Settembre 18, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Il governatore di Boko Haram afferma che la studentessa di Sibok è stata rilasciata in Nigeria sette anni dopo il rapimento

Una donna rapita dalla città nigeriana di Sibok ha ritrovato i suoi genitori sette anni dopo il suo rilascio. Boko Haram Il governatore del Borneo ha detto sabato che i militanti hanno rapito lei e più di 200 suoi compagni di classe.

Una notte dell’aprile 2014, un raid in una scuola nella città nord-orientale ha causato una protesta internazionale e una campagna virale sui social network con l’hashtag #bringbackourgirls.

Il governatore Babagana Zulum, che ha affermato di essere sposato mentre era in prigione, si è consegnato all’esercito 10 giorni fa. Joule ha detto che i funzionari del governo hanno usato il tempo per identificarla e contattare i suoi genitori.

Circa 270 ragazze sono state rapite dal gruppo islamico, ma 82 sono state rilasciate nel 2017 dopo la mediazione e 24 sono state rilasciate o trovate. Alcune altre sono fuggite o sono state salvate, ma si ritiene che circa 113 ragazze siano ancora detenute dal gruppo militante.

Zool ha detto che il ricongiungimento della ragazza con i suoi parenti ha sollevato la speranza di trovare altri che sono ancora tenuti prigionieri. Ha detto che riceverà cure psicologiche e mediche come parte di un programma di riabilitazione del governo.

Boko Haram ha compiuto per primo rapimenti scolastici Nigeria, Come ha fatto il suo successivo Stato Islamico nella provincia dell’Africa occidentale, ma ora la tattica è quella di rapire gli studenti delle scuole da bande criminali per il salvataggio.

In un recente attacco del mese scorso, i rapinatori hanno rapito degli scolari da un collegio a Katuna, il decimo rapimento di massa di una scuola di massa nel nord della Nigeria da dicembre, quando sono stati rapiti più di 1.000 studenti.

READ  'Cosa possiamo fare?' I cinesi discutono del ruolo della crisi climatica nelle inondazioni mortali | Cambiamento climatico