Menu
Corriere Locride
La nuova vincita al Superenalotto chiamata “vitalizio dei consiglieri regionali calabresi”

La nuova vincita al Superenalo…

«L’ex capo della Proci...

Libri. 1° posto ex equo a Milano per “La  mia vita oltre il cancro”, opera della scrittrice calabrese Patrizia Pipino

Libri. 1° posto ex equo a Mila…

“La mia vita oltre il ...

Processo “Terramara Closed”: La Cassazione ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico Domenico Scoleri e Rosario Scoleri accusati di far parte della cosca Zagari-Fazzalari

Processo “Terramara Closed”: L…

La prima sezione della...

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musicale, per il Sindaco Conia: «è una Giornata storica per il comune»

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musi…

Oggi presso l'attuale ...

Locri. Domenica 6 Ottobre si è concluso il raduno pre-campionato dei fischietti locresi

Locri. Domenica 6 Ottobre si è…

Domenica 6 Ottobre 201...

Tansi: “Cambieremo insieme la Calabria”

Tansi: “Cambieremo insieme la …

A Natile durante la pr...

Movìmundi a Benestare (RC) per i “Catoja in festa”: «Otto giorni di sensibilizzazione sull’ambiente»

Movìmundi a Benestare (RC) per…

«Sempre più numerosi g...

Processo Saggio Compagno: Concessi i domiciliari al cinquefrondese Raffaele Petullà

Processo Saggio Compagno: Conc…

«Assolto dall’accusa d...

Nuova 106: ma cosa serve ancora per l’avvio dei lavori?

Nuova 106: ma cosa serve ancor…

«1,3 miliardi di euro ...

Roccella Jonica. Circolo del Partito Democratico: «resoconto degli incontri con la Cittadinanza di Sabato 28 Settembre e Domenica 6 Ottobre»

Roccella Jonica. Circolo del P…

Su indirizzo del segre...

Prev Next

Bovalino. Pulmino per disabili, nota stampa dell'Associazione ADDA: «nessuna speculazione e falsa ricostruzione, questi sono i fatti documentati!»

«In merito al comunicato stampa del Sindaco di Bovalino, relativo all'acquisto di uno scuolabus finanziato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, è utile ricostruire l'intera vicenda al fine di ristabilire la verità dei fatti.

La scrivente Associazione ADDA, che opera oramai da diversi anni a sostegno delle persone con disabilità e delle fasce più deboli della società, in data 24/10/2017 ha segnalato al Garante regionale per l'Infanzia e l'Adolescenza della Regione Calabria che l'Amministrazione comunale di Bovalino aveva proceduto all'attivazione del servizio di trasporto degli alunni con mezzi inidonei al trasporto degli alunni disabili.

Con nota prot. 2332 del 02/11/2017 il Garante regionale per l'Infanzia e l'Adolescenza della Regione Calabria Antonio Marziale inviava al Comune di Bovalino una segnalazione di pregiudizio a danno di minori disabili, diffidando contestualmente l'Ente inadempiente a porre in essere ogni atto o provvedimento diretto a rendere effettivo il diritto fondamentale all'istruzione degli alunni diversamente abili, garantendo il servizio del trasporto scuolabus con mezzi idonei e personale specializzato.

A seguito di tale diffida in data 09/11/2017 l'Amministrazione comunale di Bovalino rendeva noto, a mezzo stampa, di aver avanzato domanda alla Città Metropolitana di Reggio Calabria per la fornitura di uno scuolabus idoneo al trasporto degli alunni disabili. Ma essendo oramai scaduto il termine per l'inserimento della suddetta richiesta nel Piano per il Diritto allo Studio 2017/2018, la stessa non trovava alcun riscontro e pertanto veniva inserita nel successivo Piano per il Diritto allo Studio 2018/2019, approvato con Deliberazione GM n. 98 del 19/04/2018, senza peraltro allegare l'indispensabile indagine di mercato utile a quantificare i costi necessari all'acquisto e alla messa in funzione del mezzo.

Successivamente con Deliberazione del Sindaco Metropolitano n. 27/2019 del 15 Marzo 2019, pubblicata all'albo pretorio dell'Ente con valore di notifica, veniva approvato il Piano di interventi per il diritto allo studio 2018/2019 della Città Metropolitana di Reggio Calabria, nell'ambito del quale veniva concesso al Comune di Bovalino, tra l'altro, un contributo di euro 50 mila per l'acquisto di uno scuolabus attrezzato per il trasporto dei disabili.

La concessione del contributo veniva ufficialmente confermata dallo stesso Vice Sindaco Metropolitano Mauro, in occasione dell'iniziativa "Otto passi in avanti" tenutasi presso l'Istituto Comprensivo di Bovalino il 01/04/2019 e successivamente la notizia veniva riportata in un comunicato stampa diffuso il giorno seguente dalla scrivente Associazione ADDA.

Nonostante ciò,nessun provvedimento veniva adottato dall'Amministrazione comunale di Bovalino per procedere all'acquisto del mezzo finanziato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, indispensabile per il trasporto degli alunni disabili che a tutt'oggi non viene effettuato per mancanza di un mezzo idoneo. L'esistenza del contributo veniva addirittura negata dal Sindaco di Bovalino in una intervista rilasciata al giornale CostaJonicaWeb in data 13/07/2019.

Pertanto la scrivente Associazione, anche in considerazione dell'imminente avvio del l'anno scolastico, sollecitava l'Amministrazione comunale a predisporre tutti gli atti amministrativi necessari all'acquisto del mezzo, al fine di scongiurare la perdita del prezioso contributo, non essendo necessario nessun ulteriore provvedimento, stante l'avvenuta pubblicazione con valore di notifica della Deliberazione del Sindaco Metropolitano n. 27/2019 del 15 Marzo 2019, come specificato nella Circolare prot. 78858 del 06/09/2019 - Settore 5 Istruzione e Formazione Professionale della Città Metropolitana di Reggio Calabria. La regolarità di tale procedura è stata confermata dallo stesso Settore 5 nella nota inviata alla scrivente Associazione in data 07/10/2019, nella quale viene chiaramente specificato che la comunicazione della Città Metropolitana di Reggio Calabria acquisita al Protocollo del Comune di Bovalino n. 10881 del 06/08/2019 e citata nella Deliberazione GM n. 198 del 03/10/2019 quale "atto di formalizzazione della concessione del finanziamento" per l'acquisto dello scuolabus, altro non era che una mera nota cognitoria, con la quale veniva confermato, e non comunicato, il contributo concesso e il riepilogo descrittivo delle somme assegnate con la già citata Deliberazione del Sindaco Metropolitano n. 27/2019 del 15 Marzo 2019 che, sebbene già notificata agli effetti di Legge sull'Albo Pretorio on line, veniva comunque allegata in copia alla stessa nota".

Tutto estremamente chiaro a conferma di quanto sostenuto dalla scrivente Associazione.

In data 06/10/2019 in un comunicato stampa a firma del Sindaco di Bovalino Avv. Vincenzo Maesano veniva data notizia che la Giunta comunale con Deliberazione n. 198 del 03/10/2019 (a distanza di oltre 6 mesi dalla Deliberazione del Sindaco Metrolopitano n. 27/2019 del 15/03/2019) aveva approvato un atto di indirizzo con il quale veniva finalmente dato mandato ai Responsabili delle U.O. Finanziaria e Amministrativa di procedere all'acquisto dello scuolabus.

Nella suddetta nota il Sindaco Maesano ringraziava il Sindaco Metropolitano Falcomatà "per l'attenzione avuta nei confronti del Comune di Bovalino". Non si comprendono le ragioni di tale ringraziamento, considerato che, nella Deliberazione n. 27/2019 del 15 Marzo 2019, veniva specificato che "il contributo è stato concesso preso atto dell'istruttoria eseguita dal Settore Istruzione e Formazione Professionale" e tutte le richieste presentate dai 9 Comuni richiedenti venivano regolarmente finanziate. Tra l'altro la suddeta Deliberazione è stata adottata dal Vice Sindaco Metropolitano Avv. Riccardo Mauro e non dal Sindaco Metropolitano Avv. Giuseppe Falcomatà.

In chiusura del comunicato stampa veniva pubblicamente accusata l'Associazione ADDA di avere speculato sulla vicenda e di avere diffuso in merito notizie false al fine di accaparrarsi meriti altrui.

La ricostruzione di quanto accaduto, esposta in premessa, rappresenta la verità incontrovertibile dei fatti, suffragata da atti e documenti ufficiali e dimostra l'inerzia dell'Amministrazione comunale che, tra l'altro, potrebbe rendersi responsabile della perdita di ulteriori ingenti fondi destinati dal Piano per il Diritto allo Studio 2018/2019 all'acquisto di attrezzature didattiche specialistiche per alunni disabili, alla mensa e agli assistenti educativi, che ancora oggi non sono presenti nelle scuole di Bovalino, nonostante l'anno scolastico sia iniziato da diverse settimane.

Le accuse gratuite del Sindaco di Bovalino contenute nel comunicato stampa diffuso nei giorni scorsi ledono gravemente l'immagine dell'Associazione ADDA, che con grande sacrificio opera quotidianamente a tutela delle fasce più deboli e che si è resa promotrice, in questa triste vicenda, della segnalazione presso il Garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza della mancata attivazione, da parte del Comune di Bovalino, del servizio di trasporto per gli alunni disabili.

Nella qualità di legale rappresentante dell'«, a tutela dell'immagine e della reputazione dell'Associazione che mi onoro di presiedere, ho dato mandato ai nostri legali per verificare se nel comunicato stampa diramato del Sindaco di Bovalino per l'Amministrazione comunale, esistono gli estremi del reato di diffamazione a mezzo stampa, al fine di procedere con specifica querela». 

VITO CREA

PRESIDENTE ADDA

Leggi tutto

Bovalino. "Opere pubbliche di messa in sicurezza": Il Capogruppo di “Nuova Calabria” presenta un'interrogazione con risposta scritta all'Amministrazione Comunale

Riceviamo e pubblichiamo

Al Sindaco del Comune di Bovalino

All’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bovalino

Al Presidente del Consiglio Comunale di Bovalino

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Interrogazione con risposta scritta

interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza

degli edifici e del territorio

I sottoscritti Maria Alessandra Polimeno e Gloria Versace, nella qualità di Consiglieri comunali del Gruppo consiliare Nuova Calabria, ai sensi dell’art. 25 del vigente Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale,

premesso che

- con Decreto Interministeriale 13 Aprile 2018 "Contributi per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio" è stato concesso al Comune di Bovalino un finanziamento di euro 4.625.000,00 destinato al rifacimento di strade e marciapiedi e all’abbattimento delle barriere architettoniche del centro urbano, alla manutenzione delle strade delle periferie, ad importanti interventi nei plessi scolastici di proprietà comunale e all’adeguamento e alla messa in sicurezza del cimitero comunale;

- tra le opere finanziate sono presenti due progetti riguardanti la messa in sicurezza delle strade del centro urbano e delle periferie, che versano oramai in condizioni disastrose;

considerato che

- i lavori di riqualificazione del centro urbano, nel tratto di Via Garibaldi lato Nord, avviati all'inizio del mese di Settembre, dopo la demolizione dei marciapiedi sono stati inspiegabilmente sospesi e gli operai trasferiti su un altro cantiere;

- tale sospensione sta creando notevoli disagi ai residenti ed ingenti danni alle attività commerciali presenti nella zona interessata, a causa delle problematiche connesse alla viabilità, ai parcheggi e al transito pedonale, con rischio per l'incolumità pubblica a causa della rimozione, in diversi tratti, della rete di protezione del cantiere;

- l'Assessore ai Lavori Pubblici Avv. Cinzia Cataldo, contattata telefonicamente nei giorni scorsi dal Capogruppo di Nuova Calabria Dott.ssa M. Alessandra Polimeno, ha motivato la sospensione dei lavori con problematiche connesse all'approvvigionamento del materiale occorrente;

ritenuto che

- tale motivazione non appare, all'evidenza, idonea a giustificare la sospensione dei lavori, considerato il breve lasso di tempo trascorso dall'inizio degli stessi; inoltre tale motivazione, se confermata, evidenzierebbe imperizia e negligenza da parte della ditta appaltatrice dei lavori, considerato che avrebbe dovuto assicurare la fornitura dei materiali occorrenti prima dell'inizio delle opere di demolizione, al fine di evitare disagi ai residenti e danni economici alle attività commerciali presenti nella zona interessata;

- i lavori relativi alle strade delle periferie, alle scuole e al cimitero comunale non risultano ad oggi ancora avviati, malgrado sia trascorso diverso tempo dall'aggiudicazione degli stessi;

- tale ritardo è causa di enorme disagio per i cittadini, in quanto trattasi di lavori urgenti ed improcrastinabili, in particolare per le opere da realizzare nei plessi scolastici, che sarebbe stato opportuno programmare e avviare durante le vacanze estive, al fine di ridurre al minimo il disagio della popolazione scolastica;

interrogano il Sindaco e l'Assessore ai Lavori Pubblici per sapere

- Se è confermata la notizia comunicata telefonicamente dall'Assessore ai Lavori Pubblici Avv. Cinzia Cataldo in merito alla sospensione dei lavori in Via Garibaldi e al trasferimento degli operai in altra zona a causa della mancanza del materiale necessario all'esecuzione dei lavori;

- In caso di risposta affermativa, quale materiale risulta mancante, quali sono i tempi previsti per l’approvvigionamento dello stesso e quali azioni sono state intraprese nei confronti della ditta appaltatrice responsabile di tale ritardo, anche al fine di garantire l'immediata ripresa dei lavori e non causare ulteriori disagi ai cittadini residenti nella zona interessata e alle attività commerciali ivi presenti, che stanno subendo notevoli danni economici dovuti all'inspiegabile ritardo nell'esecuzione dei lavori;

- per quando è previsto l’inizio dei lavori relativi alla manutenzione delle strade delle periferie e dei plessi scolastici di proprietà comunale e all’adeguamento e messa in sicurezza del cimitero comunale;

- per quale motivo i lavori da eseguire nei plessi scolastici non sono stati programmati ed eseguiti durante il periodo estivo di sospensione delle lezioni e quali provvedimenti si intendono adottare al fine di limitare i prevedibili disagi agli studenti conseguenti allo svolgimento dei lavori durante l’orario delle lezioni;

Bovalino, 6 Ottobre 2019

F.to Il Capogruppo di “Nuova Calabria”

  Dott.ssa Maria Alessandra Polimeno

Leggi tutto

Bovalino (RC): bella gara finita in pareggio (4-4). Ottimo esordio in serie B del BC5

  • Published in Sport

Finisce in pareggio (4-4) l’esordio stagionale del BC5 nel suo primo campionato di serie B nazionale. L’incontro si è svolto al Pala La Cava di Bovalino (RC) con inizio alle ore 15.30; di fronte agli amaranto di mister Venanzi, un’altra neopromossa, la Pro Nissa Futsal di mister Tarantino. Sugli spalti il pubblico delle grandi occasioni con un piccolo angolo della tribuna occupato da una ventina di tifosi ospiti. L’incontro, tanto atteso dalla tifoseria locale, è stato bello, vibrante ed avvincente fino alla fine con il risultato in bilico fino all’ultimo secondo. Le squadre sono scese in campo concentrate e determinate a conseguire per intero la posta in palio e partire, così, con il piede giusto in questa nuova avventura. Il primo tempo ha visto leggermente prevalere i padroni di casa (3 a 2) in virtù soprattutto di un maggiore e più concreto possesso palla, anche se gli avversari non sono stati a guardare ed hanno ribattuto colpo su colpo, concedendo il vantaggio soltanto a due secondi dal termine con un bel gol di Crivi. Per gli amaranto, nel primo tempo, sono andati in gol: Crivi (2 volte) e Villoria; per la Pro Nissa: Torres e Mendez. Nella ripresa la partita è stata ancora più avvincente perché gli ospiti, ben diretti da mister Tarantino, hanno aumentato il loro ritmo e  si sono portati più spesso in avanti con buone trame di gioco. Ottima la prestazione dei due portieri (Rocha e Biasco) che con i loro prodigiosi interventi hanno limitato i danni per le rispettive squadre. Al 4’ è Mendez a riportare la partita sul pareggio (3-3) con un bel tiro dalla distanza frutto di una bella trama di gioco partita da centrocampo. A circa 10’ dal termine è la Nissa che capovolge il risultato portandosi in vantaggio (3-4) ancora con un tiro dalla distanza di Colore che sorprende Rocha. Quando l’incontro sembrava incanalato verso questo capitombolo interno  del  BC5 (che sarebbe stato ingiusto!) esce dal cilindro il gol di Villoria, a 2” dal termine, che riporta l’incontro sul giusto binario della parità (4-4). Tutto sommato è stato uno spettacolo encomiabile ed un risultato giusto che non scontenta nessuno, qualche rimpianto in più per i padroni di casa che hanno condotto il vantaggio per buona parte dell’incontro, ma la replica della Pro Nissa è stata altrettanto efficace e quindi siamo certi che nel prosieguo del campionato entrambe le formazioni diranno la loro e saranno protagoniste facendo emergere le loro migliori qualità, organizzazione e compattezza.

(da Ufficio stampa BC5)

Leggi tutto