Ottobre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Condannato per aggressione sessuale a 22 ragazze aborigene

Cubano, Guatemala

Martedì il tribunale per il femminicidio del Guatemala ha emesso la sua prima condanna a uno dei 22 insegnanti e lavoratori del paese Ministero della Pubblica Istruzione accusato di violenza sessuale Allo stesso numero di ragazze degli ultimi anni nel nord del Paese.

Questa sentenza storica ha condannato Armando Filiberto Fades Juárez, soprannominato “El Profi” a 27 anni di carcere per stupro e aggressione sessuale, per aver aggredito sessualmente “Elisa”, una ragazza indigena di 15 anni, che era per motivi di protezione dell’identità. è riservato.

Secondo le indagini approvate dal tribunale, Fayez Juárez ha esercitato la sua autorità locale come direttore Coordinamento amministrativo del fascicolo educativo e stupro di minore tra il 2018 e il 2020Quando aveva solo 12-14 anni. Fayez Juarez è il primo dei 22 insegnanti di ordine pubblico accusati di 22 aggressioni sessuali su ragazze di Maya Qiqi e Bocumchi del nord del Paese, tutte rappresentate dallo studio legale di Diritti umani con un approccio femminista.

La rappresentante dell’ente Liliane Vasquez, e quindi avvocato per i 22 minori maltrattati, non ha esitato martedì a manifestare il suo sfogo perché “c’è speranza per tutte le ragazze abusate” e ha ringraziato le famiglie per averle permesso “voce tecnica e collegamento con la giustizia. Lo dobbiamo a loro, vogliamo Crediamo che le scuole debbano essere sicure”.

Marcela, la madre di Elisa, comparsa come testimone Durante il procedimento penale, ha detto a Evi che si aspettava che l’aggressore scontasse la pena detentiva massima per i suoi crimini e che, come misura di risarcimento, sarebbe stata fornita assistenza psicologica al minorenne.

Elisa amava giocare a basket e con le bambole, ma la sua famiglia ha detto che dopo gli abusi contro di lei, la sua personalità è cambiata in triste e silenziosa. La famiglia ha anche dichiarato di temere per la sua salute e il suo stato mentale, che si deteriora ogni giorno con la scarsità del suo quindicenne.

READ  Avvocato insultato dopo che l'expelotero Encarnación è stato mandato in prigione

Altri casi

I primi ad accogliere e ascoltare le ragazze maltrattate sono le operatrici della Comunità Nueva Esperanza, un progetto educativo che cerca di aiutare i minori a rischio all’interno della provincia di Alta Verapaz nel nord del Guatemala, precisamente a 250 chilometri dalla capitale. nazione.

Oltre a questa sentenza contro “El Profe”, Altri tre casi sono nella fase finale del processo, in attesa di una risoluzione positiva per le ragazze e le adolescenti. Tra i 22 minorenni maltrattati dagli insegnanti c’era “Theresa”, che aveva appena compiuto 18 anni. Teresa è stata abusata per due anni nella sua scuola e il suo caso è il prossimo nella lista che scade e raggiunge un verdetto a ottobre.

Teresa ha menzionato in una precedente intervista quando mostrava uno dei suoi nuovi dipinti, in cui cerca di lasciare le conseguenze di continui abusi e la cui arte ti dà una ragione per continuare.

per me Coordinatrice per i diritti umani e le vittime con un focus sulla violenza contro le donne nella comunità di Nueva Esperanza, Maria del Rosario Pineda, La frase “è una dose di fiducia, come mettere un seme nel terreno e innaffiare qualcosa di nuovo che affiora in superficie con le prime gocce d’acqua”.

Pineda aggiunge che la sentenza è “Per fare giustizia, questa è un’azione preventiva, cioè abbiamo creduto alla vittima”. Allo stesso modo, padre Sergio Godoy, Project Manager nuova comunità di speranza Sottolinea che la cultura del silenzio e della corruzione del Guatemala ha permesso casi come quelli di 22 ragazze.

“Ci sono casi in cui l’aggressore ha una certa influenza, quindi c’è la tendenza a rimanere in silenzio e a cercare un patto di silenzio tra la vittima e l’aggressore. Nel caso degli insegnanti, la loro unica vendetta è stata trasferita ad altri luoghi di lavoro. Ma in il caso della violenza domestica, è stato completamente messo a tacere”, ha detto Godoy.

READ  Ragazza di 18 anni muore di COVID-19

Durante i primi sette mesi del 2021, la Procura guatemalteca ha registrato quasi 37.000 casi di violenza contro le donne.Oltre a 5.389 denunce di abusi su minori e 5.072 abusi sessuali su donne. Inoltre, il Paese centroamericano registra una media giornaliera di 237 denunce di aggressioni a ragazze e donne, secondo i dati del sistema giudiziario del Guatemala. EFE