Menu
Corriere Locride
Tansi: “Cosa avete fatto finora per creare lavoro? Nulla, solo chiacchiere!”

Tansi: “Cosa avete fatto finor…

«Il candidato a Govern...

A Gioiosa Jonica (RC), sabato prossimo il convegno sul tema “Attualità sulle neoplasie della mammella” organizzato dall’associazione “Angela Serra-Locride”

A Gioiosa Jonica (RC), sabato …

Sabato 14 Dicembre all...

Reggio. "Progetto giustizia semplice": Venerdì 13 convegno a Palazzo Alvaro

Reggio. "Progetto giustiz…

“Progetto Giustizia Se...

"Emozioni a colori". A Bova Marina iniziativa contro la violenza di genere promossa dall''Ass. Thesis

"Emozioni a colori".…

"Emozioni a colori" è ...

Il Parco Archeologico urbano di Brancaleone Vetus chiuso ai visitatori; l'appello della Pro-Loco!

Il Parco Archeologico urbano d…

Non si arresta la cont...

La democrazia a zumpa filici (Africo e dintorni)

La democrazia a zumpa filici (…

di Bruno Salvatore Luc...

Poste Italiane: a Reggio Calabria un’azienda a misura di bambino

Poste Italiane: a Reggio Calab…

Reggio Calabria, 6 dic...

Sant'Ilario dello Jonio.  Sabato 7 dicembre l'evento: "Tra racconto e riflessioni le migrazioni del passato e del presente", con Mimmo Gangemi, Ilario Ammendolia e la musica di Fabio Macagnino

Sant'Ilario dello Jonio. Saba…

Sabato 7 dicembre, all...

"Fondo per le Non Autosufficienze": pubblicato il Bando che coinvolge tutti i cittadini residenti a sud di Locri

"Fondo per le Non Autosuf…

Il presente avviso, pr...

Prev Next

'Ndrangheta: Pentito decide di collaborare, picchiato nel carcere di Genova

  •   Redazione
'Ndrangheta: Pentito decide di collaborare, picchiato nel carcere di Genova

Aveva cominciato a collaborare durante un processo e per questo, appena tornato in carcere a Genova Marassi, è stato massacrato di botte da altri detenuti.

Il pestaggio è avvenuto a luglio, ma la notizia è emersa solo adesso in concomitanza con la trasferta del pm calabrese Giulia Pantano che sta interrogando in queste ore il detenuto.

L’uomo, 35 anni, dopo l’aggressione ha deciso di diventare collaboratore di giustizia e ha chiesto ai magistrati liguri di essere ascoltato. Ai pm ha detto di essere un affiliato della 'ndrangheta e di volere raccontate episodi avvenuti in Calabria e in Liguria.

Il detenuto è stato ascoltato per due giorni a Genova. I magistrati liguri hanno trasmesso le registrazioni dell’interrogatorio anche alla procura di Reggio Calabria.