Menu
Corriere Locride
Reggio. Sabato 19 gennaio "Open Day" al Liceo Classico “Tommaso Campanella”

Reggio. Sabato 19 gennaio …

Sabato 19 gennaio 2019...

Reggio. Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente: «Amianto all’ex Fata Morgana, ancora silenzi dal Comune»

Reggio. Stanza 101 – Cenacolo …

«Sono passati 35 giorn...

Reggio. Castorina: (mozione Giachetti - Ascani) «rinunciare al congresso sarebbe errore gravissimo! Pd va rilanciato e ricostruito»

Reggio. Castorina: (mozione Gi…

Rinunciare per l’enn...

Poste Assicura promuove “i mesi della prevenzione”

Poste Assicura promuove “i mes…

«Una prestazione medic...

Locri. Venerdì 18 alle 17 a palazzo Nieddu, Rubens Curia presenta il suo recente e attualissimo saggio “Manuale per una riforma della sanità in Calabria”

Locri. Venerdì 18 alle 17 a pa…

Si chiama “Manuale per...

Anas: per lavori di Enel, limitazioni all’interno della galleria Sansinato lungo la strada statale 280 ‘Dei due Mari a Catanzaro’

Anas: per lavori di Enel, limi…

Catanzaro, 14 gennaio ...

Calabria, Confcommercio: il 32% delle imprese individuali chiude i battenti

Calabria, Confcommercio: il 32…

In Calabria il 32,1% d...

Lunedì 14 gennaio, si terrà il primo incontro del Corso di Formazione all’impegno socio–politico e alla cura del Creato “Laudato si'”

Lunedì 14 gennaio, si terrà il…

Lunedì 14 gennaio, all...

L'ASD Bovalinese 1911 annuncia il ritorno del portiere Fabio Dagostino

L'ASD Bovalinese 1911 annuncia…

Fabio Dagostino, è nuo...

Coldiretti: pesante crisi dell’agrumicoltura. Aceto scrive alla Regione e sollecita urgenti interventi

Coldiretti: pesante crisi dell…

Aceto: «interventi com...

Prev Next

La Commissione straordinaria del Comune di Brancaleone visita il Parco Archeologico di Brancaleone Vetus gestito e curato dalla locale Pro-Loco

Un pomeriggio trascorso nella storia di Brancaleone Vetus . La triade commissariale  ha fortemente voluto visitare il borgo abbandonato di Brancaleone Vetus attirata dall’opera di marketing promozionale e turistica che la pro loco di Brancaleone presieduta dal giovane Carmine Verduci  sta conducendo ormai da anni. Nel corso della visita i Commissari Prefettizi sono stati guidati lungo i percorsi turistici del borgo dove è stato illustrato ogni aspetto storico e geomorfologico del luogo, interessato da importanti opere di riqualificazione che la Pro-Loco di Brancaleone sta portando avanti da qualche anno grazie ai proventi derivanti dai servizi offerti ai visitatori, campagne di raccolta fondi ed iniziative volte al recupero del borgo di Brancaleone mediante Facebook e altri canali social sul web. Attorno a questo sito si è ormai creato un interesse che ha varcato anche le soglie territoriali,  e spesso anche oltreoceano,  con tesi di studio di notevole interesse. Carmine Verduci che si occupa della manutenzione ordinaria e straordinaria del sito archeologico assieme a volontari e privati cittadini, ha condotto i  Commissari  lungo i vicoli del borgo che sono stati recentemente riaperti alla fruibilità del pubblico  grazie ad un duro lavoro di concertazione fra volontari e Consorzio di Bonifica Versante Ionico Reggino. Il tour del borgo ha poi fatto tappa  alla grotta dell’albero della Vita, un ipogeo del IX sec. d.C. che esprime tutta l’armenità che caratterizza questo territorio denominato e conosciuto ormai con la denominazione di “Valle degli Armeni” e di cui fa parte Brancaleone assieme ai limitrofi  comuni di  Staiti, Bruzzano Zeffirio e Ferruzzano, in un contesto identitario ormai al centro dell’attenzione della comunità Armena in Italia. Brancaleone ricordiamolo è l’unico Comune calabrese dove ogni anno si celebra la Giornata in ricordo del Genocidio del popolo Armeno, evento che quest’anno ha ottenuto il Patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica di Armenia (ROMA) e la presenza di una piccola delegazione di Armeni residenti nella provincia di Reggio Calabria e nel nord Italia.

La Commissione ha potuto apprezzare questo luogo intriso di storia, cultura e natura in un ricco exursus illustrato da Carmine Verduci che ha ampiamente relazionato sulle opere realizzate e da realizzare nel prossimo futuro, come l’istituzione del Centro Documentazione di Brancaleone che sorgerà all’interno dei locali della ex Chiesa Maria SS Annunziata. Tale  progetto è stato finanziato da una raccolta fondi pubblica su Facebook  che in poco tempo ha coinvolto numerosi sostenitori, e si è conclusa con largo anticipo raggiungendo  l’obbiettivo di 600€ che è stato stimato dalla Pro-Loco. Il progetto prevede, infatti, la sistemazione di pannelli illustrati che metteranno in luce gli aspetti naturalistici, archeologici, paesaggistici e storici di tutto il Parco Archeologico di Brancaleone Vetus che garantiranno ai visitatori una visione globale e ben dettagliata in chiave scientifica di tutto il contesto rurale del parco archeologico e del territorio di Brancaleone. 

Brancaleone Vetus immerso nella natura incontaminata di questa collina è ricca di nuove e buone prospettive per lo sviluppo turistico ed economico di tutto il territorio, inserito in un contesto geografico e climatico che favorisce il turismo destagionalizzato per amanti del mare e delle spiagge e per amanti della natura e del trekking e del cibo genuino, opportunità e slanci per i quali la Pro-Loco di Brancaleone sta lavorando ormai da sette anni con intensa passione e sacrificio.

La passeggiata a Brancaleone Vetus è stata molto apprezzata dai Commissari, attenti alla tutela del patrimonio naturalistico ed archeologico, autentica, inestimabile ricchezza  per Brancaleone.  I  Commissari desiderano esprimere  un “grazie sincero” alla Pro Loco di Brancaleone per questo continuo, deciso impulso alla conservazione e alla riqualificazione del nostro Comune.

La Commissione ha infine confermato l’impegno istituzionale per ottenere il richiesto finanziamento regionale del progetto “Renaissance Brancaleone”, presentato da questo Comune nell’ambito delle iniziative a sostegno della valorizzazione dei Borghi della Calabria.

Leggi tutto

S.S.106 al buio nella frazione di Galati: l’associazione scrive al Prefetto Di Bari

Diversi i cittadini automobilisti che hanno segnalato il problema evidenziandone la percolosità.

Richiesto un intervento urgente per ripristinare la pubblica illuminazione sul tratto di strada Statale 106 rimasto al buoi da giorni.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” nella giornata odierna ha inviato una comunicazione formale a S.E. il Prefetto di Reggio Calabria il Dott. Di Bari al fine di evidenziare le criticità segnalate da molti cittadini in riferimento alla S.S.106 nel tratto di Galati frazione del Comune di Brancaleone.

Qui, ormai da giorni, sussistono condizioni di criticità dovute alla pubblica illuminazione presente sulla famigerata e tristemente nota “strada della morte” che, in questa frazione, risulta non funzionante e concorre ad aumentare rischi e pericolosità per i cittadini automobilisti che percorrono l’arteria quotidianamente.

Diverse e svariate le segnalazioni pervenute all’Associazione da tanti cittadini della Frazione di Galati nel Comune di Brancaleone ma anche dell’area grecanica reggina i quali percorrono quotidianamente la S.S.106 che in questo territorio è la principale arteria viaria di comunicazione.  

“Considerata la straordinaria sensibilità che S.E. ha sempre avuto nei confronti delle problematiche afferenti alla strada Statale 106 nella provincia di Reggio Calabria – si legge nella nota dell’Associazione - e vista la evidente pericolosità relativa a quanto segnalato chiediamo di voler gentilmente richiamare le Istituzioni o gli Enti preposti affinché con la massima sollecitudine possano intervenire per ripristinare la pubblica illuminazione sulla S.S.106 nella Frazione di Galati nel Comune di Brancaleone al fine di voler scongiurare eventuali danni a cittadini automobilisti o pedoni”.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” è convinta di un immediato riscontro da parte della Prefettura e ringrazia tutti i cittadini che con grande civismo hanno segnalato l’importante criticità e per evitare danni e pericoli a tutti i cittadini automobilisti.

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 25 Ottobre 2018

Leggi tutto

Brancaleone. Sequestrata discarica abusiva in località "Torrente Pantano"

(ANSA) - BRANCALEONE (REGGIO CALABRIA), 30 GIU - Personale della Delegazione di spiaggia di Bianco, nel corso di un'attività investigativa coordinata dalla Direzione marittima di Reggio Calabria e condotta insieme ad unità della Polizia locale, hanno sequestrato una discarica abusiva di rifiuti nel territorio di Brancaleone.
Nella discarica, ubicata in località "Torrente Pantano" ed estesa per circa cinquecento metri quadri, erano stati depositati rifiuti di vario tipo tra cui carcasse di vecchi elettrodomestici e parti degli stessi, pneumatici usurati, guaine in catrame, scaldabagni, recipienti di plastica e di alluminio, parti di mobili, materassi e materiale ferroso e di risulta da lavorazioni edili.
L'area, dopo l'apposizione dei sigilli, è stata affidata in custodia al Dirigente dell'Ufficio tecnico del Comune di Brancaleone per l'avvio delle attività di bonifica, mentre gli atti relativi al sequestro sono stati trasmessi per la convalida alla Procura della Repubblica di Locri.

Leggi tutto