Settembre 18, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Crisi nel governo argentino: i funzionari che hanno risposto a Cristina Kirchner hanno presentato le dimissioni al presidente Alberto Fernandez

Sono aumentate le tensioni tra il presidente Alpetro Fernandez e il vicepresidente Cristina Fernandez de Kirchner, dopo la sconfitta del partito di governo alle elezioni di domenica scorsa.

Il Una grave sconfitta elettorale subita dal partito di governo nelle primarie legislative di domenica scorsa In Argentina ha provocato una forte crisi nel governo di Alberto Fernandez Quando è questo mercoledì? Almeno cinque ministri e altri funzionari di grado inferiore hanno presentato le proprie dimissioni Che risponde politicamente alla vicepresidente Cristina Fernandez de Kirchner.

ministri degli interni, Eduardo “Wado” di Pedro, Giustizia Martin Soria Scienze e tecnologia, Roberto Salvarezla cultura Il potere di Tristano, insieme a un titolare PAMI, Luana Volnovic e quelli di ANSES, Fernanda Raverta a disposizione del presidente Alberto Fernandez Si sono dimessi a seguito della dura sconfitta elettorale inflitta al partito di governo alle primarie

Tutti sono responsabili nel rispondere al vicepresidente Christina Kirchner.

Passando il verbale, il Ministro dell’Ambiente si è unito, Juan Cabandé e proprietario di Aerolineas Argentinas, pablo siriani. Intanto, come ministri Jorge Ferraridall’habitat; Gabriel Kattopodes, da lavori pubblici; e Elizabeth Gomez Alcorta, Donne, genere e diversità, hanno indicato di aver rassegnato le dimissioni lunedì ma non formalmente.

La mossa si unisce ad altri gesti simili nei governi provinciali di Buenos Aires e Santa Cruz, amministrati anche dai governatori di Kirchner, avvenuti all’inizio della settimana, poche ore dopo la sconfitta al PASO.

Lunedì, il governatore di Santa Cruz e la cognata del vicepresidente, Alicia Kirchner, hanno chiesto ai suoi funzionari di rendere disponibili le dimissioni e mercoledì il ministro del governo di Buenos Aires, Teresa Garcia, ha riferito che l’intero gabinetto aveva presentato le sue dimissioni al governatore Axel Kiselov.

READ  L'FMLN afferma che l'arresto di altri ex funzionari è una "caccia all'uomo politica"

Discorso di Pedro “Wado”

Messaggio dato da Eduardo "wado" da pedro
Messaggio dato da Eduardo “Wado” de Pedro

“Ho un motivo per mettere a tua disposizione le mie dimissioni dalla carica di ministro dell’Interno della Nazione, di cui ho l’onore dal 10 dicembre 2019”, ha scritto “Wado” de Pedro. Questo pomeriggio.

Il leader de La Campora si è rivolto al capo dello Stato e lo ha commentato “Ascoltando le sue parole domenica sera quando ha sollevato la necessità di spiegare il giudizio del popolo argentino, ho ritenuto che il modo migliore per collaborare a questo compito fosse quello di mettere a sua disposizione le mie dimissioni”..

Secondo fonti di Casa Rosada, “Informare tutti i funzionari, formalmente o informalmente, al presidente che hanno il loro ufficio”.. In altre parole, sebbene non abbiano inviato una lettera ad Alberto Fernandez, lo hanno informato che potevano farsi da parte quando glielo avesse chiesto.

Alberto Fernandez si è mostrato con Santiago Cafiero come un modo per sostenerlo di fronte alle voci sulla sua partenza
Alberto Fernandez si è mostrato con Santiago Cafiero come un modo per sostenerlo di fronte alle voci sulla sua partenza

Fino a ieri, il presidente ha considerato il modo migliore per mantenere il governo, almeno fino alle elezioni generali del 14 novembre. Coerentemente con questa posizione, ha avallato da un punto di vista simbolico la continuità del Capo di Stato Maggiore, Santiago CafieroMinistro dell’Economia, Martin Guzman, con il quale è apparso in varie opere.

Dal Kirchnerismo hanno richiesto entrambi i capi a breve termine. Erano considerati i due nomi che avrebbero dovuto pagare la sconfitta di domenica. Cafiero come rappresentante della leadership di governo e Guzmán come responsabile delle misure economiche, che non sono state sufficienti a generare il sostegno della comunità alle urne.

READ  Cerchi: i monumenti e i luoghi storici più popolari nei social network

Il massiccio movimento di dimissioni cerca di portare a un cambio di governo di fronte alla grave sconfitta subita dal Fronte Todos alle urne. Il movimento che la Casa Rosada ha più volte smentito, avvertendo che non è nel piano d’azione per rinnovare il governo.

Lettera del Presidente della PAMI Fernanda Raverta al Presidente
Lettera del Presidente dell’Associazione Musulmana d’America, Fernanda Rafferta, al Presidente

Parallelamente alle dimissioni del Presidente del Parlamento, Sergio Massa, citando funzionari che gli hanno risposto alle 17:30 presso la sede del Riparazione frontale. Alla presenza del ministro dei Trasporti. Alexis Guerrera; titolare di AYSA, Malina Galmarini e altri funzionari di grado inferiore.

La possibilità di un cambio di governo nel governo è stata presa in considerazione sin da prima delle elezioni ed è tornata sul tavolo domenica sera, dopo il pestaggio elettorale. Hanno messo in guardia dai vari settori della coalizione contro la necessità di apportare cambiamenti a breve termine per mostrare l’impatto del golpe elettorale.

Tuttavia, una scena come quella raccontata mercoledì con metà del governo che si è resa disponibile a dimettersi su una catena mentre l’altra metà ha avvertito di averlo fatto oralmente lunedì mattina non è mai stata contemplata.

Non c’era unità di opinione, quindi non è noto se il presidente fosse a conoscenza della situazione o se l’avesse scoperto lo stesso mezzogiorno.