Menu

Artigiani e produttori insieme al Parco dell’Aspromonte ad Artigiano in Fiera

Oltre un milione di visitatori per l’edizione 2019 di Artigiano in fiera, 3mila eccellenze italiane ed internazionali in vetrina per una settimana a Milano: tra queste molte straordinarie esperienze del reggino e dell’Aspromonte.

Lo stand istituzionale congiunto promosso dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria e dal Parco Nazionale dell’Aspromonte, ha consentito di promuovere e valorizzare il territorio, far conoscere paesaggi, itinerari e prodotti d’eccellenza ad un’utenza variegata, alla costante ricerca dell’artigianato tradizionale, del cibo identitario, dei luoghi ancora sconosciuti con particolare attenzione e curiosità verso la Calabria. Inoltre grazie alla novità di questa edizione, l’app gratuita, i visitatori hanno potuto cercare tutti gli stand e gli artigiani ed essere guidati all’interno dei nove padiglioni: un vero e proprio giro del mondo, tra artigianato, design ed enogastronomia. Per numeri complessivi, originalità e capacità di “incrociare” vecchie tradizioni ed innovazione tecnologiche, Artigiano in Fiera è diventato “un vero e proprio fenomeno di società”.

L’iniziativa di marketing territoriale s’inserisce nel più ampio programma di attività che il Parco dell’Aspromonte sta attuando per una promozione omogena dell’intero patrimonio naturalistico, storico e culturale della montagna, dei borghi e delle aree rurali, attraverso il piano di “Marketing turistico e territoriale Por Calabria 2014/2020”, molte delle quali organizzate insieme ad altri Enti e Istituzioni del territorio reggino.

Nei nove giorni di Fiera, tra sapori, colori, opere e musiche della tradizione, si è anche lavorato per costruire nuovi ed importanti rapporti inter-istituzionali, attraverso incontri, approfondimenti e conoscenze. Insieme al Vice Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo, e ad Antonio Intiglietta, presidente di Ge.Fi (Gestione Fiera), si è iniziato a ragionare sia sull’edizione 2020 (la venticinquesima) della Fiera dell’artigianato, sia sulle attività istituzionali da intraprendere per una nuova e rinnovata azione di marketing che coinvolga ancor più aziende del territorio, riuscendo a variegare la proposta.

 “Ho incontrato tanti produttori reggini. – ha dichiarato il Vice Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo - Giovani imprenditori, storiche figure che da anni riescono a veicolare un messaggio positivo della nostra terra legato all’enogastronomia e all’artigianato. Il loro impegno e la loro arte deve essere supportata per esaltare l’identità dei prodotti tipici proiettandoli in un mercato globale che richiede modernità e nuove idee. Dobbiamo innovarci mantenendo la tradizione dei nostri artigiani, questa è la sfida che ci attende e con loro mi sono confrontato per ascoltarli e recepire quali siano le loro difficoltà, le esigenze e cosa le Istituzioni possano fare per supportare piccole e medie imprese. Ad Artigiano in Fiera i prodotti tipici del reggino e del Parco sono riusciti ad essere valorizzati, conosciuti ed apprezzati, grazie soprattutto all’impegno e all’amore di molti nostri produttori capaci di essere competitivi e di attrarre l’utenza”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto

Ex SS 112, nota stampa del vicepresidente del Parco: «iniziati i lavori di bitumazione nel tratto stradale della dorsale d’Aspromonte, da Bovalino a Platì»

«Amici del versante jonico ho una buona notizia.
Come già anticipato qualche mese fa, a seguito delle numerose interlocuzioni avute con Anas, questa mattina sono iniziati i lavori di bitumazione della ex ss 112 nel tratto stradale della dorsale d’Aspromonte, da Bovalino a Platì. 
È un piccolo passo ma importantissimo, se consideriamo che per anni su quell’arteria non si registravano interventi di manutenzione ordinaria.
La collaborazione che abbiamo avviato con l’Anas all’inizio di questo anno, grazie alla disponibilità, all’impegno e alla professionalità dell’azienda, ci ha permesso già di bitumare tutto il lato tirrenico della ex ss 112 e oggi di iniziare i lavori sul lato jonico. Era un impegno che avevo preso con molti cittadini dei centri interni dell’Aspromonte, demoralizzati per la situazione di degrado in cui si trovano le strade di collegamento interne con difficoltà di accessibilità. 
Inoltre sempre l’Anas sta effettuando una mappatura dei tratti stradali interessati da eventi franosi in maniera da poter intervenire successivamente nelle zone rimuovendo le frane, risistemando l’asfalto e consentendo la fruibilità di quelle arterie al momento non percorribile in sicurezza».

Leggi tutto

A Santa Cristina d’Aspromonte più di cento bambini per la Festa dell’Albero organizzata da Legambiente, Parco e Scuole. Un albero dedicato a Sergio Tralongo

Dodici alberi messi a dimora, cento bambini a ricordarci il valore e l’importanza dell’impegno collettivo nella protezione e valorizzazione dell’ambiente e della biodiversità, parte essenziale del patrimonio delle comunità. A Santa Cristina d’Aspromonte, su iniziativa di Legambiente, Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e degli Istituti Comprensivi di Oppido-Molochio-Varapodio e di Santa Domenica di Ricadi (Vibo Valentia) è stata celebrata la Festa dell’Albero, nell’ambito delle giornate nazionali promosse da Legambiente su tutto il territorio italiano.

All’evento hanno partecipato il Responsabile nazionale Ambiente e Legalità di Legambiente Antonino Morabito e il presidente di Legambiente Ricadi Franco Saragò, il Vice Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte Domenico Creazzo, il Comandante regionale dei Carabinieri Forestali Giorgio Borrelli, il Vice Sindaco di Santa Cristina d’Aspromonte Caterina Epifanio, il parroco di Santa Cristina d’Aspromonte Giuseppe Saccà, il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Oppido Ferdinando Rotolo, la delegata dell’Istituto comprensivo di Santa Domenica di Ricadi Rita Vecchio, le Guide ufficiali del Parco con Antonio Barca e il personale dell’azienda Calabria Verde.

Una giornata all’insegna dell’importanza di lavorare per comunità coese che, anche grazie all’educazione ambientale, tornano a condividere il valore di prendersi cura del patrimonio naturale, utilizzando in questa occasione l’esempio della forza positiva degli alberi di un bosco che, tutti insieme, donano ossigeno, difendono il suolo, accolgono mille altre forme di vita e, non ultimo, regalano paesaggi di entusiasmante bellezza. Più di cento bambini coinvolti, che hanno piantumato 12 alberi, il primo volutamente in ricordo di Sergio Tralongo, Direttore del Parco scomparso recentemente in maniera improvvisa, amico, studioso e persona profondamente innamorata dell’Aspromonte e della biodiversità.

Il Responsabile nazionale Ambiente e Legalità di Legambiente Antonino Morabito, ha ricordato che “all’invito di Legambiente per celebrare la festa dell’albero hanno risposto oltre 3.000 classi in tutta Italia, con il coinvolgimento di più di 60mila studenti e con la piantumazione di 3.500 alberelli. Agire insieme ai più piccoli è la strada più coinvolgente per affrontare, noi adulti, la sfida dei cambiamenti climatici e della tutela della natura, ricordandoci i loro occhi e la loro speranza di saper costruire quell’economia circolare indispensabile a garantire il presente e il futuro ai nostri figli e, contestualmente, vincere la guerra contro il tempo per salvare il Pianeta”.

Il Vice Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo ha voluto in primis ricordare la figura di Sergio Tralongo “profondamente innamorato della sua terra e dell’Aspromonte”, valorizzando in seguito l’iniziativa organizzata da Legambiente “fondamentale per diffondere la cultura del volontariato e del rispetto dell’ambiente sviluppando la pratica della cittadinanza attiva. Bisogna investire eticamente sulle nuove generazioni, formando gli adulti di domani e avviando quel cambiamento culturale e sociale non più rinviabile, a partire dai piccoli gesti quotidiani. Progetti di educazione ambientale sono importantissimi, perché insegnano l’uso sostenibile delle risorse e la consapevolezza della nostra responsabilità individuale e collettiva rispetto alla salvaguardia dell’ambiente. Abbiamo messo a dimora tanti alberi che sono nuove vite, anche in ricordo di chi ci ha lasciato nei giorni scorsi ma di cui sempre onoreremo l’impegno”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed