Ottobre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Emilio Tapia è stato rinchiuso in una prigione interna nel caso MinTic

La difesa dell’appaltatore ha chiesto di essere inviata a un presidio militare. Saranno arrestati anche Luis Fernando Duque e Juan Jose Laverde.

Nonostante la richiesta della difesa, in caso di provvedimento assicurativo Emilio Tapia Potrebbe essere trattenuto nel battaglione Vergara e Velasco, nel comune di Malambo (Atlantico), il 53° giudice del controllo di Bogotà garantisce ha risposto categoricamente che non darebbe una casa in prigione né manderebbe a un presidio militare il “noto” Caesar of the Contract'”, si riferiva alla gestione di tre società controllate da Unión Temporal Centros Poblado tramite terzi.

Infatti, venerdì il giudice ha ordinato che sia Tapia che Luis Fernando Duque, il legale rappresentante del consorzio; e Juan Jose Laverde, che era un membro della Rave Insurance Agency, viene portato in prigione.

Ha anche assicurato Tapia, prima di annunciare la sua decisione, che sarebbe stato privato della sua libertà sotto stretta sicurezza, respingendo così l’argomento della difesa secondo cui l’appaltatore non era un pericolo per la società, perché anche la sua condanna per corruzione. Agli arresti domiciliari per coscrizione circolare a Bogotà, continua a delinquere.

Ciò è in linea con quanto affermato durante l’audizione Miguel Antonio Carvajal, Il rappresentante della Procura generale, che ha confermato che a causa della fedina penale di Tapia, con tre condanne per corruzione, il suo rilascio significherebbe il rischio che possa tornare a delinquere. “La sicurezza della prigione è necessaria, che in teoria impedirà la continuazione dell’attività criminale”, ha affermato Carvajal.

Nel corso del procedimento giudiziario, la Procura della Repubblica ha sostenuto la richiesta della Procura di ospitare gli altri due individui che erano stati arrestati con Tapia per la loro presunta partecipazione all’aggiudicazione dell’appalto tra il Dipartimento TIC ei centri abitati.

READ  WhatsApp | Frasi creative per il 15 settembre | Messico | Applicazioni | Smartphone | Festività nazionali | 16 settembre | nda | nnni | GIOCO SPORTIVO

La Procura della Repubblica ha addebitato ai tre imputati i reati di falso in atto di fideiussione privato da essi fornito dal Banco Ita, nonché di frode procedurale delle garanzie di conformità e dell’iter di avvio del contratto.

difendere tapia

Alejandro Sanchezha chiesto l’avvocato di Tapia prima che il giudice annunciasse che il suo cliente non sarebbe andato in prigione perché sta scontando una condanna agli arresti domiciliari, il che indica che non è un rischio. “Possono tenerti d’occhio e tenerti d’occhio a casa tua”, ha detto.

Allo stesso modo, la difesa ha affermato che il suo cliente non sa… Jorge Enrique Lopez, accusato di aver ottenuto false garanzie. In effetti, ha indicato che l’ufficio del pubblico ministero non ha fornito prove per dimostrare la loro relazione.

Condividi con gli altri

Per quanto riguarda gli altri prigionieri, Duque e Laverde, la Procura ha sostenuto che, sebbene accusati degli stessi crimini, non rappresentavano lo stesso pericolo di Tapia.

L’ufficio del procuratore generale ha confermato un ordine di assicurazione contro Duque e Laverde in prove come chat ed e-mail che avrebbe inviato ad altri coinvolti nel controverso contratto per consolidare una versione di ciò che è accaduto.

Omar Cabarcas L’avvocato di Laverde ha chiesto il rigetto della procedura di garanzia, perché la conclusione dell’autore sui reati a lui imputati non è chiara e perché, nel caso del suo assistito, non sono state prese in considerazione misure sussidiarie come una casa carceraria.

hanno sentito anche loro Ivan CansinoL’avvocato di Mintek, che si è dichiarato vittima del processo, ha sostenuto le accuse della procura, rilevando che vi erano prove che i detenuti avessero commesso i crimini loro attribuiti.

READ  Il regime cinese cerca di dimostrare la sua perdita definitiva usando la criptovaluta

Inoltre, ha affermato che non si discute sul fatto che Tapia sia “l’uomo dietro alcune delle aziende dei Poblado Centers”, come dimostrato, a suo avviso, dagli incontri che ha tenuto a Medellin e Bogotà. “È stato stabilito dalla parte induttiva che era a conoscenza della questione della produzione di garanzie”, ha detto Cancino.

L’avvocato del ministero ha ribadito che l’interesse della vittima è recuperare il denaro che era stato fornito a titolo di anticipo (70mila milioni di dollari), e ha quindi ritenuto necessario confiscare i beni degli imputati affinché non possano venderli o trasferirli. Si può così tentare di recuperare i soldi persi nel contratto di comunicazione assunto dalla società di telecomunicazioni di Bogotá, ETB, con conseguente uscita Karen Abodenin Dal portafoglio il 9 settembre