Menu
Corriere Locride
Santo Biondo (Segretario generale Uil Calabria) chiede un confronto con i candidati governatori

Santo Biondo (Segretario gener…

Sant’Eufemia - Lamezia...

Tansi: “La Polizia locale calabrese? Tutto da rifare”

Tansi: “La Polizia locale cala…

‹‹Bisogna riorganizzar...

Tansi: “La strada verso la nuova Calabria passa dai trasporti”

Tansi: “La strada verso la nuo…

A Pellaro ha illustrat...

Cinzia Costa protagonista del videoclip “Noi ci saremo ancora”

Cinzia Costa protagonista del …

«L’attrice sidernese p...

A Sant’Agata del Bianco, domenica 22 dicembre, LA MAGIA DEL NATALE

A Sant’Agata del Bianco, domen…

Si svolgerà domenica 2...

L'On. Nicola Irto visita la nuova sede del 'Rhegium Julii'

L'On. Nicola Irto visita la nu…

Giovedì 12 dicembre ...

Arriva “Salus” il nuovo libro dello scrittore palmese Oreste Kessel Pace. Tra mitologia e tradizioni

Arriva “Salus” il nuovo libro …

di SIGFRIDO PARRELLO ...

Reggio. Venerdì 20 dicembre il Circolo Culturale "L'Agorà" conclude il programma del 2019 con la presentazione dell'ultimo romanzo di Demetrio Casile "Casile Eroe per necessità"

Reggio. Venerdì 20 dicembre il…

Il Circolo Cultur...

CasaPound Calabria: «la politica rispetti i calabresi, no a giochi di palazzo ma alternativa concreta»

CasaPound Calabria: «la politi…

Riceviamo e pubblichia...

Siderno. Sabato 21 da “MAG. La ladra di libri” si presenta il saggio di Raffaele Rio “Ritorno al turismo. Un viaggio consapevole dentro il sistema Calabria”

Siderno. Sabato 21 da “MAG. La…

Si chiama “Ritorno al ...

Prev Next

Sant’Ilario. In località “Piano dei Corvi” i carabinieri trovano un fucile a canne "mozze" nascosto tra la vegetazione

  •   Redazione
Sant’Ilario. In località “Piano dei Corvi” i carabinieri trovano un fucile a canne "mozze" nascosto tra la vegetazione

Nel corso di un servizio di rastrellamento in area pre-aspromontana effettuato lo scorso fine settimana, i Carabinieri della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio assieme ai Cacciatori di Calabria, hanno trovato un fucile a canne mozze cal. 16 con matricola abrasa ed oltre 60 cartucce di vario calibro.

L’esito del controllo conferma come l’entroterra aspromontano, come già visto nel corso dell’anno con i vari rinvenimenti, si presti particolarmente ad essere utilizzato come “deposito” di armi che vengono nascoste nelle zone più impervie.

Il materiale, infatti, si trovava in un terreno demaniale in località “Piano dei Corvi” del Comune di Ciminà ed era stato ben nascosto tra la fitta vegetazione.

Le armi, in  ottimo stato di conservazione, sono state sequestrate e messe a disposizione della Procura della Repubblica di Locri per tutti gli accertamenti tecnici che intenderà delegare.