Settembre 22, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

La Corte Suprema spagnola ha stabilito che la chiusura è incostituzionale

BARCELLONA, Spagna (AP) – La Corte costituzionale spagnola ha stabilito mercoledì che il rifugio di emergenza del governo spagnolo durante le prime ondate di COVID-19 dello scorso anno era incostituzionale.

Mentre la maggior parte dei termini dello stato di emergenza è stata rispettata, ai cortometraggi è stato ordinato di evacuare le persone dalle strade, esclusi coloro che violano la costituzione spagnola, ad eccezione dei viaggi di shopping, dei viaggi di lavoro inevitabili e di altre attività essenziali.

La corte ha rilasciato una breve dichiarazione che descrive il verdetto come una decisione divisa. L’emittente statale ha detto a TVE che sei giudici erano a favore e cinque contrari. I risultati completi sono attesi nei prossimi giorni.

Secondo TVE, la corte ha stabilito che la maggioranza ha violato i diritti fondamentali dei cittadini e che lo stato di emergenza non era un mezzo costituzionalmente adeguato. I sei giudici hanno affermato che sarebbe stata necessaria una posizione eccezionale per consentire al governo di sospendere i diritti fondamentali.

Il ministro della Giustizia Pilar Lope ha detto che il suo governo “sosterrà ma non condividerà” la decisione sull’inadeguatezza della dichiarazione di emergenza, che “ha salvato centinaia di migliaia di vite”.

“La legge sugli arresti domiciliari annunciata durante lo stato di emergenza, insieme al comportamento esemplare dei cittadini, ci ha permesso di prevenire il virus”, ha detto Loeb, che è simile agli ordini di altri governi europei.

La Corte Costituzionale ha emesso la sua sentenza in risposta a una causa intentata dal partito spagnolo di estrema destra Vox. Mercoledì il leader della Vox Santiago Abbaskal ha invitato il primo ministro spagnolo Sanchez a dimettersi.

READ  Un pensionato ha vinto 500mila euro di gratta e l'agente è scappato con il biglietto

“Non possiamo celebrare la decisione perché abbiamo le prove che il governo è pronto a infrangere la legge e violare la costituzione”, ha detto Abbaskal.

Il governo spagnolo ha dichiarato lo stato di emergenza il 14 marzo 2020, tre giorni dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato la diffusione del virus corona un’epidemia. Mentre gli ospedali spagnoli si riempivano, il governo di coalizione di sinistra di Sanchez ha ottenuto il sostegno parlamentare, compresi i legislatori di Vokes, per lo stato di emergenza.

Durante le prime sei settimane di reclusione, gli spagnoli non furono in grado nemmeno di uscire per fare esercizio e Vaux ritirò il sostegno per la serrata.

Il blocco ha contribuito a ridurre il numero di nuovi casi giornalieri. Il governo spagnolo ha gradualmente allentato i controlli sull’epidemia dopo il peggio dell’emergenza. Da allora, la Spagna ha utilizzato una serie di misure per controllare l’epidemia. Il paese afferma che 81.000 persone sono morte a causa dell’epidemia.

Gli esperti legali hanno affermato che non sarebbe chiaro se la sentenza aprirà la porta a cause contro il governo fino all’annuncio della decisione completa della corte.

Fernando Simon, professore di diritto costituzionale all’Università di Navarra, ha affermato che la Corte costituzionale potrebbe limitare l’espressione giuridica dello stato a migliaia di cittadini.

“Questa capacità è giustificata perché, se l’impatto della decisione viene preso sul serio, potrebbe creare situazioni confuse”, ha detto Simon all’Associated Press in una e-mail.

Ha parlato a sostegno dell’Alleanza degli Stati Uniti, ma ha detto che mantenere una certa indipendenza non era la risposta.

___

Segui tutta la copertura AP dell’infezione da coronavirus su https://apnews.com/hub/coronavirus-pandemic

READ  Gli italiani (per lo più) adottano un "pass verde" per dimostrare il vaccino il primo giorno