Menu
Corriere Locride
Anas: in Gazzetta Ufficiale l'aggiudicazione dei lavori di manutenzione delle opere in verde lungo l’A2 autostrada del Mediterraneo tra le province di Potenza, Cosenza e Catanzaro

Anas: in Gazzetta Ufficiale l'…

Catanzaro, 25 giugno 2...

Progetto Borghi: domani Conferenza dei Sindaci

Progetto Borghi: domani Confer…

Il presidente della Re...

Reggio. Si conclude la stagione dei congressi del Partito Repubblicano Italiano in Calabria

Reggio. Si conclude la stagion…

Con il congresso regio...

Trame. 8, quarta giornata. Tizian: "politica sostenga progetto del tribunale dei minori di Reggio"

Trame. 8, quarta giornata. Tiz…

Paci: «scelta scorta n...

Regione. Avviso per installazione colonnine ricarica veicoli elettrici

Regione. Avviso per installazi…

È stato pubblicato in ...

Reggio. Il 24 giugno la prima "Corri AVIS Gallina – Memorial Demetrio Fanti"

Reggio. Il 24 giugno la prima …

Sport e salute sono un...

Taurianova. Sarà inaugurata domani, Sabato 23 giugno alle ore 17.30, la “Casa della partecipazione” presso l’ex scuola di San Martino

Taurianova. Sarà inaugurata do…

Il progetto - che cons...

Oliverio presenta un romanzo di Mimmo Gangemi in Cittadella

Oliverio presenta un romanzo d…

Il Presidente della Re...

Regione Calabria. Minori stranieri non accompagnati, incontro con l'assessore Robbe

Regione Calabria. Minori stran…

“I minori non sono pro...

Taurianova. Il Comune organizza la prima Edizione del Concorso d’Arte “Alessandro Monteleone”

Taurianova. Il Comune organizz…

L’Amministrazione comu...

Prev Next

Nota del gruppo consiliare “Uniti per Gerace” sulle attività dell'Amministrazione Comunale

Riceviamo e pubblichiamo:

«L’amministrazione dei comizi». «Il gruppo consiliare “Uniti per Gerace” a margine del Consiglio Comunale svoltosi giorno 10/05 u.s. che prevedeva tra gli altri punti, l’approvazione del rendiconto di Gestione 2017 ha espresso le sue considerazioni su quanto sta avvenendo a Gerace soprattutto riguardo le “opere pubbliche” cavallo di battaglia dell’attuale Sindaco Giuseppe Pezzimenti nella campagna elettorale di due anni fà. Ciò a dimostrare che questa è solo l’amministrazione dei comizi. Qui di seguito un estratto dell’intervento “La giunta Comunale in data 12.04.2018 approva il rendiconto di Gestione 2017 con relativa relazione. Ciò che a occhio nudo viene subito messo in luce è che nel punto “Lavori pubblici” i righi sono dieci di cui due dedicati al WI FI comunale e che i lavori esistenti sono avviati da prima. Di recente apprendiamo, anche, come in seno alla Regione sia stato bocciato il progetto relativo a “Lavori di Riqualificazione degli impianti di Pubblica Illuminazione delle Periferie di Gerace” domanda di finanziamento del 24.07.2017 per un importo pari a euro 150.000,00. Gerace, purtroppo, si è classificata all’ultimo posto e non è stata quindi ammessa. Ciò a testimoniare che questa amministrazione è sicuramente brava ad argomentare e a incantare il pubblico nei momenti di aggregazione ma all’atto pratico è deludente riuscendo a dare sempre la colpa agli altri tramite insulti gratuiti, figli quest’ultimi di una frustrazione evidente per la mancanza di risultati pratici. “Voi non avete messo nemmeno una pietra” era questo lo slogan dell’attuale Sindaco quando era nel gruppo di minoranza, oggi, invece, inizia a riconoscere che ci sono stati dei lavori pubblici fatti a Gerace negli ultimi anni e sicuramente non riguardano i due anni della sua attuale amministrazione. La quale ha incentrato tutta la campagna elettorale sugli impianti sportivi di Largo Piana e Merici. A giugno sono due anni di mandato per il nostro Sindaco e bisogna dire quale pietra è stata messa a Largo Piana. Addirittura ha dichiarato in un pubblico comizio che si sarebbe dimesso se entro un anno non avesse fatto “lo stadio”!!! Ricordiamo che il 10.02.2012 il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno comunicava al Comune di Gerace l’ammissione al finanziamento del progetto “Sport-Legalità”, presentato nell’ambito del P.O.N “Sicurezza per lo sviluppo” Obiettivo Convergenza 2007- 2013 e dell’iniziativa “Progetto Locride” per un importo di euro 280.500,00 per la sistemazione di impianti sportivi (Decreto autorità di Gestione del 26/01/2012). Ad oggi quest’amministrazione non è riuscita a spendere nemmeno un euro , nonostante alla fine della precedente consiliatura il progetto era in fase di appalto alla stazione unica appaltante. D'altronde perché stupirsi? Visto che non si è riusciti nemmeno ad avviare l’utilizzo del piccolo campetto in montagna che è abbandonato a sé stesso, nonostante l’esistenza di un bando pubblico per l’affidamento il cui esito non sappiamo, a distanza di quasi un anno, quale esso sia. Né abbiamo ancora capito che né è stato del famoso Auditorium i cui decennali resti giacciono proprio vicino al nostro Cimitero, in quel famoso falso pubblico sul quale ancora oggi vige il mistero. Né abbiamo capito per l’ Ospedale di Gerace la magica proposta dell’esproprio, fatta dal nostro Sindaco, dove sia andata a finire. La scuola Media era destinataria di un finanziamento pari a euro 440.000 per il miglioramento sismico richiesta prot. Nr. 0212 del 10.01.2012 e ammesso giusta comunicazione da parte della Regione Calabria con nota prot. N° 108847 del 28/03/2014. Oggi nel 2018 a Maggio, quest’amministrazione si dimostra ancora inadempiente riguardo l’avanzamento e l’utilizzo del finanziamento con serio rischio di perderlo. La scuola della Musica giace inerme dopo essere stata completata, chiusa nonostante i lavori sono ultimati. Sintomatico che però Palazzo Sant’Anna è oggetto di atti veloci e consequenziali, nonostante il suo utilizzo e avviamento sia più complesso di una scuola musicale. Uscendo poi dal centro cittadino, la situazione non cambia. La strada di Liserà rimane tutt’ora chiusa nonostante ci fossero le risorse in bilancio, nessun intervento risolutivo inoltre per la strada di Prestarona o Praca. Così come a Puzzello tutto tace. Sintomatico che in data 21/02/2018 il giornale online “Eco della Locride”, diretto peraltro dal responsabile dell’ufficio Stampa del Comune di Gerace, (in palese incompatibilità) pubblichi un articolo “Gerace (Rc): l’entusiasmo del Sindaco Pezzimenti per i finanziamenti in arrivo” dove si elogia la capacità dell’amministrazione di dialogare con il Ministro della cultura Franceschini . Ci chiediamo come mai essendo cosi brava l’amministrazione ad arrivare nelle stanze dei ministeri di Roma, non riesca a proferire con gli uffici della città di Metropolitana di Reggio per ripristinare l’ingresso del paese. Ci auguriamo non sia stata soltanto mera propaganda. A Merici di fronte alla Chiesa era prevista la sistemazione del canalone adiacente alla strada comunale Pitturi per la somma di 80.000 (Decreto finanziamento n° 9030 del 28/08/2015) – un piccolo lavoro ma di grande utilità che forse non viene portato avanti perché finanziato grazie al lavoro della precedente amministrazione e già dalla stessa inviato alla stazione unica appaltante. In montagna il progetto per la realizzazione del depuratore e della messa a posto del sistema fognario non sappiamo che fine abbia fatto, nonostante sia stato già finanziato nella passata legislatura. Vedi delibera Consiglio Comunale n° 22 del 07/10/2015. Così nulla sappiamo della realizzazione del Parcheggio Meccanizzato di Località Mergolo. Peraltro oggetto di un finanziamento ottenuto dall’amministrazione precedente con i fondi “Patto per il Sud” Sappiamo però che a due anni dall’insediamento di questa amministrazione, non solo i lavori pubblici già finanziati sono fermi, ma non si è riusciti nemmeno a ottenere ulteriori finanziamenti. Perciò non comprendiamo come mai si sia proceduto ad inserire comunque nell’organico, sia pure part-time e a tempo determinato, due lavoratori del Comune di Locri (peraltro con qualifiche che erano già esistenti nell’organico) e si sia anche proceduto all’affidamento diretto all’esterno per varie figure professionali. Altresì ci è difficile capire l’esistenza di determine approvate nel 2017 che sono pubblicate dopo sei mesi e che abbiano il visto di regolarità contabile nel 2018 ovvero in un altro esercizio di bilancio. La Giunta e il Segretario deputati al controllo hanno rilevato questa grave incongruenza? Crediamo di no. Perché la Giunta è confusa sul suo ruolo ai sensi dell’ Articolo 107 Testo unico degli enti locali (TUEL) (D.lgs. 18 agosto 2000, n.267). A testimonianza di ciò, è facilmente riscontrabile, dove in spregio alla normativa qui citata, alcuni amministratori svolgono direttamente attività di gestione mediante l’acquisto di materiale vario. Rileviamo, quindi, un numero importante di determine e delibere di Giunta pubblicate mesi dopo la loro produzione. Non le citiamo per puro senso del pudore ma abbiamo comunque necessità in quest’assise di richiamare all’attenzione la delibera N.104 DEL 12.09.2017 “CONCESSIONE IN GESTIONE DELL'AREA IN LOCALITA' BARBARA. INDIRIZZI PER AVVIO PROCEDURE” e pubblicata sei mesi dopo ossia il 21.03.2018 nonostante era stata dichiarata immediatamente eseguibile. Trattandosi della Concessione di un’area pubblica, quindi di una delibera di interesse per la collettività – non comprendiamo il motivo della pubblicazione fatta con così tanto ritardo. Si coglie l’occasione per chiedere al Segretario Comunale di voler istituire, in questo Comune, per quanto riguarda il Registro delle determine il protocollo telematico e non più la scrittura a “penna” o a “matita”. Per le ragioni qui dette, invitiamo la Giunta a voler prendere contezza del suo ruolo di organo di controllo e altresì invitiamo quanti in questo consiglio abbiamo conflitti di interessi con l’approvazione del rendiconto di esercizio 2017 ad astenersi dal voto. Risultano, infatti, affidamenti e liquidazioni fatti a familiari diretti di vari amministratori comunali che con l’approvazione di questo bilancio rischiano di convalidare tale conflitto. Altresì è nostra intenzione non partecipare al voto di questo bilancio, poiché risultano come già detto gravi incongruenze nel rendiconto di bilancio, dettate da atti normativi che risultano pubblicati in date incongruenti tra essi. Chiediamo che copia della presente sia inviata alla Prefettura di Reggio Calabria, con la cortesia di darci notizia della data e della ricevuta d’invio.”»

I consiglieri comunali

Giuseppe Varacalli

Giuseppe Macrì

Leggi tutto

Gerace. Sabato 5 maggio si terrà un convegno sul decennio francese

Si svolgerà il 5 maggio, nella splendida cornice della Chiesa di San Francesco a Gerace, organizzato dalla Rivista Diocesana Stauròs, dall’Ordine Costantiniano di S. Giorgio, delegazione Calabria e dall’Associazione Due Sicilie di Gioiosa Jonica, un interessante convegno dal titolo “LUCI ED OMBRE DEL DECENNIO FRANCESE NELLE CALABRIE. Storia, Diritto, Arte, Società”.

Ad analizzare uno dei periodi più controversi e dibattuti della storia dell’Italia meridionale e, specialmente, delle Calabrie saranno storici del Diritto provenienti da prestigiose Università italiane (Napoli, Bari, Salerno) e studiosi di varie discipline.

Luci ed ombre: perché se alcune “novità” introdotte dai francesi tra il 1806 ed il 1815 nell’ordinamento giuridico e nel costume delle nostre popolazioni furono acquisite e persino migliorate dopo il Decennio (un esempio per tutti: i Codici) restano ancora da approfondire aspetti non secondari attraverso i quali, non sempre in maniera condivisa, si cercò di mutare istituzioni e costumi del popolo.   

Luci ed ombre: perché non c’è mai una netta linea divisoria negli avvenimenti della storia, né pagine solo bianche o solo nere, se non per quanti vogliono leggere gli avvenimenti in chiave ideologica.

Luci ed ombre: perché, probabilmente, rimane tuttora un po’ in ombra, nelle ricostruzioni storiografiche sul Decennio e soprattutto nella percezione collettiva, proprio l’approfondimento della prospettiva storico-giuridica, a partire dalla quale è possibile una migliore comprensione degli eventi che interessarono il Regno di Napoli ed in special modo le Calabrie, con effetti tuttora tangibili che possono aiutare la lettura del presente. 

Il convegno, si svolgerà in due sessioni: in quella mattutina, saranno approfonditi gli aspetti giuridici del cambiamento prodottosi nell’ordinamento e nelle istituzioni giuridiche e politiche del Regno con l’introduzione della prospettiva codicistica, che sostituiva il diritto consuetudinario su cui era fondato il precedente sistema dello jus commune.

Nella sessione pomeridiana, verranno approfonditi altri aspetti legati all’impatto ed alle ricadute che produsse nel territorio calabrese la legislazione del Decennio: dalla reazione armata delle popolazioni, cui seguirono repressioni di massa e processi politici sommari, alle vicende che interessarono il patrimonio artistico ed architettonico.

Un’occasione da non perdere, per approfondire e rileggere, con la guida di autorevoli studiosi, avvenimenti cruciali della nostra storia; un contributo alla comprensione di un passato che ancora oggi influenza in maniera determinante il nostro presente.

Leggi tutto

Elezioni politiche 2018: sopralluoghi a sorpresa del prefetto di Reggio Calabria in alcuni seggi della Locride

Gerace (RC)- Anche in occasione delle recenti elezioni politiche il Prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari, ha voluto- come aveva già fatto in passato in occasione di altre competizioni elettorali- rendersi personalmente conto del buon funzionamento della macchina burocratica messasi in moto sotto la guida dei competenti Uffici comunali e col coordinamento generale dell’Ufficio Territoriale di Governo.

Ieri pomeriggio, pertanto, ha visitato, a sorpresa, alcuni Seggi della Locride scelti a “campione” tra i quali anche quello periferico costituito in contrada “Passo Zita”, zona montana del comune di Gerace.

Accompagnato dal comandante della locale Stazione dei Carabinieri, M.llo M. Gerardo Labella, il Prefetto Di Bari, ha poi voluto intrattenersi per alcuni minuti nel centro storico della Città dello Sparviero dove ha incontrato il sindaco, Giuseppe Pezzimenti.

Su invito del presidente della Sezione “D. Saraceno” dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Brig. C. r. Giuseppe Zappia, presso “Palazzo Tribuna” ha visitato il piccolo ma suggestivo Museo storico della Benemerita testimonianza, ha scritto firmando il registro dei visitatori, “dei preziosi valori dell’Arma”. Presso lo stesso edifico, e su invito del primo cittadino, ha poi visitato la Biblioteca comunale multimediale.

A conclusione dell’inattesa visita, il Prefetto Di Bari si è infine complimentato col Magg. Rosario Scotto Di Carlo, comandante della Compagnia CC di Locri, per il servizio d’ordine pubblico predisposto nei seggi ricadenti nel territorio giurisdizionalmente competente ai fini del tranquillo svolgimento delle operazioni elettorali. Un apprezzamento che ha voluto estendere anche al Comando Gruppo della Benemerita diretto dal Ten. Col. Gabriele De Pascalis, competente sull’intero territorio locrideo.

Leggi tutto