Ottobre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

La Germania si avvicina alla fine dell’era della Merkel, “la donna più potente del mondo” | Notizie Univision Mundo

Questa domenica Germania Si terranno le elezioni legislative per scegliere il nuovo governo. Le elezioni segnano la fine di 16 anni di leadership Angela Merkel, un’era di stabilità che era Il primo e unico cancelliere della nazione.

Il 22 novembre 2005, la Merkel è diventata la prima donna a capo del governo tedesco. Da allora Ha vinto quattro elezioni generali consecutive. Con i suoi alti e bassi, è stato criticato da molti, ma accettato tranquillamente da altri.

La cancelliera tedesca ha impresso il suo timbro sul Paese e lo ha posto alla testa dell’Europa.

Angela Dorothea Kasner è nata ad Amburgo, nella Repubblica federale di Germania, il 17 luglio 1954. Ma quando era bambina, suo padre, pastore luterano, decise di trasferirsi nella Repubblica Democratica Tedesca (RDT), a est . Germania, il cui regime comunista visse fino all’età di 35 anni.

A Lipsia, il politico futurista ha studiato fisica (ha conseguito il dottorato nel 1986 con una tesi in fisica quantistica).

Merkel ha preso il cognome del suo primo marito, Ulrich, che ha incontrato al college e con cui è stata sposata dal 1977 al 1982.

Dopo la caduta del muro di Berlino nel novembre 1989, la Merkel si unì al movimento del Risveglio Democratico, che in seguito si unì all’Unione Cristiano Democratica (CDU) e alla Federazione Sociale Tedesca per formare l’alleanza conservatrice per la Germania.

Nell’agosto 1990, la Merkel è entrata a far parte dell’Unione Cristiano Democratica, un’organizzazione che in seguito si è fusa con la sua controparte nella Repubblica federale di Germania il giorno prima della riunificazione del paese, avvenuta il 1 ottobre 1990.

Nelle prime elezioni dopo la riunificazione nel dicembre 1990, Merkel ha vinto un seggio per Stralsund-Rugen-Gregen nella camera bassa del parlamento tedesco, il cosiddetto Bundestag.

Nel gennaio 1991, il cancelliere Helmut Kohl è stato nominato ministro per le donne e la gioventù. Nella sua posizione, il giovane politico divenne noto come la “Cole Girl”. Alla fine, dopo aver ottenuto la leadership del partito nel 2000 e la carica di cancelliere nel 2005, la Merkel è diventata la donna più potente del paese, e alla fine “la più potente del mondo”.

Di fronte alla recente escalation populista globale, con Donald Trump Nella sua testa, alcuni sono arrivati ​​a descriverla come la leader del mondo libero.

‘Forza nel silenzio’

Questo è il loro motto. Il cancelliere tedesco ha uno stile sobrio, prevedibile e disciplinato.

Alcuni dicono addirittura che sia noioso e privo di carisma, ma in politica molti tedeschi lo vedono come un vantaggio e una garanzia di stabilità.

Quella calma non si è rotta quando nel 2019 ha iniziato a soffrirne un po’ Orgasmi strani in pubblicoCosa che si è ripetuta in altre due occasioni, sollevando preoccupazioni per la sua salute.

Il 29 ottobre 2018 la cancelliera ha annunciato il suo ritiro dalla politica. È la prima cancelliera uscente dal 1949 a non candidarsi alla rielezione.

Nonostante la sua lunga permanenza in carica, la Merkel parte con tassi di accettazione favorevoli, non solo in Germania, ma nel mondo intero. Secondo diversi sondaggi.

Questi sono alcuni dei momenti chiave del suo governo:

Aspettando le elezioni

Non è chiaro chi vincerà le elezioni in quel momento La fine dell’era Merkel.

Le due tradizionali formazioni politiche, democristiana e socialdemocratica, sono molto vicine nei sondaggi d’opinione, con un leggero vantaggio per i socialdemocratici, il cui leader Olaf Schulz ha sfruttato meglio le preoccupazioni dei tedeschi, rispetto al leader del CDU, Armin Laschet.

Ironia della sorte, Schultz, un avversario, ha cercato un guadagno politico cercando di ritrarre se stesso come l’erede dell’eredità della Merkel, descritta da alcuni come un socialdemocratico sotto copertura.

Al terzo posto c’è il Partito dei Verdi, i cui numeri sono crollati dopo le ultime elezioni che sembravano destinate a diventare la forza politica numero uno.

Si ipotizzano diverse possibilità, oltre alla tradizionale alleanza tra SPD e CDU, che questa volta sembra improbabile a causa dei numeri decrescenti, compresa la possibilità di formare per la prima volta una coalizione di più di due partiti per governare il partito. nazione.

La Merkel non ha rivelato cosa farà d’ora in poi, anche se ci sono speculazioni che la metteranno a capo del Consiglio europeo e di altri nel settore privato.

La sua assenza si farà sicuramente notare nei primi anni. Ha avuto una presenza permanente nella politica internazionale negli ultimi quindici anni.

Scarica