Menu
In Aspromonte
Artigiani e produttori insieme al Parco dell’Aspromonte ad Artigiano in Fiera

Artigiani e produttori insieme…

Oltre un milione di vi...

Nel Parco dell’Aspromonte vive una delle querce più vecchie del mondo

Nel Parco dell’Aspromonte vive…

Una Quercia di oltre 5...

Ente Parco. Il Consiglio Direttivo ha approvato il bilancio previsionale per il 2020

Ente Parco. Il Consiglio Diret…

Il Consiglio Direttivo...

Domenica a Sant’Agata “immagini d’autunno” e il cortometraggio “Tibi e Tascia”

Domenica a Sant’Agata “immagin…

Nella stessa piazzetta...

Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Prev Next

Parco dell’Aspromonte e Gea siglano protocollo per valorizzazione “Sentiero del Brigante”

  •   Redazione
Parco dell’Aspromonte e Gea siglano protocollo per valorizzazione “Sentiero del Brigante”

Integrare e potenziare la segnaletica dedicata al “Sentiero del Brigante”, rendere fruibile il tracciato attraverso la manutenzione ordinaria e promuovere il percorso inserito dal Ministero dei Beni Culturali nell’Atlante dei Cammini d’Italia.

L’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e il Gruppo Escursionisti d’Aspromonte (GEA) hanno siglato un protocollo d’intesa per salvaguardare e valorizzare uno dei più importanti percorsi per viaggiatori di montagna che collega l’Aspromonte alle Serre.

L’accordo, firmato dal Vice Presidente del Parco Domenico Creazzo e dal Presidente del GEA Alessandro Casile, impegna le parti ad attivare, tra l’altro, la costituzione di una Rete tra gli operatori turistici che operano lungo il “Sentiero del Brigante”, al fine di garantire elevati standard di accoglienza; organizzare trekking e manifestazioni; coinvolgere gli studenti in attività di studio del “Sentiero”. Queste attività sinergiche hanno un duplice obiettivo: l’acquisizione di una forte coscienza ambientale e la scoperta delle risorse naturali, culturali, storiche e antropologiche delle aree attraversate dal sentiero. E’ previsto inoltre il coinvolgimento degli Enti Locali e delle popolazioni in un ampio progetto di rivalutazione complessiva delle aree interne attraversate dal “Sentiero del Brigante”.

“Il Sentiero del Brigante è ormai un simbolo del Parco dell’Aspromonte – ha dichiarato il Vice Presidente Domenico Creazzo- un itinerario di lunga percorrenza di oltre 100 chilometri che unisce all’escursionismo anche una narrazione sulla storia e sulle tradizioni locali. Questo protocollo impegna noi ed il Gea a valorizzare un cammino che è anche un’esperienza indimenticabile per la diversità dei contesti culturali e degli ambienti di vita dei luoghi attraversati, fortemente caratterizzati da identità e autenticità”.

“La firma del Protocollo  - ha spiegato Alessandro Casile - è un  ulteriore importante passo lungo il cammino della valorizzazione e dello sviluppo delle aree rurali e montane tra l’Aspromonte e le Serre. Il Sentiero del Brigante è una infrastruttura strategica, fisica e culturale, che favorisce l’accesso al patrimonio diffuso nel territorio, fornisce nuove proposte interpretative, ricostruisce i nessi con la cultura di cui il territorio è espressione, offre ambiti privilegiati di visita, propone nuove esperienze. La collaborazione con l’Ente Parco ha l’obiettivo di valorizzare il “Cammino” e di promuovere lo sviluppo sociale ed economico delle aree attraversate, avendo presente che un’attività turistica/escursionistica, fondata sulle caratteristiche peculiari e irripetibili di un determinato territorio, assume valore solo quando genera vantaggi e opportunità immediatamente disponibili e re-investibili sul posto. Ringrazio il Vice Presidente Domenico e il Direttore Sergio Tralongo per la sensibilità manifestata”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.


  • fb iconLog in with Facebook