Menu
Corriere Locride
Cinquefrondi. Si rinnova anche quest'anno il Campo Estivo: si svolgerà dal 08 al 26 luglio

Cinquefrondi. Si rinnova anche…

Si rinnova anche quest...

Locri. Nota stampa di Sinistra Italiana sul rendiconto 2018

Locri. Nota stampa di Sinistra…

I numeri non mentono, ...

Windsurf - Tra Mondiali...e maturità: il reggino Scagliola continua a stupire

Windsurf - Tra Mondiali...e ma…

Prosegue nel migliore ...

Giovanni Nucera, Capogruppo “La Sinistra”, a sostegno della manifestazione unitaria Cgil, Cisl e Uil

Giovanni Nucera, Capogruppo “L…

Il capogruppo "La Sini...

Incontro all’Asp di Reggio Calabria tra i sindaci e il prefetto Meloni

Incontro all’Asp di Reggio Cal…

«Sono molte le critici...

Anas: personale e mezzi Anas impegnati nella pulizia delle gallerie e nella manutenzione del verde in provincia di Reggio Calabria

Anas: personale e mezzi Anas i…

- Pulitura delle galle...

Siderno. Il progetto "Camminando insieme verso il futuro" vince un premio di 10.000 euro

Siderno. Il progetto "Cam…

«Camminando insieme ve...

Il 21 giugno si terrà la seconda edizione della “Festa della Musica di Palmi” nell’incantevole scenario del Monte Sant’Elia

Il 21 giugno si terrà la secon…

“Orizzonti Epici - Suo...

Delianuova. Un murale per l’ufficio postale: l’opera è parte della seconda fase del progetto “PAINT - Poste e Artisti Insieme Nel Territorio”

Delianuova. Un murale per l’uf…

Inaugurata la seconda ...

Prev Next

Bovalino (RC): «Seduta calda del Consiglio Comunale, ancora senza “Nuova Calabria”. Differenziata e bilancio i temi scottanti»

 

di Pasquale Rosaci - Ieri c’è stata un’intensa seduta di consiglio comunale (erano ben otto i punti all’OdG) che ha registrato, ancora una volta, l’assenza del solo gruppo di opposizione “Nuova Calabria” composto dai consiglieri Alessandra Polimeno e Gloria Versace. Continua, quindi, la protesta portata avanti ormai da qualche mese: “Fino a quando non saranno ripristinate le condizioni minime di agibilità”. Questo il messaggio fatto pervenire al civico consesso prima dell’inizio: “La nostra assenza è frutto di una scelta difficile e dolorosa, ma siamo convinti che sia indispensabile per tenere alta l’attenzione sulla necessità di garantire a tutti i consiglieri comunali i diritti riconosciuti dal Tuel. Abbiamo comunque visionato tutta la documentazione disponibile relativa ai punti in discussione, abbiamo riscontrato varie anomalie che potrebbero determinare irregolarità. Le stiamo valutando e nei prossimi giorni, dopo aver preso atto delle deliberazioni assunte e della relazione dell’Amministrazione, le porteremo a conoscenza dei cittadini”

 

Ma torniamo alla seduta di consiglio, dopo il primo punto relativo all’approvazione dei verbali delle sedute precedenti (09/04/2019 e 05/05/2019), approvato all’unanimità, si è passati al tema “caldo” della giornata che era rappresentato dall’approvazione del “Piano TARI e TASI per l’anno 2019” A relazionare sull’argomento è stato l’Assessore al ramo Bilancio, Maddalena Dattilo, che ha reso noto: “Nonostante gli aumenti imposti dalla Regione Calabria, l’Ente comunale, grazie all’avvio della raccolta “porta a porta” ed al fatto di essersi collocato in una fascia di differenziazione che oscilla tra il 35 ed il 50%  paga un importo di 185 euro a tonnellata anziché 205 euro, quindi con un risparmio considerevole. Nel piano precedente si pagavano 147 euro ma con un sistema di raccolta diverso ma anche con risultati molto diversi; a ciò vanno aggiunte anche le somme che rientrano nella casse comunali dalla vendita dei rifiuti derivanti dai vari contratti di filiera stipulati con le ditte convenzionate” Secca la replica del capogruppo di “Impegno e partecipazione”, Francesco Gangemi, che ha detto: “Lo smaltimento dei rifiuti allo stato attuale così com’è è tutto tranne che un beneficio economico per le casse comunali. D’altronde, il costo complessivo annuale  per il differenziato e per l’indifferenziato, rispetto all’anno scorso, è aumentato in maniera considerevole e grava sulle spalle dei cittadini, pertanto, se non si attuano per bene i contratti stipulati con le ditte di filiera per il riciclo i risultati positivi sono ancora ben lontani dall’essere conseguiti. Infatti, il risparmio attuale si aggira soltanto intorno ai 20 euro per tonnellata, se li moltiplichiamo per le 3500 tonnellate stimate nell’anno otteniamo un importo complessivo di circa 70 mila euro che non sono assolutamente sufficienti a garantire la fruizione di un buon servizio, inteso soprattutto sotto l’aspetto della ricaduta economica ma anche per quello ambientale. A ciò si aggiunga che anche il servizio per il ritiro degli ingombranti, da parte di Locride Ambiente, è ancora interrotto e non si sa quando potrà riprendere”. Questo importante punto è passato con i soli voti della maggioranza, contrari i Consiglieri di “Impegno e Partecipazione”

 

A seguire, si è parlato del “Piano triennale 2019/2020 per l’alienazione degli immobili comunali”, anche qui ha relazionato l’Assessore Dattilo che ha evidenziato l’importanza della vendita di questi beni, in particolare di quelli che risultano essere improduttivi per il bene della collettività. Anche in questo caso il punto è stato votato favorevole soltanto dalla maggioranza. L’approvazione di gestione per l’anno 2018, approvato anch’esso con i soli voti di maggioranza, ha messo a nudo la triste realtà che vede una forte carenza organica di personale negli uffici, carenza sia quantitativa che qualitativa che penalizza certamente il cittadino ed i suoi diritti. E’ stato invece votato all’unanimità l’aggiornamento del compenso previsto per il revisore dei conti, Aldo Giordano, presente in aula (8.500 euro). E all’unanimità è stata anche votata l’acquisizione definitiva di un bene confiscato ed ubicato in Via degli Oleandri.

 

Dulcis in fundo, due punti molto delicati ed importanti per l’intera comunità bovalinese: la nomina del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza (dottoressa Francesco Racco) e quella del Garante per i disabili (dottoressa Maria Rita Canova). Ricordiamo che la proposta per l’istituzione di queste due importanti figure era stata avanzata dal gruppo di “Nuova Calabria”. Questo il messaggio del Sindaco: “oggi il consiglio comunale ha fatto di più ha dotato il Comune di due nuove figure istituzionali importanti... il garante per l'infanzia e l'adolescenza e il garante per la persona disabile. Un altro segno di civiltà al quale ha partecipato tutto il consiglio comunale che ringrazio. Due figure fortemente volute come supporto indispensabile in un campo sociale che necessita di competenze specifiche e di ascolto. Proprio quest'ultimo è qualcosa che non deve mai mancare nelle azioni di chi gestisce la cosa pubblica e quest'amministrazione lo ha garantito sin dal suo insediamento.Un augurio pertanto speciale di buon lavoro per Bovalino da parte dell'amministrazione comunale alla dott.ssa Francesca Racco e alla dott.ssa Maria Rita Canova per i nuovi e prestigiosi incarichi. Siamo certi che attraverso il loro lavoro, impegno e la loro professionalità ascolteremo ancora di più chi è più indifeso!”

 

Leggi tutto

L'Amministrazione Comunale di Bovalino incontra BC5, agli Amaranto un Riconoscimento a nome della Città

«Parola d'ordine: INSIEME».

La Stagione 2018/2019 rimarrà negli annali per BC5 e per lo sport bovalinese.

A ribadire il concetto è stata l'Amministrazione Comunale di Bovalino che ieri, 11 Maggio 2019 presso il Palazzo Comunale, ha premiato la società del Presidente Scordino a nome di tutta la cittadinanza, per aver portato in alto il nome della nostra cittadina, garantendole un futuro fra i professionisti a livello nazionale, partecipando l'anno prossimo al Campionato di Serie B.

"Siete una realtà virtuosa nei fatti, perchè unite i meriti sportivi all'attenzione per il sociale, questo vi fa onore!"
Così esordisce il Sindaco Vincenzo Maesano, che sottolinea l'importanza dei successi amaranto;
"In ambito sportivo viviamo una realtà difficile, a causa sopratutto della carenza di strutture adeguate. Ciò non permette il pieno sviluppo delle potenzialità sportive presenti sul territorio, voi siete riusciti a sopperire a tale condizione con la forza dell'amicizia, con l'unità d'intenti. Ho visto i ragazzi giocare attaccati alla maglia, alla società e al loro pubblico, bravissimi!" Conclude il Primo Cittadino.

Pensieri questi condivisi in pieno dai componenti della Giunta presenti ( Ass. Blefari, Ass. Dattilo e Vicesindaco Cataldo) e dalla Presidentessa del Consiglio Comunale Laura Sgambellone, che salutando i presenti aggiunge:" Il Sindaco ha già espresso la nostra gratitudine per i risultati ottenuti. Lo sport unisce, e qualsiasi cosa accada, accade insieme. La squadra è un valore aggiunto per la vita!"

Interviene anche il Presidente Vincenzo Scordino, che non risparmia ringraziamenti all'Amministrazione per la costante presenza e disponibilità:
"Ragioniamo da squadra, è l'unico modo per raggiungere risultati concreti e vincenti. Desideriamo lavorare insieme per vincere ed affidare allo sport il ruolo di volano per lo sviluppo di Bovalino. Daremo il 110%.

Al termine della cerimonia l'Amministrazione ha omaggiato BC5 di due graditissime targhe di riconoscimento per le grandi imprese realizzate quest'anno.
Allo stesso modo la Società ha ricambiato donando una Maglia Ufficiale 18/19.

Un momento di condivisione importante, quello di oggi, che ha visto inoltre manifestarsi l'intenzione di portare il logo del comune di Bovalino sul kit ufficiale per la prossima stagione, al fine di rappresentare la nostra cittadina oltre i confini della nostra regione.

INSIEME! 

#WeAreBC5 

#Unitisivince 

Leggi tutto

Bovalino. Domenica 12 maggio, al Caffè Letterario, si terrà la presentazione del libro di Ilario Ammendolia "La 'ndrangheta come alibi"

Presentazione del libro La 'ndrangheta come alibi. Dal 1945 ad oggi di Ilario Ammendolia.
Città del Sole Edizioni.
Prefazione di Mimmo Gangemi
Intervista a Mimmo Lucano

Dialogano con l'Autore:
Maria Teresa D'Agostino - Giornalista
Domenico Calabria - Caffè Letterario Mario La Cava

Questo "lavoro", appena sei mesi fa, non esisteva - se non in maniera confusa - neanche nella mia testa. Ha preso forma nel momento in cui sono stati resi pubblici alcuni documenti relativi alla "Repubblica di Caulonia" e mentre prendeva corpo l'inchiesta su Riace che ha fatto scattare gli arresti del sindaco Mimmo Lucano.

"Repubblica rossa di Caulonia" e "Riace" sono i punti estremi di partenza e di arrivo di un viaggio lungo 73 anni. Tra i due punti non c'è il vuoto ma la storia della Calabria che è storia d'un popolo sconfitto piuttosto che una vicenda criminale come alcuni vorrebbero far credere.

Una Regione "vittima" di un unico disegno repressivo che ha utilizzato la "legalità" come arma verso i più deboli e la 'ndrangheta come alibi per la progressiva colonizzazione e criminalizzazione del popolo calabrese. Tutto ciò è avvenuto con il consenso di larga parte della classe "dirigente" regionale, sostanzialmente inetta, collusa e subalterna al sistema di potere dominante.

Non troverete comunque nel presente lavoro alcuna nostalgia neo-borbonica e nessuna indulgenza verso forme di anacronistico secessionismo. Ritengo che la "questione meridionale" debba essere parte della questione nazionale da risolvere nel contesto di una Europa Federale. Aspiro quindi a un'Italia migliore e a un "Sud" libero dalla morsa delle mafie e della falsa antimafia; il ripristino dello Stato di diritto e il rispetto sostanziale della Costituzione.

(Dalla nota introduttiva dell'autore)

ILARIO AMMENDOLIA
Ilario Ammendolia, professore di lettere in pensione.
Da giovanissimo è stato uno dei sette componenti della Segreteria nazionale dei giovani del PSIUP della quale facevano parte, tra gli altri, Mauro Rostagno e Luigi Bobbio. Oggi si autodefinisce un militante "irregolare" ed anomalo della Sinistra e l'unica tessera che ha conservato è quella del Partito radicale. Dopo circa 60 anni di militanza, continua ad essere impegnato sul terreno della difesa dei diritti inalienabili della Persona umana e combatte le sue battaglie a favore degli immigrati, dei reclusi e degli esclusi. S'è apertamente schierato in difesa dello Stato di diritto e contro la giustizia sommaria che consente gli scioglimenti a catena dei consigli comunali, l'uso arbitrario delle manette, la criminalizzazione sistematica e calcolata della Calabria e del Sud.
Già consigliere provinciale del PCI, è stato più volte sindaco di Caulonia e presidente dell'Associazione dei 42 Comuni della "Zona Jonica" sino al 2012. 
In quest'ultima veste è stato protagonista del "Progetto d'urto per la Locride" ed ha firmato il "Protocollo della Legalità" con il Ministero degli Interni. "Legalità", intesa come rispetto sostanziale della Costituzione Repubblicana.
Considerati i particolari argomenti trattati nel presente lavoro, ci sembra utile ricordare che già il 21 febbraio del 1976 l'autore è stato promotore e relatore di una delle prime iniziative sul tema "Mafia e sottosviluppo" sebbene abbia sempre rifiutato di scriversi al partito dell'antimafia "dura" e "pura", ritenendo che l'impegno contro le mafie non possa essere scisso dalla lotta per il riscatto dei "Sud" e per una società di uomini liberi ed uguali.
Attualmente è direttore editoriale di "Riviera", settimanale diretto in precedenza da Pasquino Crupi e Nicola Zitara. Ha già pubblicato altri libri sulla realtà calabrese.

_________________________________________________________

Domenica 12 maggio 2019
Caffè Letterario Mario La Cava

Leggi tutto