Ottobre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

I prezzi del gas in Europa hanno fatto evaporare i record, perché e quali saranno le conseguenze?

Mentre i meteorologi aspettarsi Nel freddo inverno, il prezzo del gas naturale in Europa ha iniziato a salire alle stelle il mese scorso e questa settimana nel continente aver vissuto Un aumento senza precedenti del 60% dei prezzi dei futures sul gas. Attualmente gli impianti di stoccaggio del gas sono pieni solo al 75%, mentre ad ottobre 2020 le riserve hanno raggiunto il 94%, secondo Gas Infrastructure Europe, associazione che rappresenta gli interessi degli operatori europei. Perché si è verificata questa situazione? Che conseguenze avrà?

Sfondo di crisi

L’alto costo del gas in Europa si è manifestato già nella prima metà del 2021, quando i paesi europei Hanno esaurito le loro riserve di gas dopo un inverno relativamente freddo. In questo contesto, i partner europei hanno iniziato a monitorare le azioni della società russa Gazprom, che controlla il 33% del mercato di questo idrocarburo in Europa, secondo dati per l’anno 2020.

“Negli ambienti politici europei, sta guadagnando terreno l’affermazione che la causa principale della situazione attuale sia la performance di Gazprom, che avrebbe portato a una catena di eventi che ha portato a una quadruplicazione dei prezzi del gas. Il gas naturale e il raddoppio dell’elettricità in tutto 2021”, spiegare Esperto del settore Victor Katona.

Fa anche notare che l’azienda russa”Non ha rotto alcun contratto e non ha nemmeno ridotto il volume del traffico di gas attraverso l’Ucraina, per non parlare del fatto che i prezzi ibridi nei contratti a lungo termine rendono il gas russo molto più economico per l’acquirente rispetto a quello delle principali riserve dell’UE”.

L'inflazione dell'Eurozona raggiunge il massimo da 13 anni a causa dell'aumento dei prezzi dell'energia

READ  Banxico aumenta i finanziamenti al 4,75% con decisione a maggioranza

Nel frattempo, ci sono diversi fattori oggettivi che rendono difficile per l’Europa fornire gas all’Europa Gazprom. Uno di essi è tiro Annunciato ad agosto in una delle più importanti stazioni di preparazione del condensato del gasdotto Yamal-Europe, situata nella città siberiana di Surgut. La fabbrica non ha funzionato di nuovo con Normale Un mese dopo, provocando una diminuzione delle esportazioni di gas. Allo stesso modo, l’azienda deve coprire non soddisfatto ordine locale, e tutto questo nel mezzo della continua incertezza nell’economia globale a causa di pandemia, Non è consentita alcuna sovrapproduzione.

In questo contesto, diversi eurodeputati hanno chiesto alla Commissione europea di indagare su una possibile manipolazione del mercato del gas da parte di Gazprom. A loro volta, sia l’azienda che le autorità russe hanno categoricamente e ripetutamente respinto queste accuse.

Parallelamente, i paesi dell’Europa nordoccidentale hanno affrontato un’altra sfida: Imprevedibilità del vento. Durante le prime due settimane di settembre, il volume di produzione di elettricità dalle turbine eoliche nel Mare del Nord è stato solo la metà della tariffa normale (6 megawattora invece di 10-12 megawattora). Di conseguenza, il Regno Unito, dove fino a un terzo dell’elettricità è generata da parchi eolici, è stato particolarmente colpito. Tuttavia, secondo indiano Fatih Birol, Direttore Esecutivo dell’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA), Colpa di “impreciso e fuorviante” solo crisi Transizione all’energia pulita.

Allo stesso tempo, l’Europa Continua a competere con l’Asia per la fornitura di gas naturale liquefatto. Nonostante la ripresa dei prezzi nel mercato europeo, gli importatori asiatici, incoraggiati dalla ripresa dell’economia della regione, sono ancora disposti a pagare un sovrapprezzo sul mercato europeo per attirare l’offerta. Come se ciò non bastasse, le interruzioni hanno colpito le esportazioni di GNL da Australia, Malesia, Perù e Oman, nonché la continua inattività di un grande terminale GNL in Norvegia e la riduzione della produzione in Nigeria e Trinidad e Tobago. Questo ha creato una sensazione di carenza di GNL.

Può sembrare che i paesi europei possano rivolgersi al carbone come fonte di energia alternativa affidabile, ma Sostituire il gas con il carbone è impossibile Per due ragioni. Il primo è che anche i prezzi del carbone stanno aumentando in modo significativo, in gran parte a causa della maggiore domanda da parte della Cina, che in precedenza aveva imposto un divieto al suo più grande fornitore di questo idrocarburo, l’Australia. In secondo luogo, l’aumento dell’uso del carbone non rispetta i principi di sviluppo sostenibile del complesso energetico e gli impegni assunti dai paesi europei per ridurre le emissioni di carbonio.

Effetti sull’economia

Poiché i meccanismi di determinazione dei prezzi in Europa comportano il collegamento del prezzo spot del gas ai prezzi al consumo, quest’ultimo è stato lasciato in una posizione allarmante quando le turbolenze hanno scosso il mercato.

Avviate le aziende europee ad alta intensità energetica Limita o addirittura interrompi la tua attività A causa del forte calo della redditività della loro attività. Inoltre, i costi più elevati aumentano le pressioni inflazionistiche e alimentano i timori di un rallentamento della crescita economica dopo l’allentamento della crisi del coronavirus, che a sua volta potrebbe portare a Forte calo delle azioni di queste società.

Bloomberg: l'Europa chiede alla Russia di aumentare le forniture di carbone per alleviare la crisi energetica

Diversi paesi del continente, tra cui Francia e Spagna, hanno chiesto all’Unione europea di adottare misure urgenti per attutire il colpo dell’aumento dei prezzi del gas. Il commissario UE per l’Energia Kadri Simpson si è impegnato a Controlla le regole del mercato Entro la fine di quest’anno per evitare che l’attuale situazione soffochi la ripresa economica.

A questo proposito, l’economista Juan Torres Lopez ha detto a RT che la politica energetica del blocco comunitario è adattata agli interessi delle grandi società e non tiene conto delle esigenze dei cittadini comuni.

Quali sono le prospettive?

Tuttavia, molti esperti sottolineano che è difficile introdurre cambiamenti nel sistema dei prezzi che è stato in fase di formazione negli ultimi decenni. Nella situazione attuale, qualsiasi modifica del meccanismo potrebbe aggravare gli squilibri tra domanda e offerta di gas.

Vladimir Putin condivide questo punto di vista. Secondo il presidente russo, si stanno attuando piani di investimento nel mercato dell’energia a lungo termine. metterlo in sottolineato Quello atti avventati In quest ‘area Possono peggiorare la situazione, perché il settore “non tollera emozioni e vacilla”. Come esempio, ha citato la situazione in Europa, dove “diversi fattori sfavorevoli si sono sviluppati contemporaneamente quest’anno” che hanno contribuito all’aumento dei prezzi del gas.

Tom Marzik Manser, analista della società di consulenza ICIS, ha superato l’attuale rimbalzo dei prezzi dei futures sul gas da… “solo sciocco” Assicura che è “quasi impossibile persino giustificare o determinare come e perché si sta muovendo così velocemente e così in alto”.

Gazprom, sulla rapida crescita della domanda di gas naturale in Cina: "È davvero impressionante"

“L’attuale livello dei prezzi è chiaramente instabile, ma al momento Impossibile escludere un’ulteriore crescitaSoprattutto se il gas è fisicamente insufficiente in inverno ”, Annunciare Dmitrij Marinchenko, di Fitch.

Da parte sua Sergey Komlev, Senior Director di Gazprom Export, ha sottolineato che “a questi prezzi non c’è più interesse ad acquistare. [gas], questo si riflette, tra l’altro, nella nostra fornitura; [como resultado] Siamo di fronte a un caso Deterioramento della domanda: Arrivano informazioni da tutto il mondo che molte fabbriche in Europa sono chiuse, ad esempio la fabbrica di fertilizzanti. I fornitori di gas naturale ai consumatori finali sono falliti”.

Simone Tagliapietra, membro del panel di esperti Bruegel, con sede a Bruxelles (Belgio), trasportare Che “l’Europa sta testimoniando tempesta perfetta Nel mercato del gas naturale “per una combinazione di fattori sia dal lato dell’offerta che da quello della domanda”. La più grande preoccupazione del mercato è che il livello di stoccaggio del gas in Europa è inferiore al normale in questo periodo. Non siamo ben preparati per la guida invernale”., menta.