Menu
In Aspromonte
Artigiani e produttori insieme al Parco dell’Aspromonte ad Artigiano in Fiera

Artigiani e produttori insieme…

Oltre un milione di vi...

Nel Parco dell’Aspromonte vive una delle querce più vecchie del mondo

Nel Parco dell’Aspromonte vive…

Una Quercia di oltre 5...

Ente Parco. Il Consiglio Direttivo ha approvato il bilancio previsionale per il 2020

Ente Parco. Il Consiglio Diret…

Il Consiglio Direttivo...

Domenica a Sant’Agata “immagini d’autunno” e il cortometraggio “Tibi e Tascia”

Domenica a Sant’Agata “immagin…

Nella stessa piazzetta...

Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Prev Next

Caro Trasporti, Vizzari: “Natale, tornare è impossibile. Basta lucrare su affetti e nostalgia”

“Imprigionata dentro una scatola con un piccolo foro, dal quale possono entrare ed uscire solo pochi fortunati. E’ questa la fotografia mentale che si ha della Calabria e del suo sistema di trasporti ormai al collasso totale, dopo mezzo secolo di politiche fallimentari: solo promesse disattese ed impegni traditi. Non servono sofisticate analisi per comprendere che il gap infrastrutturale con le altre regioni, non solo del Nord, continua ad allargarsi”. Lo sostiene in una nota Roberto Vizzari, già Sindaco di San Roberto e Presidente dell’associazione socio-politica CambiaMenti.

“In questo contesto disastroso, ove partire e spostarsi è molto difficile, tornare diviene quasi impossibile.
Qui, dove le ferrovie corrono ancora su un binario morto, mentre a ridosso delle elezioni si promette l’arrivo di nuovi convogli; qui dove gli aeroporti sono prossimi al fallimento, dopo che per anni sono stati sottratti di ogni risorsa; qui dove strade e autostrade risultano essere incomplete, interrotte, dissestate, e può diventare miracoloso persino il passaggio di una ambulanza in tangenziale.
Qui, dove per rientrare in periodo festivo bisogna sborsare un intero stipendio.

Benvenuti nel mondo del mercato “libero” in cui i calabresi, studenti e lavoratori emigrati al Nord o all’estero, sono prigionieri di una situazione paradossale” continua Vizzari.

“Costretti a spostarsi altrove per affermarsi economicamente e socialmente – dice ancora Vizzari – ricevono, con l’arrivo dell’estate, del periodo Natalizio o durante le vacanze di Pasqua una ulteriore batosta. Un colpo al cuore (ed una mano dentro al portafoglio) da parte di chi lucra sull’affetto, sulla nostalgia, sul bisogno di passare un semplice Natale in famiglia.
Sono soprattutto giovani, non fessi. Giovani che porterebbero nuova linfa e nuova vita su questi territori, e a cui, invece, viene spesso impedito di tornare a casa. Un vero e proprio dramma, sociale ed economico, impossibile da digerire”.

“Qui – tuona Vizzari – si evidenzia una mancata programmazione, soprattutto da parte di chi, come la Regione Calabria, avrebbe potuto fare qualcosa per aiutare i nostri concittadini. Basti pensare a ciò che faceva qualche anno fa la Sardegna, che stipulava delle convenzioni con le compagnie aeree per rendere meno esoso il viaggio di ritorno dei propri emigrati in determinati periodi dell’anno.
Un esempio virtuoso che, in futuro, si potrebbe riproporre anche in Calabria per permettere ai nostri figli, nipoti ed amici che vivono altrove di poter visitare più spesso le proprie famiglie”.  

Leggi tutto

San Roberto (RC) si prepara alla magia del Presepe Vivente: date e programma

  • Published in Eventi

Tutto pronto, o quasi, a San Roberto per l’edizione 2019/2020 del Presepe Vivente. Il piccolo centro in provincia di Reggio Calabria, a pochi minuti dalla città e dalla vicina Gambarie, si animerà anche quest’anno di decine di figuranti per dare vita al tradizionale Presepe Vivente, la grande ricostruzione storica che abbraccerà il centro del borgo, dalla Piazza Principale del paese, in via Roma, “scalando” un percorso naturale magnifico, quello del Vallone Santa Tecla, che lo rende tra i più suggestivi e caratteristici della intera regione.

Un successo avviato da qualche anno e riproposto, anche per questa edizione, con rinnovato entusiasmo e tante novità.

Tra le cascate naturali e i costoni rocciosi, all’interno di un tragitto incantato il Presepe Vivente si trasforma in una manifestazione magica, entrata ormai a pieno titolo nella tradizione di San Roberto, che riveste una particolare importanza per la sua capacità di coinvolgere tutta la comunità in una rappresentazione corale, che mantiene vive le tradizioni e lo spirito natalizio.
Una grande partecipazione collettiva, che cresce di anno in anno, sostenuta dall’Amministrazione Comunale di San Roberto, guidata dal commissario prefettizio Dott.ssa Francesca Iannò, con la collaborazione dell’associazione Colelli in Progress, ma resa possibile, soprattutto, grazie al grande sforzo dei volontari che da mesi e per mesi lavorano alla realizzazione delle scene di vita quotidiana e delle ambientazioni bibliche da proporre al pubblico.

Un lavoro certosino, prezioso e faticoso, che va dall’allestimento alla messa in sicurezza del percorso, dalla sistemazione delle botteghe e delle capanne alla fase organizzativa con la ricerca di costumi e personaggi.

Un gruppo di ragazzi volenterosi che da anni rendono la comunità fiera ed orgogliosa con l’arrivo del Natale.

Le date in cui si svolgerà la manifestazione restano quelle tradizionali: 26 dicembre – 1 gennaio – 6 gennaio, a partire dalle ore 17.00.

Tre giorni in un viaggio nel tempo alla scoperta delle abitudini di una volta e degli antichi mestieri: sarà, infatti, possibile osservare: artigiani impegnati nella realizzazione di cesti in vimini, nella lavorazione del legno, in quella del sapone e del ferro. Sarà l'occasione per i più piccoli di essere coinvolti in attività manuali, scoprendo gli usi e le abitudini di una volta.

Saranno presenti scrivani, lavandaie, ricamatrici, pescatori fabbri, e molto altro ancora.

E poi i tradizionali accampamenti romani e medievali, il trono di Erode e le locande che offriranno ai passanti vino, pane, ricotta e crespelle.

Un appuntamento, anche quest’anno, da non perdere e da trascorrere in allegria con tutta la famiglia. 

Leggi tutto

San Roberto. Sopralluogo dei tecnici nella strada a scorrimento veloce "San Roberto - Campo Calabro"

Si è svolto stamani sulla strada a scorrimento veloce San Roberto - Campo Calabro, nel tratto dell'innesto con l'area urbana di Fiumara, un sopralluogo al quale erano presenti: i tecnici dei Comuni di San Roberto e Fiumara; il Sindaco di Fiumara Vincenzo Pensabene; i tecnici della città metropolitana di Reggio Calabria, ing. Pietro Foti e Domenico Scordo; il Consigliere Metropolitano delegato, Demetrio Marino.

Ne dà notizia Roberto Vizzari, già Sindaco di San Roberto, che si dice soddisfatto, in quanto il sopralluogo odierno rappresenta la naturale continuazione di un impegno importante, silenzioso e sotto traccia, portato avanti negli anni dalla Amministrazione Comunale di San Roberto in collaborazione con quella di Fiumara.

"Completare quest'opera non può e non deve essere utopia. Non possiamo permettere che rimanga una chimera.  Oggi la Città Metropolitana ci fornisce un assist importante, che vuol dire impegno, collaborazione, sostegno affinché questa opera possa essere cantierizzata al più presto" continua Vizzari.

"Il Consigliere Marino ed i tecnici hanno potuto verificare con i propri occhi la situazione, e hanno assicurato la volontà dell'ente metropolitano di procedere alla revisione del progetto". 
È stato fissato tra due settimane, infatti, un nuovo incontro per fare il punto della situazione.

"Noi non molliamo, la battaglia è sicuramente dura, ma va portata avanti senza sosta. Questa infrastruttura deve essere conclusa nel più breve tempo possibile per togliere dall’isolamento i centri della vallata che  oggi sono costretti a lunghi ed impervi tragitti per raggiungere la città  L’arteria rappresenta una via di collegamento fondamentale per lo sviluppo strategico di queste zone".

"Speriamo - conclude Vizzari - che grazie a questo incontro odierno si possa accelerare l'iter per un completamento che può cambiare completamente le prospettive, anche economiche, del nostro territorio”.

 

 
Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed

  • fb iconLog in with Facebook