Menu
In Aspromonte
Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Domenica 23, l’escursione di Gente in Aspromonte sulla cima dell’Aspromonte

Domenica 23, l’escursione di G…

Gente in Aspromonte in...

Estate d’Aspromonte. Ricco e sostenibile il programma del Parco, tra natura, cultura e attività ludiche

Estate d’Aspromonte. Ricco e s…

Dal Parkbus, che dal M...

CaiReggio. Anticipata a domenica 26 maggio l'escursione da Monte Papagallo alla foce della fiumara Amendolea

CaiReggio. Anticipata a domeni…

Essendo stata posticip...

Il Prefetto Michele Di Bari in visita a Polsi

Il Prefetto Michele Di Bari in…

Nel suo giro di incont...

Prev Next

Quattro escursioni verso Bova: domenica 22 settembre l’evento conclusivo di “Luci sul Parco”

Quattro escursioni con un’unica destinazione: Bova. La degustazione con la Lestopitta, il piatto tipico dell’Area Greca dell’Aspromonte, lo spettacolo dell’artista Pasquale Caprì, la voglia di stare insieme, tutti: associazioni, escursionisti, appassionati di montagna, turisti. Si concluderà così, domenica 22 settembre a Bova, il format “Luci sul Parco” che per tre mesi ha caratterizzato con variegate e molteplici iniziative, diversi comuni dell’Aspromonte, coinvolgendo migliaia di persone in attività culturali, escursionistiche, scientifiche, ludiche, sportive e ricreative.

Il format “Luci Sul Parco”, promosso dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte nell’ambito del piano di Marketing turistico e territoriale Por Calabria 2014/2020,  ha preso il via il 15 giugno scorso in una autentica giornata di festa a Gambarie in una full immersion di momenti aggregativi tra cui l’apertura del nuovo “Spazio Sport”, rimasto fruibile gratuitamente per tutta l’estate e divenuto presto centro catalizzatore per i giovani e le famiglie, turisti e residenti.

Divertimento si, ma anche sensibilizzazione verso le tematiche legate all’ambiente, ai valori dell’Area Protetta e alla sostenibilità hanno “animato” l’intera stagione estiva programmata dal Parco dell’Aspromonte  in collaborazione con le associazioni del territorio, da sempre impegnate nella valorizzazione, anche a fini turistici, della nostra montagna.

L’Ente Parco ha scelto di concludere le iniziative estive domenica a Bova, borgo dalla storia antica e prestigiosa, Bandiera Arancione Touring Club Italiano e che con i suoi luoghi d’arte e cultura farà da cornice ad una giornata a contatto con la Natura.

L’evento del 22 settembre è stato concepito dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte e dalle associazioni con una formula particolarmente interessante, anche e soprattutto, per concludere la positiva esperienza di “In cammino nel Parco”, ulteriore piacevole iniziativa escursionistica lanciata questa estate con l’obiettivo di vivere l’Area Protetta nel suo senso più autentico, alla scoperta di luoghi incontaminati.

Nella prima mattinata infatti le associazioni “Amici di Montalto”, “CAI Club Alpino Italiano sez. Aspromonte”, “GEA Gruppo Escursionisti Aspromonte” e “Associazione Guide Ufficiali del Parco” partendo da quattro punti diversi e attraverso percorsi autonomi e caratterizzanti si muoveranno alla volta di Bova dove, giungeranno simultaneamente in un metaforico arrivo comune di un percorso congiunto ormai consolidato e che rinsalda i rapporti tra mondo associazionistico ed escursionistico ed Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte. Il raduno conclusivo avverrà in piazza Roma a Bova dove una degustazione di Lestopitta,  tipica frittella di farina e acqua, da gustare rigorosamente calda, sarà intervallata dallo spettacolo del poliedrico artista reggino Pasquale Caprì e dagli interventi istituzionali del Sindaco di Bova, Santo Casile, del vice Presidente del Parco dell’Aspromonte Domenico Creazzo e dei rappresentanti delle Associazioni escursionistiche.

Le Quattro escursioni previste sono:

Gli Amici di Montalto sulla strada Antica per Bova a cura dell’Ass. Amici di Montalto  - INFO 333 270 0826

“Panorami ionici: escursione a Monte Grosso”  a cura dell’Ass. Guide Ufficiali Parco INFO 347 470 3582

“Affaccio sulla Fiumara Amendolea da Bova Marina a Bova” a cura del CAI -  INFO 349 692 7193

Escursione “Chiesetta San Leo-Bova” a cura del GEA - INFO 328 457 7903

Per una migliore organizzazione dell’evento e delle escursioni, si consiglia di contattare le associazioni di riferimento ai numeri sopra indicati e richiedere le informazioni necessarie a riguardo.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto

Coppa Aspromonte chiude la stagione estiva dello Spazio Sport di Gambarie

La natura ammira ed “applaude” i giovani e lo sport. Si chiude in festa, così come era iniziata, l’esaltante stagione estiva nel Parco, che ha visto il nuovo Spazio Sport che l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte ed il Comune di Santo Stefano in Aspromonte hanno deciso di attrezzare nel rinnovato ex piazzale Anas, assoluto protagonista di momenti aggregativi e di condivisione.

La Coppa Aspromonte, con in campo le formazioni giovanili di Lumaka, Aleandre e Alan Basket Gioia Tauro, ha reso omaggio alla prima estate cestistica del nuovo “Playground”, aperto il 15 giugno con l’evento “Luci sul Parco” e divenuto velocemente un punto di riferimento per i bambini ed i ragazzi, per le famiglie e per chiunque abbia voluto divertirsi in montagna. Lo Spazio Sport, infatti, con le sue strutture sportive di Minigolf, scivolo Skateboard e playground di basket, ha costantemente richiamato migliaia di appassionati, turisti, o semplici amanti della natura che, nell’area destinata alla pratica sportiva all’aperto, hanno potuto godere di momenti di svago e aggregazione. Il playground inoltre, è stato scenario perfetto dell’iniziativa “Aspromonte Parco dello Sport” organizzata da Ente Parco  e la società Lumaka Basket: quindici giorni all’insegna dello Sport in alta quota, esaltando i valori naturalistici, paesaggistici, culturali e storici che rendono unica l’Area Protetta e caratterizzano uno stile di vita in piena armonia con l’ambiente, conclusasi con l’appassionato Mile High Basketball Festival, torneo di basket concepito con l’ambizione di stimolare ed incontrare il movimento del “turismo sportivo” e coniugare la possibilità di conoscere e vivere il territorio a 360°.

Il torneo svoltosi domenica 15 settembre ha rappresentato il degno epilogo di una stagione esaltante e coinvolgente, che ha centrato a pieno l’obiettivo dell’Ente Parco, quello di avvicinarsi sempre più al territorio creando uno spazio di piena e libera fruizione in maniera sostenibile e compatibile con l’Area Protetta: il Direttore Sergio Tralongo ha premiato i giovani partecipanti consegnando ad ogni squadra la speciale “Coppa Aspromonte”, nella convinzione che l’edizione 2019 sia la prima di una lunga serie.

“Siamo contenti che questo Spazio Sport abbia riscosso un grande successo durante la stagione estiva. - ha spiegato il Vice Presidente del Parco dell’Aspromonte Domenico Creazzo – Siamo riusciti a trasmettere il messaggio che volevamo giungesse alle nostre comunità e anche ai visitatori: quello di un Parco che si “apre” al territorio, ai giovani, alle attività sportive, un Parco sempre più a misura d’uomo che si sposa con le nuove esigenze di uno stile di vita consapevole e sostenibile, in armonia con la natura”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto

Giornalisti, Blogger e Tour Operator alla scoperta dell’ Aspromonte

Concluso il Press/Educational Tour organizzato dall’Ente Parco alla scoperta dei luoghi identitari dell’Area Protetta.

L’umanità della gente d’Aspromonte nella sua forma più genuina, gli incontaminati e selvaggi paesaggi naturalistici, il respiro di una terra che reclama fortemente la sua voglia di riscatto.

Cinque giorni per conquistare giornalisti, blogger e tour operator impegnati nel secondo Press/Educational Tour organizzato dall’ufficio Comunicazione dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, nell’ambito di un’iniziativa di marketing territoriale semplice ma efficace, ormai consolidata sul panorama comunicativo nazionale e che il Parco dell’Aspromonte ha replicato con successo per la seconda volta. L’obiettivo è quello di promuovere il territorio attraverso la penna di giornalisti nazionali, il racconto dei travel blogger,  le attività social degli influencer, nonché di tour operator di settore specializzati in viaggi “emozionali” e sostenibili, già  impegnati a definire e offrire percorsi turistici nei luoghi dell’Aspromonte appena visitati, sul mercato italiano ed estero.

L’Ufficio Comunicazione guidato da Chiara Parisi ha accompagnato per l’intero tour i partecipanti, coinvolgendo gli operatori e i rappresentanti dei vari “media”, valorizzando i percorsi naturalistici ed escursionistici, i borghi culturali e identitari, creando percorsi legati alle eccellenze naturalistiche e artigianali, attraverso una rete innovativa che diviene opportunità per lo sviluppo delle comunità.

Tappa iniziale, alla presenza del Vice Presidente Domenico Creazzo e del Direttore Sergio Tralongo, la Visita al Museo Nazionale di Reggio Calabria e ai Bronzi di Riace: il binomio Natura e Cultura, d’altronde, rappresenta un punto fondamentale delle attività del Parco che si realizza attraverso l’info-point permanente, il servizio estivo di “Park bus” e l’organizzazione di eventi congiunti presso la Terrazza di palazzo Piacentini. Successivamente il gruppo ha potuto respirare l’identità greca, attraverso la permanenza a Bova, con una suggestiva visita notturna al borgo e alle strutture museali del comune bandiera arancione del Touring Club Italiano. Ad appassionare particolarmente i partecipanti la visita a Roghudi, paese “fantasma” che nel suo scheletro racchiude la storia di una popolazione, lasciando immaginare tra le case prive di porte, volti, gesta ed episodi di vita vissuta.

Il Tour ha permesso di promuovere, ancora una volta, la candidatura del Geoparco Aspromonte alla Rete Mondiale dei Geoparchi Unesco, grazie anche al puntuale racconto della Referente progetto Geoparco, Sabrina Santagati, e ad una visita ai siti di grande importanza geologica Rocca del Drako e Caldaie del Latte con vista su Frana Colella.

Giornalisti, blogger e tour operator, sempre accompagnati dalle Guide Ufficiali del Parco, si sono trasferiti nel cuore dell’Area Protetta, con un immancabile viaggio verso la “cima” di Montalto ed una forte esperienza “emozionale” al rifugio montano “Il Biancospino” di Carmelia. E ancora un passaggio alla postazione dell’Osservazione dei Rapaci realizzata dal Parco dell’Aspromonte, al Cippo di Garibaldi ed il ritorno a Gambarie.

L’ultima, intensa, giornata è stata dedicata alle Cascate dell’Amendolea e all’Osservatorio della Biodiversità dove il Responsabile Antonino Siclari ha mostrato agli operatori i progetti di ricerca, tutela, studio e monitoraggio della Biodiversità portati avanti con successo dall’Ente Parco. Particolarmente emozionante l’osservazione del cielo d’Aspromonte grazie ai professionisti del Planetario Pythagoras di Reggio Calabria, coinvolgente l’ascolto della musica tradizionale e di grande impatto la conclusione del tour: un’escursione verso il crinale di Monte Scirocco a Gambarie per ammirare, estasiati, il Tramonto sullo Stretto con un panorama mozzafiato che ha consentito di vedere Sicilia, Isole Eolie, Etna e Calabria dalle alture d’Aspromonte.

L’organizzazione di press/educational tour ripete un’esperienza di marketing territoriale ormai consolidata ma rivista in maniera innovativa dall’Ente Parco, che ha scelto di creare un mix unico di giornalisti, blogger e tour operator pianificando un viaggio incentrato sulle esperienze e sull’umanità, una nuova modalità con cui si vogliono far conoscere le ricchezze del territorio, animandoli con una una luce totalmente nuova, e diffondendole attraverso i resoconti su carta stampata, online, televisione, radio, che contando anche i post pubblicati sui social media, raggiungono milioni di potenziali visitatori.

Grazie a questa attività e alle altre azioni del piano di marketing e comunicazione finanziate dal “POR CALABRIA 2014/2020, asse 6- Programma azione 6.6.1 Marketing  turistico e territoriale”, i viaggiatori e gli appassionati di turismo natura, potranno conoscere e scoprire l’Aspromonte quale meta sostenibile, responsabile e consapevole.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed

  • fb iconLog in with Facebook