Gli studenti di scienze mediche torneranno alle lezioni frontali › Cuba contro il Covid-19 › Granma

Garantire la qualità della formazione professionale con tutte le competenze richieste e mantenere le garanzie per fermare la diffusione del COVID-19 nel Paese, saranno i principi guida per il proseguimento dell’anno accademico 2020-2021 nelle università di scienze mediche, che sul Il 4 ottobre prossimo, riprenderanno le lezioni frontali, secondo le condizioni di ciascuna regione.

Lo ha affermato il dott. Jorge Gonzalez Perez, Direttore nazionale della didattica presso il Ministero della salute pubblica, in una recente visita a Guantanamo, per verificare i preparativi e le strategie per il rientro in aula e la formazione professionale.

Ha sottolineato che questo corso è ancora atipico a causa dell’emergenza sanitaria, ma questo non ha fermato il processo di insegnamento e apprendimento nella sua interezza, in quanto molte discipline con una grande richiesta di conoscenze e servizi sono rimaste attive, anche se altre praticamente si sono fermate, come l’odontoiatria .

Ogni centro educativo ha adottato alternative per beneficiare di lezioni a distanza con materiali teorici, studio indipendente e collegamento all’assistenza sanitaria di base. In questo modo, ha detto, al ritorno all’esistenza, gli studenti di 11 professioni e 17 specializzazioni tecniche del settore avranno il resto delle conoscenze di cui hanno bisogno annualmente, per laurearsi con le stesse competenze dei tempi normali.

Nel caso degli studenti di età inferiore ai 19 anni, ha affermato il direttore, il ritorno in aula dipenderà dalla vaccinazione, poiché la priorità è soprattutto la salute.

READ  Salute e benessere | Tornare o non tornare al lavoro? - Il Sole di Hermosillo
Nerina Angelo
Nerina Angelo
"Giocatore. Aspirante evangelista della birra. Professionista della cultura pop. Amante dei viaggi. Sostenitore dei social media."

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest Articles