Menu
Corriere Locride
La democrazia a zumpa filici (Africo e dintorni)

La democrazia a zumpa filici (…

di Bruno Salvatore Luc...

Poste Italiane: a Reggio Calabria un’azienda a misura di bambino

Poste Italiane: a Reggio Calab…

Reggio Calabria, 6 dic...

Sant'Ilario dello Jonio.  Sabato 7 dicembre l'evento: "Tra racconto e riflessioni le migrazioni del passato e del presente", con Mimmo Gangemi, Ilario Ammendolia e la musica di Fabio Macagnino

Sant'Ilario dello Jonio. Saba…

Sabato 7 dicembre, all...

"Fondo per le Non Autosufficienze": pubblicato il Bando che coinvolge tutti i cittadini residenti a sud di Locri

"Fondo per le Non Autosuf…

Il presente avviso, pr...

Presentato a Lamezia Terme «Leopardi e L’Infinito» di Raffaele Gaetano

Presentato a Lamezia Terme «Le…

Presentato sabato scor...

Nota stampa della Fsi - Usae sull'adempimento dei LEA regionali in sanità

Nota stampa della Fsi - Usae s…

FSI - USAE FEDERAZIONE...

Reggio: «Comitati “politici” per risolvere i problemi dei cittadini?»

Reggio: «Comitati “politici” p…

«Non abbiamo la presun...

Locride. Riunione dei Commissari dei Circoli di Fratelli d’Italia di Ardore, Bovalino, Caulonia, Gioiosa Ionica e Siderno: «soddisfazione per la nomina del nuovo Commissario Regionale»

Locride. Riunione dei Commissa…

«Dopo i proficui lavor...

Il Partito Comunista Calabria inizia la raccolta firme per la presentazione delle liste alle elezioni del Consiglio Regionale

Il Partito Comunista Calabria …

«Nei giorni scorsi, in...

Prev Next

Domani all'Euclide di Bova Marina secondo appuntamento col percorso "A-'Ndrangheta, progettiamo una Città senza crimine"

Riavvia il sistema, non cadere nella rete. Domani all’Euclide di Bova Marina il secondo appuntamento con “A-‘Ndrangheta, progettiamo una Città senza crimine”

“Riavvia il sistema, non cadere nella rete”. Convegno su bullyng, cyberbullyng e violenza tra i giovani. Sarà questo il tema del secondo incontro promosso per domani 28 novembre 2019 dalla Questura di Reggio Calabria e rivolto alle scuole nell’ambito del progetto “A-‘Ndrangheta: progettiamo una città senza crimine”. Ad intervenire dalle 11:30 presso i locali dell’aula magna dell’Istituto di Istruzione Superiore Euclide di Bova Marina, saranno, dopo i saluti inaugurali del dirigente scolastico Carmen Lucisano, Francesco Meduri, Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Condofuri e tutor dell’IIS.Euclide per il progetto; Filippo Malara, Sostituto Commissario Coordinatore del Commissariato di Pubblica sicurezza di Condofuri; Vincenzo Sica e Mariano Tarricone, Esperti Assistenti Capo del Compartimento di polizia postele e telecomunicazioni di Reggio Calabria. Referenti per il progetto le docenti Viviana Demetrio E Mariella Napoli, con la partecipazione degli studenti Noelle Guglielmini, Elena Geremia, Giuseppe Cimino, Domenico Familiari ed Eugenio Bertone impegnati nelle letture di alcuni brani. “Si tratta del secondo appuntamento - spiega Carmen Lucisano, dirigente dell’Istituto - di un percorso di legalità a cui teniamo molto, che sancisce una collaborazione importante tra la Questura di Reggio Calabria ed il nostro Istituto, un percorso comune volto all’educazione alla legalità destinato ai nostri giovani. Dopo il primo incontro dedicato al delicato tema della violenza sulle donne, proseguiamo con una tematica di strettissima attualità, quella del bullismo e del cyberbullismo, una piaga che spesso i giovani sottovalutano e rispetto alla quale serve invece un’adeguata informazione”.  

Leggi tutto

Violenza di genere. In archivio all’Euclide di Bova Marina il primo di cinque appuntamenti promossi dalla Questura di Reggio Calabria

Va in archivio con successo il primo dei cinque appuntamenti promossi dalla Questura di Reggio Calabria e rivolti ai ragazzi delle scuole sul tema della legalità. L’incontro rientra nell’ambito del progetto più ampio denominato “A-ndrangheta: progettiamo una città senza crimine” intrapreso dall’istituto insieme ad altre scuole della provincia di Reggio Calabria sotto il patrocinio della Polizia di Stato.  Prima tematica in ordine di tempo, quella trattata nel corso di un incontro tenuto nei locali della nostra aula magna, è stata la violenza di genere, incontro che, dopo i saluti di Carmen Lucisano dirigente dell’Istituto, ha visto intervenire nell’ordine, Francesco Meduri, Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Condofuri, Mario Nasone presidente dell’osservatorio regionale sulla violenza di genere, Carmen Nucera, Vicepresidente della cooperativa “Sole insieme” e Stefania Gurnari, Referente dell'Associazione Centro Comunitario “Agape". Presenti anche le docenti Viviana Demetrio e Mariella Napoli, referenti dell’Istituto per il progetto. Video, interventi ed intermezzi musicali a cura dei ragazzi hanno scandito una giornata all’insegna dei valori civili e della crescita. “Si tratta di un percorso - spiega proprio Carmen Lucisano - attraverso cui la Questura di Reggio Calabria intende affiancare le scuole nel delicato compito di sensibilizzare le nuove generazioni rispetto a temi assai delicati e certamente di strettissima attualità. Crediamo molto nella sinergia tra i vari presidi territoriali dello Stato, quali possono essere, come in questo caso, la Questura e la Scuola, una sinergia - conclude la preside - attraverso cui offriamo ai nostri ragazzi un’importante opportunità di riflessione e di crescita, che rispetto a questo specifico percorso, proseguirà nel corso dell’anno scolastico con altri quattro incontri tematici programmati con cadenza mensile”.  

Leggi tutto

Al via dal prossimo mese di novembre all’Euclide di Bova Marina il percorso alla scoperta degli autori calabresi del 900

  • Published in Scuola

Prenderà ufficialmente il via dal prossimo mese di novembre il nuovo percorso riservato alla classi terze, quarte e quinte del liceo scientifico, rivolto alla lettura, allo studio ed all’approfondimento di alcuni tra i più importanti autori calabresi del 900. In verità si tratta di un percorso triennale che vedrà prendere in esame un autore per ogni anno, partendo da Saverio Strati, passando per Mario La Cava per finire con Corrado Alvaro. Per capirne di più, in attesa dell’ufficialità delle date e della presentazione dei contenuti didattici del percorso abbiamo raggiunto il nostro Dirigente. “Nell’immaginare questo percorso didattico - ci dice Carmen Lucisano - di concerto col nostro dipartimento di lettere, nel partorire questa offerta triennale rivolta alle classi terze, quarte e quinte del Liceo Scientifico, abbiamo pensato alla valenza ed alla forza intrinseca dello sconfinato panorama letterario calabrese. Lo abbiamo fatto partendo dall’anima più profonda di una terra assai sofferta, marginale, dolorosa e ricca di contenuti, di sentimenti, di passioni che proprio nella letteratura hanno trovato e continuano a trovare il loro momento più alto e nobile. L’idea di un percorso dedicato ai ragazzi, volto alla riscoperta di alcuni tra i più importanti poeti calabresi del 900, nasce da una riflessione profonda, cui ogni Istituzione scolastica, siamo certi, non dovrebbe e non potrebbe sottrarsi, nasce altresì dalla necessità di fare riscoprire, partendo proprio dalla letteratura, l’anima profonda di una regione che ci piace immaginare come un treno in corsa, una corsa partita da lontano. Ecco - prosegue Carmen Lucisano - abbiamo ritenuto imprescindibile ripartire da quella stazione, la da dove tutto è partito nel secolo scorso, quando le locomotive erano alimentate dal carbone, quando dai binari che correvano su quella costa ancora incontaminata si poteva osservare un entroterra ancora teatro del tutto. In quell’entroterra, ma certamente anche altrove troviamo scrittori che non sono solo narratori, ma anche e talvolta soprattutto, giornalisti e saggisti. In Calabria troviamo reportage, inchieste, dossier che come le analoghe esperienze di Danilo Dolci in Sicilia e Rocco Scotellaro in Lucania, non sempre hanno pretese letterarie fine a se stesse, ma sono direttamente funzionali alla denuncia. I narratori calabresi sono caratterizzati da alcune scelte di fondo, che li contraddistinguono nel filone “meridionalista” del neorealismo novecentesco. Nell’approcciarci  al panorama letterario calabrese del 900, abbiamo inteso dare la stura ad un percorso che partendo da tre nomi importanti della letteratura di casa nostra in generale e locridèa in particolare, potesse negli anni a venire estendersi fino a completare un percorso costellato di nomi, di volti, di opere importanti che hanno contribuito a consegnarci un quadro di insieme della Calabria di ieri e di oggi. Abbiamo immaginato un tragitto articolato che potesse e siamo certi potrà costituire un ideale filo di congiunzione tra il passato, il presente ed il futuro di una terra di cui nei secoli, autori, intellettuali, filosofi e poeti, hanno saputo trasporre l’essenza più intima. Il percorso individuato, partirà quest’anno dalle classi terze prendendo in esame la figura di Saverio Strati. Sarà l’autore santagatese ad inaugurare infatti un trittico di nomi che proseguirà nel solco della letteratura della locride, con Mario La Cava, nell’appuntamento riservato alle classi quarte, e ovviamente con Corrado Alvaro nel programma delle classi quinte. Un occhio attento sarà riservato al tema del meridionalismo, che in special modo nell’opera di Corrado Alvaro è assai presente. Specie nell’opera di Alvaro si evidenzia infatti la frattura tra regione e nazione, un tema che si ripropone oggi in tutta la sua drammaticità e che, tra i tanti altri spunti di riflessione, cercheremo di approfondire con i ragazzi attraverso incontri periodici con esperti ai quali uniremo visite guidate sui luoghi dei tre poeti presi in esame. Nell’attesa di rendere note le date degli incontri con i ragazzi e le modalità di svolgimento del percorso didattico, un grazie va al dipartimento di lettere che si occuperà di portare avanti un percorso articolato che si snoderà tra lezioni in aula ed uscite sul territorio, con protagonisti naturalmente sempre i nostri ragazzi”.  

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed