Settembre 22, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

La crisi climatica sta trasformando i tunnel del mondo in zone alluvionali

Passeggeri spaventati La metropolitana allagata è rimasta bloccata nelle auto A Zhengzhou, in Cina. Acqua Scendendo le scale Nella metropolitana di Londra. una donna Scuro, i fianchi vagano nell’acqua profonda Raggiungi il sito della metropolitana di New York City.

I sistemi di tunnel in tutto il mondo stanno lottando per far fronte alle condizioni meteorologiche estreme causate dal cambiamento climatico. I loro progetti, basati sulle aspettative di molte epoche, sono di più, e investire in miglioramenti a Cadere in equipaggio Causato da infezione.

Sarah Kaufman, co-direttore del Rutin Transportation Center della New York University, ha dichiarato: “Fa paura. “La sfida è, come possiamo prepararci per la prossima tempesta che dovrebbe essere lontana 100 anni”, ha detto, “ma può succedere domani?”

Il trasporto pubblico svolge un ruolo importante nella riduzione degli spostamenti in auto nelle grandi città, stabilizzando così le emissioni dei veicoli che contribuiscono al riscaldamento globale. Gli esperti dei trasporti affermano che ciò potrebbe avere un impatto importante sull’inquinamento atmosferico urbano e sulle emissioni di gas serra se i passeggeri vengono intimiditi dalle immagini di stazioni sommerse e iniziano a evitare i tunnel per le auto private.

Alcune reti, come Londra o New York, sono state avviate oltre un secolo fa. Mentre pochi, come Tokyo, sono stati in grado di controllare le proprie difese contro le inondazioni, la crisi in Cina di questa settimana mostra che alcune delle più recenti organizzazioni del mondo (l’organizzazione di Zhengzhou non ha nemmeno un decennio) potrebbero essere sopraffatte.

Robert Buendென்s, amministratore delegato dell’Eno Center for Transport, un think tank senza scopo di lucro focalizzato sul miglioramento della politica dei trasporti, ha affermato che il ripristino dei tunnel contro l’alluvione è stato “uno sforzo enorme”. “Ma quando lo paragoni al costo del non fare nulla, ha molto senso”, ha detto. “Il costo di non fare nulla è molto costoso.”

Audi Domer, un collega senior del Metropolitan Policy Program della Brookings Institution, ha affermato che i tunnel e i sistemi ferroviari aiutano a combattere la proliferazione e a ridurre la quantità di energia utilizzata dalle persone. “Gallerie e ferrovie sostenibili fanno parte della nostra soluzione climatica”, ha affermato.

READ  Ambasciatore del Regno Unito: Israele ha le sue considerazioni nel rispondere all'Iran

Le recenti inondazioni sono un altro esempio del clima estremo che si sta adattando ai cambiamenti climatici in tutto il mondo.

Pochi giorni prima del sogno della metropolitana cinese, Almeno 160 persone sono morte in alluvioni in Germania. Le grandi ondate di calore hanno portato miseria negli Stati Uniti in Scandinavia, Siberia e nel nord-ovest del Pacifico. Gli incendi negli Stati Uniti occidentali e in Canada hanno mandato fumo in tutto il continente La scorsa settimana e ha innescato allarmi sanitari in città come Toronto, Filadelfia e New York City, dando al sole una tinta rossa.

Inondazioni improvvise hanno inondato strade e autostrade nelle ultime settimane. Il Un tratto della Highway 1 in California È stato un promemoria della debolezza delle strade del paese nell’Oceano Pacifico dopo le forti piogge di quest’anno.

Ma le inondazioni più gravi rappresentano una sfida particolare per l’invecchiamento dei sistemi di tunnel in alcune delle più grandi città del mondo.

A New York, la Metropolitan Transportation Authority 6 ha investito 2,6 miliardi Da quando l’uragano Sandy ha rovesciato il sistema di tunnel della città nel 2012, ha rinforzato 3.500 aperture di tunnel, scale e vani degli ascensori contro le inondazioni. Anche in una giornata asciutta, la rete di tubi drena circa 14 milioni di galloni, principalmente di acque sotterranee, fuori dal sistema. Tuttavia, questo mese mostra che il sistema è vulnerabile a inondazioni improvvise.

Vincent Lee, co-direttore e direttore tecnico di Arup, la società di ingegneria che ha contribuito a migliorare le otto stazioni della metropolitana, ha affermato che “cercare di lavorare all’interno delle barriere di una città con infrastrutture obsolete è una sfida”. E altre strutture a New York dopo la tempesta del 2012.

La vasta metropolitana di Londra affronta sfide simili.

“Il sistema di drenaggio di Londra risale all’era vittoriana”, ha affermato Bob Ward, direttore politico del Grantham Research Institute for Climate Change and Environment di Londra. Ha un impatto diretto sul sistema sotterraneo della città. “Con l’aumento delle forti piogge che stiamo vivendo a causa del cambiamento climatico, non siamo in grado di gestirlo in questo momento”.

READ  I casi governativi possono essere ridotti del 60% negli Stati Uniti, lo studio mostra | Notizie americane

Nel frattempo, la crisi in Cina di questa settimana mostra che anche alcune delle nuove organizzazioni mondiali potrebbero essere sopraffatte. Robert E., professore di ingegneria civile al New York City College. Come ha detto Boswell: “I tunnel saranno allagati. Stanno per inondare perché sono sotto terra. “

Per capire come funzionano le acque sotterranee, Taisuke Ishigaki, un ricercatore del Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università del Kansai a Osaka, in Giappone, ha costruito il diorama di una città con una struttura a tunnel vivace e poi ha scatenato un’alluvione equivalente a circa 11 pollici di pioggia. In un giorno.

In pochi minuti, l’acqua ha cominciato a ritirarsi attraverso diversi ingressi del tunnel e giù per le scale. Quindici minuti dopo, il palco di Diorama era poco meno di 8 piedi – una serie di eventi che il Dr. Ishikaki è rimasto inorridito nel vedere emergere nella vita reale a Zhengzhou questa settimana. Lì, le acque alluvionali hanno rapidamente sommerso i passeggeri parcheggiati nei vagoni della metropolitana. Almeno 25 persone sono morte dentro e fuori la città, di cui 12 nella metropolitana.

La ricerca del Dr. Ishikaki rivela il sistema di monitoraggio delle inondazioni ora in uso nell’ampia rete sotterranea di Osaka, dove speciali telecamere controllano le acque sotterranee durante le speciali stagioni delle piogge. L’acqua al di sopra di un certo livello di pericolosità attua protocolli di emergenza in cui vengono chiusi gli ingressi più vulnerabili (alcuni possono essere chiusi in un minuto) mentre i passeggeri vengono immediatamente evacuati da terra tramite l’altra uscita.

Il Giappone ha fatto altri investimenti nelle sue infrastrutture per le inondazioni Forti cavernosi sotterranei E paratoie agli ingressi dei tunnel. L’anno scorso, l’operatore ferroviario privato Tokyo, con il sostegno del governo giapponese, ha completato un grande forte per catturare e deviare 4.000 tonnellate di acqua scaricata alla stazione di Shibuya a Tokyo, un importante hub di Tokyo.

Gli avvocati del trasporto di massa negli Stati Uniti chiedono il pagamento del Fondo di soccorso in caso di catastrofe per i trasporti pubblici. “La dimensione dei problemi è più grande di quella che le nostre città e i nostri stati possono risolvere”, ha affermato Betsy Plum, direttore esecutivo della Riders Alliance, un gruppo di avvocati per i viaggi in metropolitana e in autobus.

Alcuni esperti suggeriscono un altro approccio. Dicono che non è possibile proteggere sempre i tunnel a causa di inondazioni più gravi.

Sono invece necessari investimenti in autobus e piste ciclabili, che possono fungere da modi alternativi di trasporto pubblico quando le metropolitane sono allagate. Anche la conservazione della natura può fornire sollievo. Rotterdam, nei Paesi Bassi, coltiva piante sui suoi tram, aiutando ad assorbire l’acqua piovana e ridurre il calore.

“Durante le epidemie, hai visto le persone andare in giro in bicicletta, un sistema di trasporto più flessibile, meno dirompente, più economico e con meno emissioni di carbonio”, ha affermato Anjali Mahendra, direttore della ricerca presso il Rose Center for Sustainable Cities, un’organizzazione di risorse globali. Think tank con sede a Washington. “Dobbiamo fare di più per collegare determinate aree di città e quartieri con questi corridoi ciclabili.

Alcuni esperti si chiedono perché gli esperti pubblici dovrebbero essere sotterranei in primo luogo, dicendo che i trasporti pubblici dovrebbero ripristinare la strada. La metropolitana leggera a livello stradale, i sistemi di autobus e le piste ciclabili non sono interessati dalle inondazioni, sono economici da costruire e accessibili, ha affermato Bernardo Baranda Sepalveda, ricercatore presso l’Agenzia per lo sviluppo dei trasporti di Città del Messico. Il trasporto non ha scopo di lucro.

“Abbiamo questa recessione per dare alle auto lo spazio disponibile fuori terra dal secolo scorso”, ha detto. “Ma una corsia degli autobus trasporta più persone di tre corsie”.