Settembre 17, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Il cambiamento climatico potrebbe costringere più di 200 milioni di persone a lasciare le proprie case

La foto fornita dall’UNICEF mostra i bambini che camminano su una strada allagata in Mozambico (Foto: EFE)

Il cambiamento climatico potrebbe costringere più di 200 milioni di persone a lasciare le proprie case nei prossimi tre decenni E l’istituzione di aree di immigrazione a meno che misure urgenti Per ridurre le emissioni globali e colmare il divario di sviluppo, ha concluso un rapporto della Banca mondiale.

La seconda parte della relazione è intitolata Groundswil Il post di lunedì esamina quanto sia lento il cambiamento climatico, come ad esempio La scarsità d’acqua, il calo dei raccolti e l’innalzamento del livello del mare potrebbero portare milioni di persone in quelli che il rapporto descrive come “migranti climatici”. entro il 2050 Sotto tre diversi scenari con diversi gradi di azione e sviluppo per il clima.

in un Lo scenario più pessimista, con emissioni elevate e sviluppo irregolare, prevede il rapporto Fino a 216 milioni di persone migreranno all’interno dei propri paesi nelle sei regioni analizzate: America Latina; Nord Africa; Africa sub-sahariana; Europa orientale e Asia centrale; Asia del sud; e l’Asia orientale e il Pacifico.

in un Scenario meno rischioso, con basse emissioni e uno sviluppo globale e sostenibile, il numero Gli immigrati possono essere fino all’80% in meno Ma anche questo significa la migrazione di quasi 44 milioni di persone.

Il rapporto non ha analizzato gli effetti su A breve termine Cambiamenti climatici, come gli effetti di eventi meteorologici estremi

le scoperte “Riaffermano la capacità del clima di innescare la migrazione all’interno dei paesi”.ha affermato Vivian Wei-Chin Clement, esperta senior sui cambiamenti climatici presso la Banca mondiale e uno degli autori del rapporto.

Quattro milioni di persone avranno bisogno di assistenza umanitaria quest'anno "Importante" Somalia (Foto: EFE)
Quattro milioni di persone avranno bisogno di aiuti umanitari “critici” quest’anno Somalia (Foto: EFE)

Nel peggiore dei casi Africa sub-sahariana – L’area più vulnerabile a causa della desertificazione, delle coste fragili e della dipendenza della popolazione dall’agricoltura –Sarà quello che segnerà più mosse, con fino a 86 milioni di migranti climatici che si trasferiscono all’interno dei confini nazionali.

READ  Israele ha presentato un piano di "economia per la sicurezza" per fermare la violenza del movimento terrorista Hamas

Il rapporto non ha fornito uno studio su migrazione climatica al di fuori dei propri confini nazionali.

(con informazioni sull’AP)

Continuare a leggere: