Menu
In Aspromonte
Artigiani e produttori insieme al Parco dell’Aspromonte ad Artigiano in Fiera

Artigiani e produttori insieme…

Oltre un milione di vi...

Nel Parco dell’Aspromonte vive una delle querce più vecchie del mondo

Nel Parco dell’Aspromonte vive…

Una Quercia di oltre 5...

Ente Parco. Il Consiglio Direttivo ha approvato il bilancio previsionale per il 2020

Ente Parco. Il Consiglio Diret…

Il Consiglio Direttivo...

Domenica a Sant’Agata “immagini d’autunno” e il cortometraggio “Tibi e Tascia”

Domenica a Sant’Agata “immagin…

Nella stessa piazzetta...

Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Prev Next

“Aspromonte oggi e domani”: Nuove azioni e nuovi attori per il turismo sostenibile

Aspromonte oggi e domani. Un filo lungo ed intrecciato tra ricordi e progetti ambiziosi, esperienze, sinergie e programmazione.

Il Forum CETS 2019 del Parco Nazionale dell’Aspromonte è il trionfo della partecipazione: istituzionale, associativa, dei cittadini, riuniti alla Camera di Commercio di Reggio Calabria per analizzare i risultati conseguiti in questi due anni dal Parco in chiave di crescita turistica sostenibile e per ricordare l’impegno e la progettualità anche in ambito internazionale, di Sergio Tralongo.

Ed è proprio dalla relazione predisposta dal direttore che Antonino Siclari e Chiara Parisi hanno voluto iniziare i lavori, raccontando i progressi ed i successi dell’Aspromonte – inteso come Parco, territorio e comunità – negli ultimi anni.

“I progetti di tutela della biodiversità e della geodiversità, che ci vedono protagonisti su scala internazionale – ha spiegato Siclari -, le azioni di carattere scientifico intraprese per la tutela ed il monitoraggio di specie a rischio, il Life MILVUS di cui il nostro Parco è capofila, ci hanno reso esempio di innovazione, professionalità e metodologie”.

Il percorso della Carta Europa del Turismo Sostenibile, le attività già avviate e le novità per il prossimo futuro, sono state illustrate da Chiara Parisi che ha raccontato l’Aspromonte oggi, Parco di Cultura e Natura, Parco dello Sport e del Cinema, Parco aggregante e capace di coinvolgere Enti, Associazioni, cittadini, in un percorso di sviluppo condiviso e compreso, che supera le barriere fisiche dell’Area Protetta e si dirama fino alla costa, esaltando le identità e le comunità, attenendosi al vero significato della CETS, strumento metodologico per salvaguardare e valorizzare i caratteri distintivi, naturali e culturali del territorio in chiave turistica.

Ma si è guardato anche al futuro e all’Aspromonte di domani, con le tante nuove azioni che vanno ad implementare il piano strategico CETS e, per la prima volta, il Forum ha visto la partecipazione del Coordinamento istituzionale per la promozione e lo sviluppo turistico della Città Metropolitana di Reggio Calabria, che, con la condivisione di una specifica azione, si impegna a supportare i progetti principali del Parco in ambito internazionale. Tutte le Istituzioni del territorio, impegnate nel settore turistico, hanno preso parte al dibattito con i partecipanti al Forum, per ascoltare nuove idee e nuovi contenuti e per arricchire la strategia turistica del territorio.

Parole di elogio “al lavoro svolto dall’Ente in questi anni e ad una capacità progettuale che ha consentito all’Aspromonte di essere riconosciuto come un Parco esempio di efficienza e di crescita” sono state pronunciate dal Presidente Nazionale di Federparchi Giampiero Sammuri.

Importanti contributi al Forum sono emersi dai vari interventi dei partecipanti: il Presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria Antonino Tramontana, il Direttore del Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea Giuseppe Zimbalatti, il Direttore del DiGies Massimiliamo Ferrara;  Vincenzo Gioffrè per  il dipartimento dArTe dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Carlo Scuderi per la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Reggio Calabria, Rossella Agostino per il Polo Museale della Calabria, Francesco Scialò per l’ Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria, Francesco Zuccarello per il Touring Club del Territorio, Francesca Giuffrè  Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali e Lucia Lojacono Direttore del Museo Diocesano di Reggio Calabria.

Il Vice Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo, ha voluto esaltare “i progressi ottenuti in questi anni nel settore turistico, grazie alla sinergie tra istituzioni e la rete di operatori, imprenditori, realtà associative e strutture ricettive e di ristorazione, agenzie incoming locali, guide Ufficiali, con l’obiettivo di rafforzare insieme le nuove iniziative di marketing e promozione del Parco”.

Dall’ Amministratore JFC srl Tourism&Management Massimo Feruzzi e la sua relazione su “il valore dell’esperienza outdoor e dei piccoli borghi e la loro visione di prodotto turistico”, nuove ed importanti informazioni sia sulle potenzialità turistiche dei luoghi e dei paesaggi, sia sull’ evoluzione della domanda turistica, sempre più orientata a percorsi “sostenibili”, in piena e totale immersione con la natura e con esperienze emozionali, con operatori e associazioni pronti a raccogliere, insieme al Parco Nazionale, le nuove sfide con il solito impegno e la solita passione che contraddistingue queste comunità.

Nel ricordo del Direttore Sergio Tralongo una sua citazione ha accompagnato tutto il dibattito, dando un significato profondo all’impegno per il futuro: “ Basta dire che da noi non si può fare. Da noi si può fare e si fa”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto

Lunedì 16 dicembre il Forum Cets del Parco Nazionale dell’Aspromonte

Lunedì 16 dicembre con inizio alle ore 15 alla Camera di Commercio di Reggio Calabria, si terrà il Fourm CETS (Carta Europea del Turismo Sostenibile). L’evento, originariamente previsto per il 20 novembre scorso e rinviato per la tragica e improvvisa scomparsa di Sergio Tralongo, non sarà solo un momento di confronto e partecipazione ma anche di ricordo.

Insieme alla relazione di Massimo Feruzzi Amministratore JFC srl Tourism&Management che tratterà “il valore dell’esperienza outdoor e dei piccoli borghi e la loro visione di prodotto turistico” verrà infatti illustrato il lavoro svolto dal Direttore del Parco Tralongo, con la relazione “Conservazione e valorizzazione del territorio. Aspromonte: oggi e domani”, affidata ad Antonino Siclari e Chiara Parisi.

Un impegno concreto a proseguire il percorso programmatico e amministrativo segnato da Sergio Tralongo, una traccia tra i progetti internazionali in materia di biodiversità e le strategie di sviluppo turistico.

Per la prima volta sarà presente il Coordinamento istituzionale per la promozione e lo sviluppo turistico della Città Metropolitana di Reggio Calabria, che con la sottoscrizione di una specifica azione della CETS, garantirà il supporto ai progetti principali del Parco in ambito internazionale.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto

Artigiani e produttori insieme al Parco dell’Aspromonte ad Artigiano in Fiera

Oltre un milione di visitatori per l’edizione 2019 di Artigiano in fiera, 3mila eccellenze italiane ed internazionali in vetrina per una settimana a Milano: tra queste molte straordinarie esperienze del reggino e dell’Aspromonte.

Lo stand istituzionale congiunto promosso dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria e dal Parco Nazionale dell’Aspromonte, ha consentito di promuovere e valorizzare il territorio, far conoscere paesaggi, itinerari e prodotti d’eccellenza ad un’utenza variegata, alla costante ricerca dell’artigianato tradizionale, del cibo identitario, dei luoghi ancora sconosciuti con particolare attenzione e curiosità verso la Calabria. Inoltre grazie alla novità di questa edizione, l’app gratuita, i visitatori hanno potuto cercare tutti gli stand e gli artigiani ed essere guidati all’interno dei nove padiglioni: un vero e proprio giro del mondo, tra artigianato, design ed enogastronomia. Per numeri complessivi, originalità e capacità di “incrociare” vecchie tradizioni ed innovazione tecnologiche, Artigiano in Fiera è diventato “un vero e proprio fenomeno di società”.

L’iniziativa di marketing territoriale s’inserisce nel più ampio programma di attività che il Parco dell’Aspromonte sta attuando per una promozione omogena dell’intero patrimonio naturalistico, storico e culturale della montagna, dei borghi e delle aree rurali, attraverso il piano di “Marketing turistico e territoriale Por Calabria 2014/2020”, molte delle quali organizzate insieme ad altri Enti e Istituzioni del territorio reggino.

Nei nove giorni di Fiera, tra sapori, colori, opere e musiche della tradizione, si è anche lavorato per costruire nuovi ed importanti rapporti inter-istituzionali, attraverso incontri, approfondimenti e conoscenze. Insieme al Vice Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo, e ad Antonio Intiglietta, presidente di Ge.Fi (Gestione Fiera), si è iniziato a ragionare sia sull’edizione 2020 (la venticinquesima) della Fiera dell’artigianato, sia sulle attività istituzionali da intraprendere per una nuova e rinnovata azione di marketing che coinvolga ancor più aziende del territorio, riuscendo a variegare la proposta.

 “Ho incontrato tanti produttori reggini. – ha dichiarato il Vice Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo - Giovani imprenditori, storiche figure che da anni riescono a veicolare un messaggio positivo della nostra terra legato all’enogastronomia e all’artigianato. Il loro impegno e la loro arte deve essere supportata per esaltare l’identità dei prodotti tipici proiettandoli in un mercato globale che richiede modernità e nuove idee. Dobbiamo innovarci mantenendo la tradizione dei nostri artigiani, questa è la sfida che ci attende e con loro mi sono confrontato per ascoltarli e recepire quali siano le loro difficoltà, le esigenze e cosa le Istituzioni possano fare per supportare piccole e medie imprese. Ad Artigiano in Fiera i prodotti tipici del reggino e del Parco sono riusciti ad essere valorizzati, conosciuti ed apprezzati, grazie soprattutto all’impegno e all’amore di molti nostri produttori capaci di essere competitivi e di attrarre l’utenza”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed

  • fb iconLog in with Facebook