Menu
In Aspromonte
Platì: i bambini e il cibo, i comportamenti corretti in famiglia e a scuola, la qualità della ristorazione scolastica

Platì: i bambini e il cibo, i …

Nella giornata del 27 ...

Locri. "Invasioni digitali", al Parco archeologico arriva l'Urban game più social della storia

Locri. "Invasioni digital…

Gli invasori si ritrov...

Coldiretti: pericolo di una piattaforma per il trattamento rifiuti si aggira nel cuore del distretto agroalimentare della sibaritide

Coldiretti: pericolo di una pi…

Molinaro: chiede al Pr...

Platì. L’Associazione San Domenico ONLUS di Reggio ha avviato la distribuzione degli aiuti alimentari del fondo europeo

Platì. L’Associazione San Dome…

L’Associazione San Dom...

Coldiretti. Da domani, 19 aprile, va in porto una battaglia storica: l’obbligo di indicare in etichetta l’origine del latte

Coldiretti. Da domani, 19 apri…

Molinaro: l’importante...

La riflessione. Gli agnelli di Montecitorio “arrivano” da … Crotone

La riflessione. Gli agnelli di…

Abbiamo appena visto i...

Calabria Greca. Scì Melu e i cowboy aspromontani

Calabria Greca. Scì Melu e i c…

Le falde aspromontane&...

"Pasquetta Sociale sulla neve" di Gente in Aspromonte: escursione dai Piani Tabaccari fino a Montalto

"Pasquetta Sociale sulla …

ASSOCIAZIONE ESCURSION...

Wwf. Il cinghiale della discordia

Wwf. Il cinghiale della discor…

Ma come? Ogni anno gli...

Prev Next

Planetario Pythagoras. Gli alunni fanno vedere le stelle: un ponte tra Roma e Reggio Calabria

  •   Redazione
Planetario Pythagoras. Gli alunni fanno vedere le stelle: un ponte  tra Roma e Reggio Calabria

Nella settimana dal 27 febbraio al 3 marzo un gruppo di 25 alunni  e 2 docenti accompagnatori provenienti dal Liceo Bertrand Russell di Roma ha svolto un viaggio di istruzione, con validità di alternanza scuola-lavoro, presso la città di Reggio Calabria. Al centro del viaggio l'astronomia che, con tutte le sue molteplici connessioni con le discipline di studio e la sua profonda valenza culturale, ha saputo fare da collante tra due città italiane così distanti ma accomunate da una storia millenaria. Fulcro di tutte le attività è stato il Planetario Provinciale Pythagoras di Reggio Calabria che, grazie alla competenza della prof.ssa Angela Misiano e dei suoi eccellenti collaboratori, ha saputo essere non solo all'altezza della situazione ma ha trasmesso agli ospiti romani tutto il calore che la città di Reggio sa esprimere quando decide di dare il meglio di sè. In un'intensa settimana di attività i ragazzi ospiti hanno prima toccato con mano le bellezze naturali del Parco Nazionale dell'Aspromonte, accolti dal presidente, prof. Giuseppe Bombino e dal direttore, dott. Sergio Tralongo e condotti dalle guide alla scoperta degli angoli più suggestivi; successivamente hanno avuto uno scambio di esperienze con gli alunni del Liceo Classico Tommaso Campanella, accolti dalla dirigente  prof.ssa Maria Rosario Rao, Baricentro dell'esperienza dei ragazzi durante l'intera settimana è stato il Planetario Pythagoras, unico ed insostituibile luogo di apprendimento e crescita per persone di tutte le età. Tra le storie raccontate sotto la  cupola, le osservazioni al telescopio ,sotto un cielo privo di inquinamento luminoso come solo un’area protetta può offrire, presso l’osservatorio astronomico  “La notte stellata” situato  all’interno del Parco,  le meraviglie del MARC, il Sole e la cucina calabrese, i ragazzi tornano a Roma per dire quanto è meraviglioso vedere le stelle nel nostro meridione, desiderosi di trasmettere ai compagni, ai docenti, alla dirigente Anna Maria Aglirà e alle famiglie come è bello essere accomunati da uno stesso cielo e poter vedere le stelle sapendo che si è eredi di una storia irripetibile.