Ottobre 25, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

La divisione tra pubblico e privato

Guillermo Diaz (sullo schermo), Alejandro Vazquez, Joaquin Arenas e Javier Padilla.

Per quanto riguarda il ruolo di Il settore pubblico nella ricerca medica Una delle tavole rotonde tenute sotto il Dodicesima riunione dei parlamentari sanitariorganizzato da scrittura medica In collaborazione con De Abrova, Gilead, Boehringer Ingelheim, KIZI, Gilead, Sanofi.

Diaz, durante un dibattito sulla scrittura medica.

discussione raccolta Guillermo Diaz (cittadini), Javier Padilla (più Madrid) e Alejandro Vasquez (PP), che ha concordato sulla necessità di “scommettere di più sul campo scientifico” in Spagna, nonché sull’importanza delle questioni pubbliche e private che vanno di pari passo nella promozione della ricerca biomedica.

Tuttavia, ognuno ha messo in tavola le sue sfumature. Nel caso del portavoce di Más Madrid presso il Comitato per la salute dell’Assemblea di Madrid, ha sottolineato che il ruolo che deve essere svolto dalla sfera pubblica deve essere “Guida” per ottenere “senza complessi” Questo, ha sottolineato, “unifica i rappresentanti dell’opinione pubblica, delle imprese e della società civile”.

Da parte sua, Vasquez ha osservato che la ricerca biomedica “È una catena con molti anelli. Da un lato il sistema pubblico e dall’altro il sistema privato. Se non possiamo unirli, non aggiungeremo valore alla ricerca”, ha sottolineato il leader popolare, che ha avvertito che nel 2019 la Spagna era l’ottavo Paese nella produzione scientifica “e non tanto nei prodotti che possono generare profitto”.

Infine, Diaz ha commentato che la Spagna deve “rompere i pregiudizi e percepire lo stato nel suo insieme”, in modo che il pubblico e il privato non siano “alternative”, ma piuttosto “complemento”. A questo proposito, ha difeso a La legge del favoritismo «che include la ricerca scientifica». “Questa formula non è incoraggiante in Spagna e può essere implementata attraverso università o istituti come Carlos III”, ha affermato.

Alejandro Vasqueze Joaquín Arenas (mediatore) e Javier Padilla.

carta della scienza

I relatori hanno inoltre convenuto sull’importanza di procedere verso una carta della scienza. Ma senza falsi dilemmi, Non devi scegliere tra ciò che è pubblico e ciò che è privato”., ha insistito un portavoce cittadino del Comitato per la salute del Congresso. In questo senso, ha affermato che la scienza “deve essere inclusa nel dibattito politico”.

“Non c’è sviluppo della scienza se non è così. È necessario investire nel rendimento e nella stabilità di quelli che già esistono. Migliorare la compatibilità delle attività cliniche e di ricerca. La ricerca che svolgiamo lontano dalla ricerca clinica viene svolta nel tempo libero”, ha concluso Padilla.

Infine, ha aggiunto Vasquez, “Quando un Paese è d’accordo, avanza”.. Ha difeso questo, dicendo: “La scienza e la ricerca biomedica, come la salute, richiedono un accordo. E penso che se vogliamo aggiungere valore, è obbligatorio, dobbiamo tutti cedere e impegnarci”.

Video integrale del 12° Incontro Globale dei Parlamentari della Salute.

Sebbene possa contenere dichiarazioni, dichiarazioni o note di istituzioni sanitarie o professionisti, le informazioni in scrittura medica sono curate e preparate da giornalisti. Si consiglia di consultare il lettore su qualsiasi domanda relativa alla salute con un operatore sanitario.

READ  Silvio Rodriguez mette in evidenza i risultati della scienza cubana di fronte al COVID-19 | Notizia