Menu
In Aspromonte
Artigiani e produttori insieme al Parco dell’Aspromonte ad Artigiano in Fiera

Artigiani e produttori insieme…

Oltre un milione di vi...

Nel Parco dell’Aspromonte vive una delle querce più vecchie del mondo

Nel Parco dell’Aspromonte vive…

Una Quercia di oltre 5...

Ente Parco. Il Consiglio Direttivo ha approvato il bilancio previsionale per il 2020

Ente Parco. Il Consiglio Diret…

Il Consiglio Direttivo...

Domenica a Sant’Agata “immagini d’autunno” e il cortometraggio “Tibi e Tascia”

Domenica a Sant’Agata “immagin…

Nella stessa piazzetta...

Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Prev Next

Vibo Valentia: Maltrattava bambini asilo, maestra rinviata a giudizio

Maltrattamenti sui bambini dell'asilo. Con questa accusa, il gup del Tribunale di Vibo Valentia, Maria Carla Sacco, ha oggi rinviato a giudizio R. N., maestra d'asilo di una scuola di Vibo Valentia per la quale nel dicembre del 2012 il gip aveva disposto l'interdizione cautelare dalla professione. L'indagine aveva avuto inizio con una denuncia ai carabinieri nell'ottobre del 2012 da parte dei genitori di uno dei bambini dell'asilo. I militari dell'Arma avevano cosi' deciso di piazzare delle videocamere con cui avevano ripreso il comportamento della maestra. Il gip Gabriella Lupoli, su richiesta del pm Gabriella Di Lauro, visionati i fotogrammi dei filmati, aveva immediatamente interdetto la maestra con l'accusa di maltrattamenti sui piccoli ospiti. Dalla lunga attivita' di intercettazione audio-video all'interno dell'asilo sarebbe emerso come la maestra usasse strattonare ripetutamente i bambini, minacciandoli con una bacchetta e costringendoli per lungo tempo a posizioni stressanti, piegati con il viso sui banchi.

Sarebbe stato anche filmato qualche ceffone e colto dalle immagini il senso di paura che dilagava fra i bambini. Il processo, per come disposto dal gup con il rinvio a giudizio, si aprira' dinanzi al Tribunale monocratico di Vibo il 19 febbraio 2015. Le famiglie dei bimbi si sono costituite parti civili con gli avvocati Muzzopappa, Solano, Latassa e Pasqua.

Leggi tutto

Vibo Valentia: Portatori vicini alla 'ndrangheta, sospesa processione Madonna del Carmine

Salta la processione della Madonna del Carmine di Vibo Valentia. L'evento, particolarmente sentito nel capoluogo vibonese, è stato annullato dopo che il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica ha sollevato osservazioni su alcuni portatori della statua che, secondo i rapporti delle forze dell'ordine, sono vicini alla cosca di 'ndrangheta dei Lo Bianco. La decisione arriva sull'onda delle tante polemiche scaturite in questi giorni dopo i fatti di Oppido Mamertina.

Leggi tutto

Vibo Valentia: GdF recupera 30 milioni di ricavi non dichiarati

Il comando provinciale della Gdf di Vibo Valentia, nel corso di indaginidi natura economico-finanziaria, ha recuperato a tassazione oltre 30 milioni di euro di ricavi non dichiarati da una societa' operante nel settore della lavorazione del ferro. Le indagini avrebbero portato gli inquirenti a scoprire diverse anomalie nella contabilita' tenuta dall'azienda, tanto gravi e ripetute da rendere tutto l'impianto contabile inattendibile e permettere alla Guardia di finanza di ricorre alla ricostruzione induttiva del reale reddito conseguito. Le Fiamme gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Vibo Valentia, in particolare, hanno controllato un arco temporale che va dal 2009 al 2014 recuperando a tassazione 31 milioni di euro di elementi positivi di reddito non dichiarati, constatando, inoltre, 11 milioni e mezzo di euro di elementi positivi di reddito non contabilizzati, 8.700.000 euro di iva, 2 milioni di iva dovuta e 31 milioni di euro di Irap.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed

  • fb iconLog in with Facebook