelle sanzioni Putin avrebbe potuto fare ancora di più per frustrare l’Occidente.

“Non ha lasciato l’Ucraina, ma Broder ha detto di Putin,” Ma quanti altri territori ci sarebbero se non permettessimo l’oligarchia? “

I dissidenti russi sono associati a Navalny: il suo veleno e la sua detenzione sono i suoi fattori scatenanti Sanzioni per i nativi americani A Mosca, come previsto – Biden è stato consegnato all’amministrazione Elenco di 35 persone Alla meta. L’elenco include accuse di oligarchia e violazioni dei diritti umani. Molte delle persone elencate stanno già affrontando alcune sanzioni statunitensi.

I funzionari statunitensi sembrano pronti a prendere in considerazione l’elenco, ha affermato Leonid Volkov, un eccezionale aiutante di Navalny che ha incontrato figure di spicco a Washington all’inizio di quest’anno.

READ  Il leader anti-talebano Masood afferma che i colloqui andranno solo avanti

Tuttavia, “hanno messo in chiaro che non hanno voglia di portare solo sanzioni, quindi vogliono farlo con i partner”, ha detto.

Volkov ha riconosciuto che un embargo concertato sarebbe molto più potente dei soli Stati Uniti, soprattutto considerando quanti magnati russi detengono i loro soldi nel settore immobiliare o in altri titoli in Europa. Ma ha notato che tale coordinamento richiederebbe tempo e potrebbe portare a blocchi stradali da parte dei leader mondiali amici di Putin.

Nel frattempo, la Fondazione Navalny vuole continuare le sue indagini, con il gruppo Biden e altri che compilano pacchetti di prove su quando tornare se decidono di perseguire il loro amico nei Kleptocrats russi e al Cremlino.

“La nostra opinione è che questa dovrebbe essere una priorità”, ha detto Volkov.

Mentre molti degli stessi funzionari hanno esagerato la situazione, Broder ha detto che la squadra di Fiden gli ha ricordato gli anni di Obama, spaventandoli se non fossero stati congelati. Ciò includeva Obama, che era desideroso di evitare un’escalation con Mosca.

“Tutte queste persone sono grandi vincitori della politica. Non sono artiglieri, sono “vincitori della politica”, ha detto Broder. “In molti modi, questa è una buona cosa, ma a volte hai bisogno di alcuni uomini armati”.