Settembre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Israele consegna una terza dose del vaccino Pfizer Covit-19 agli adulti a rischio

  • Booster per adulti con sistema immunitario indebolito
  • Israele ha un terzo peso per la popolazione generale
  • Il paese ha avuto il rilascio del vaccino pfizer leader al mondo
  • Ma la variazione delta può aumentare le infezioni

GERUSALEMME, 11 luglio (Reuters) – Israele ha detto domenica che avrebbe iniziato a distribuire la terza dose di inchiostri Pfizer. (PFE.N) Il vaccino è per gli adulti con un sistema immunitario indebolito, ma è comunque importante valutare se il richiamo debba essere reso disponibile al pubblico in generale.

La rapida diffusione della variante Delta ha rimandato i tassi di vaccinazione in Israele poiché le nuove infezioni sono aumentate da una cifra a 450 al giorno nell’ultimo mese e il paese si sta muovendo per monitorare rapidamente la sua prossima nave Pfizer.

Il ministro della Sanità Nietzsche Horowitz ha affermato che gli adulti con sistema immunitario indebolito che hanno ricevuto due dosi del vaccino Pfizer potrebbero ricevere immediatamente un colpo di richiamo.

Pfizer e il partner Bioentech SE, fornitori chiave della rapida lista di vaccini israeliani iniziata a dicembre, hanno dichiarato giovedì che chiederà ai regolatori statunitensi ed europei di approvare i richiami entro settimane.

Entrambe le società hanno citato l’aumento del rischio di infezione dopo sei mesi di ricerca del permesso per un terzo colpo.

Le aziende, che hanno ricevuto critiche da alcuni scienziati e funzionari, non hanno condiviso dati che mostrano tale rischio, ma hanno affermato che sarebbe stato reso pubblico presto. Hanno anche citato dati israeliani recenti. leggi di più

“Stiamo esplorando questo problema e non abbiamo ancora una risposta definitiva”, ha detto Horowitz in una trasmissione radiofonica pubblica su uno stimolo al pubblico in generale in Israele.

READ  Gli argentini stanno correndo per le strade della città per più lavoro e cibo

“In ogni caso, diamo una terza possibilità a chi è immunocompromesso”.

La metà dei 46 pazienti attualmente ricoverati in Israele in condizioni critiche è stata vaccinata e la maggior parte proviene da gruppi a rischio, affermano i funzionari sanitari. Dei circa 5,7 milioni di persone in Israele, 9,3 hanno ricevuto una singola dose di Lias.

Sharon Alroy-Breeze, capo del ministero della salute pubblica del Ministero della Salute, ha affermato che Israele non si affretterà a prendere alcuna decisione sui colpi di richiamo per il pubblico.

“Questo è molto complicato. Attualmente stiamo assistendo a focolai tra i bambini e i loro genitori che non hanno bisogno di essere vaccinati a gennaio e febbraio e dobbiamo identificare le dipendenze (statistiche)”, ha detto Alroy-Bries a Khan.

Non è ancora chiaro se il vaccino sia semplicemente meno efficace contro la variante delta e se i tassi di malattia tra quelli vaccinati a gennaio e febbraio fossero più alti di quelli vaccinati in seguito, ha aggiunto Alroy-Breeze.

Limite di fornitura

Horowitz ha affermato separatamente che il Ministero della Salute avrebbe inserito un divario di distribuzione Pfizer per i vaccini a due dosi per il pubblico in generale utilizzando Modernna Inc. (MRNA.O) Vaccini già disponibili.

Il primo ministro Naphtali Bennett ha dichiarato domenica in una dichiarazione al suo gabinetto di aver concordato con Pfizer di portare la prossima misura al 1° agosto. Si prevedeva che queste esportazioni sarebbero arrivate a settembre.

Non c’è stata risposta immediata da Pfizer per il commento.

Montaggio di Jeffrey Heller e Raisa Kasolovsky

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.