Ottobre 18, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Grupo Omnilife scommetterà sulla cannabis: Amaury Vergara

Legalizzazione dell’uso ricreativo di Marijuana occupazione Messico, apri la porta per un lavoro Guarda da vicino la possibilità di iniziare a sfondare nel mercato prodotti di canapa (CBD) come industria su cui investire pesantemente. Questa è la situazione Gruppo Omnilife Che, secondo il presidente, Amaury VergaraSperano solo che ci sia una definizione di regole chiare per attingere a questo mercato.

“Stiamo già lavorando allo sviluppo di prodotti utilizzando cbd Perché abbiamo fatto ricerca e sviluppo. Ci siamo resi conto che – l’ho anche provato e consumato – è un ottimo ingrediente antistress, per le persone che hanno bisogno di dormire, o che lottano con l’ansia e problemi di salute emotiva. Siamo molto interessati a questo mercato“, Egli ha detto Vergara In un’intervista a Millennio.

Comunque spiega il figlio del fondatore Gruppo Omnilife, Jorge Vergara, “Si tratta di una questione molto complessa perché coinvolge molti aspetti normativi e legali che differiscono da paese a paese. Certamente cannabis Hanno mostrato un beneficio per la salute, se usati ai fini di un integratore alimentare, piuttosto che per scopi ricreativi, che è una questione separata.

“Non vedo una forte concorrenza con cui lei possa competere Omnilife Se vogliamo ottenere un prodotto da cbdDate le nostre dimensioni e l’occupazione del mercato, supereremo qualsiasi concorrente”.

Sottolinea: “Purtroppo, la distribuzione non è ancora consentita in modo ufficiale, sebbene esista già in modo non ufficiale. Penso che sia una questione di tempo e quando potremo realizzarlo, abbiamo già un prodotto pronto che rilasceremo e penso che romperemo molti concorrenti”.

Legalità controversa

secondo lui Consiglio messicano di cannabis e canapa (CMCC) Il potenziale del mercato nazionale è compreso tra 5 e 6 miliardi di dollari Può generare fino a 17.000 posti di lavoro.

Era il 2018 quando era Autorità federale per la protezione dei rischi per la salute (caffettiera) ha pubblicato un elenco di 38 prodotti a base di cannabis senza THC (il principio attivo in Marijuana) non provoca effetti psicoattivi. Tra questi, 21 aCSupplementi nutrizionali, 9 trucco, 18:00prodotti alimentari e 2 delle materie prime da commercializzare.

Tuttavia, nel 2019 ministro della salute Abrogare le linee guida in quanto incoerenti con la riforma diritto della salute pubblica; Invertendo questo regolamento, i produttori sono rimasti in un limbo.

Secondo un ricercatore di mercato Euromonitor International, nel mercato dell’anno 2020 Supplementi nutrizionali .aggiunto del valore di 841,4 milioni di dollari. guida il settore Herbalifeche detiene una quota del 21,5%; dietro è Omnilifedel 9,4 per cento; e Sanofi, con il 4,7 per cento del mercato.

Tutto ciò che facciamo lo sviluppiamo internamente e questo è il primo prodotto che non possiamo sviluppare in Messico. Oggi dobbiamo andare a io Con l’aiuto di fornitori di servizi esterni per svilupparlo. Nel momento in cui ci lasceranno fare ricerca e sviluppo, ci occuperemo subito e penso di sì so come, o che le competenze di ricerca dovrebbero rimanere Messico“, Lei disse.

Fabbricato negli Usa

Vergara Ha sostenuto che gli sviluppi del prodotto Omnilife Fatto in stato unitoÈ consentita la ricerca e lo sviluppo di qualsiasi tipo di derivato della cannabis.

Il prodotto è già stato approvato con supporto scientifico È necessario e stanno aspettando un’apertura legale per questo Messico Sii il primo mercato ad essere messo in vendita.

Ma se non ci sono progressi nel territorio nazionale, Omnilife Vorrei accedere prima a Uruguay, Stati Uniti o Colombia.

“Potrebbe essere in qualsiasi momento. È un problema che è progredito, ma mancano ancora passaggi importanti nel nostro sistema normativo e caffettiera. È un prodotto che può portare molti benefici alle persone e se fatto nel modo giusto può anche ridurre il traffico di droga e la violenza che circonda questa sostanza, ma bisogna farlo bene».

NS Vergara Lo sviluppo dell’industria dei prodotti a base di cannabis potrebbe portare una generazione di professione, Agricoltura. “Possiamo diventare leader di mercato nel mondo”aggiunto.

Sfida da un miliardo di dollari

pochi giorni fa Omnilife L’azienda ha celebrato il suo 30° anniversario, poiché il settore ha registrato una crescita del 10%, secondo Associazione nazionale dell’industria degli integratori dietetici (Anisa).

ma la testa Omnilife Vede ancora un’opportunità per aumentare la sua partecipazione e ha fissato un obiettivo di oltre $ 1 miliardo di volume di scambi nei prossimi cinque anni.

“Stiamo già assistendo all’espansione di diversi impianti di produzione in alcuni paesi. Sicuramente investiremo in loro stato unito Per un nuovo impianto pianteremo il nostro impianto in Colombia E nei prossimi anni, assistiamo alla crescita del nostro stabilimento produttivo per Guadalajara“, Egli ha detto.

Oggi l’azienda che è stata fondata Jorge Vergara Nel 1991 era presente in 20 paesi e ha raggiunto quasi sei milioni di persone. “Il nostro primo obiettivo è raggiungere i 60 milioni; dobbiamo raddoppiarli ed è questo che ci rende così entusiasti; essere in grado di fare un’enorme differenza per l’umanità attraverso la salute e il modello che offre un’opportunità di lavoro”, ha osservato.

Il prossimo passo nell’espansione dell’azienda è il mercato honduregno, anche se vedono il loro ingresso anche in Portogallo, Inghilterra e Francia, dove hanno già un centro di distribuzione.

L’espansione che stiamo vedendo principalmente nei paesi europeiIl che ci dà anche un modo semplice di possedere Spagna come base operativa.

Oggi, il 70% delle vendite nel continente europeo proviene da prodotti importati Messico. Inoltre, L’azienda ha un piano forte negli Stati Uniti, dove installeranno un impianto di produzione al suo interno Texas Nei prossimi mesi apriranno quattro centri di distribuzione con un focus importante sulla comunità ispanica.

L’imprenditore ha inoltre affermato che l’azienda intende riaprire il continente africano, che è entrato per la prima volta nel mercato nigeriano ed è stato chiuso a causa dell’epidemia, ma ha confermato in esso, c’è una grande opportunità.

“Stiamo completando una fase dell’azienda in cui siamo molto chiari su chi siamo, dove stiamo andando e con grande entusiasmo per concludere questa fase per iniziare una nuova fase, di crescita esponenziale. Siamo molto emozionati nel Consiglio di Direttori per questo Omnilife E possiamo usare quegli anni per il futuro”.

MRA

READ  Il richiamo del vaccino J&J COVID è in arrivo? Gli anticorpi aumentano 9 volte con la seconda dose - El Financiero