Settembre 22, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

La Siberia trema mentre la terra ghiacciata brucia

La Siberia nordorientale è il luogo in cui le persone prendono la temperatura artica più velocemente. Ma 100 gradi giorno sono completamente un’altra questione.


MAHARAS, Russia – Una richiesta di aiuto durante una fastidiosa e dolorosa serata fumosa alle 19:42 sui telefoni degli abitanti dei villaggi nell’estensione del permafrost in rapida espansione della Siberia.

Leggi il messaggio WhatsApp dall’ufficio del sindaco. “L’autostrada ha preso fuoco”.

Un contadino lancia un grande sacco blu su un trattore e soffoca prematuramente. Il fumo, che era sempre denso, tagliava la luce del sole, e il vento soffiava le ceneri sul suo viso indifeso. Le fiamme sull’autostrada brillavano arancioni e calde, lambindo gli alberi lungo la strada.

“Abbiamo bisogno di un grosso trattore!” L’autista ha urlato rapidamente, ha interrotto il suo lavoro e si è precipitato in città.

Per il terzo anno consecutivo, i residenti della Siberia nord-orientale stanno scappando dal peggior incendio che possano ricordare e molti si sentono impotenti, arrabbiati e soli.

Sopportano il freddo inverno al di fuori dell’Antartide con poche lamentele. Ma negli ultimi anni, l’estate Temperatura nell’Artico russo Elevato a 100 gradi, si nutre di enormi palle di fuoco che dissolveranno permanentemente il terreno ghiacciato in una sola volta.

L’anno scorso, più di 60.000 miglia quadrate di incendi boschivi e tundra hanno spazzato la Florida. Questo è più di quattro volte l’area bruciata negli Stati Uniti durante la devastante stagione degli incendi del 2020. Quest’anno, in Russia sono già state bruciate più di 30.000 miglia quadrate e, secondo i dati del governo, la regione ha solo due settimane per la stagione di picco degli incendi.

Gli scienziati affermano che il peggior incendio estivo nel nord della Siberia è stato causato da un insolito caldo estivo, che si sta riscaldando più velocemente di qualsiasi altra parte del mondo. Il suo impatto può essere sentito lontano dalla Siberia. L’incendio potrebbe accelerare il cambiamento climatico rilasciando grandi quantità di gas serra e distruggendo le vaste foreste sepolcrali russe che assorbono carbonio dall’atmosfera.

L’anno scorso, un incendio nella remota regione siberiana della Yakutia ha rilasciato quasi la stessa quantità di anidride carbonica consumata in Messico nel 2018, ha affermato Mark Barrington, scienziato senior presso il Copernicus Atmospheric Monitoring Service a Reading, nel Regno Unito. .

READ  30 Miglior Fibia Cinta Uomo per te

Ora, la Yakutia – un’area quattro volte più grande del Texas, con la sua cultura e la sua lingua turca – sta bruciando di nuovo.

In alcuni giorni di questo mese, un denso fumo aleggiava su Yakutsk, la capitale della città più fredda del mondo, asciugando gli occhi dei residenti e schiarendosi la gola. Fuori dalla città, gli abitanti del villaggio si dissetano accendendo fuochi, scavando fossati e scavando ghiaccio nel terreno per tenerli lontani dalle loro case e dai loro campi.

La vita qui ruota intorno alla foresta settentrionale conosciuta come Taiga. È fatto da bacche, funghi, carne, legno e legna da ardere. Quando brucia, il gelo permanente sottostante si dissolve molto rapidamente, trasformando le foreste lussureggianti in paludi invincibili.

Alcuni incendi sono normali, ma gli scienziati li hanno accelerati a velocità straordinarie negli ultimi tre anni, minacciando la sostenibilità dell’ecosistema della Taiga.

“Se non abbiamo una foresta, non abbiamo vita”, ha detto Maria Nokovitsina, una direttrice d’asilo in pensione nel villaggio di Magaras, con una popolazione di circa 1.000 abitanti, a 60 miglia da Yakutsk.

Come molti abitanti del villaggio hanno fatto di recente, la signora Nokovitsina ha fatto un’offerta alla terra per evitare il fuoco: ha strappato alcune frittelle alla russa e le ha cosparse per terra di latte fermentato.

“La natura è arrabbiata con noi”, ha detto.

Da parte loro, il popolo Yakutia è arrabbiato. Dicono che il riscaldamento globale è un’indicazione che i governi potrebbero pagare una spesa politica.

Durante un viaggio di quattro giorni in Yakutia all’inizio di questo mese, ha espresso la sensazione globale che il governo russo non capisse la difficile situazione della gente. Invece di accettare l’interpretazione ufficiale che il cambiamento climatico sia la causa della catastrofe, vengono ripetute molte teorie del complotto, una delle quali è che gli incidenti con incendi sono diretti a funzionari o commercianti corrotti che credono di poterne trarre profitto.

“Non lo vedo, ma la gente lo dice”, ha detto Yegor Andrew, 83 anni, un abitante di un villaggio a Magaras, che ha parlato di voci diffuse secondo cui “capi” senza nome stavano bruciando la foresta per vari altri progetti di corruzione. “Non c’era nessun incendio a Mosca, quindi non potevano essere meno notati”.

READ  Di tanto in tanto, la nave che ha intercettato Suez entra in porto

In Maharashtra, il sindaco Vladimir Tekyanov ha detto che stava facendo domanda per una sovvenzione governativa per acquistare un drone, apparecchiature GPS e radio. Il guardia forestale Vladislav Volkov, che ha guidato il bulldozer attraverso i boschi in fiamme fuori dal villaggio, ha detto di essere cieco sull’entità del fuoco a causa della mancanza di sorveglianza aerea. Solo quando ha recuperato il trattore rotto che aveva lasciato pochi giorni fa ha scoperto che un nuovo incendio divampava nelle vicinanze.

“Il fuoco non aspetta mentre aspetti i pezzi di ricambio”, ha detto.

La Russia, in qualche modo, Può trarre beneficio dai cambiamenti climatici Questo perché il clima più caldo crea nuovi paesaggi fertili e apre l’Oceano Artico, una volta ghiacciato, per estrarre più commercio e risorse. Ma il paese è particolarmente vulnerabile, con due terzi della sua superficie coperta da ghiaccio permanente, che erode la terra, rompe strade e mina gli edifici. Quando si dissolve.

Per molti anni, il presidente Vladimir V. Putin ha rifiutato il fatto che gli esseri umani siano responsabili del riscaldamento climatico. Ma il mese scorso ha lanciato il suo nuovo messaggio Invito annuale spettacolo Con l’opinione pubblica russa, lo scioglimento del permafrost avverte che potrebbe portare a “conseguenze sociali ed economiche molto gravi” per il Paese.

“Per una buona ragione, molti credono che sia principalmente legato alle attività umane e agli inquinanti nell’atmosfera”, ha detto. Putin ha detto al pubblico. “Il riscaldamento globale sta avvenendo nel nostro paese più velocemente che in molte regioni del mondo”.

Sig. Mettere in Firmato in legge Le aziende dovrebbero segnalare le loro emissioni di gas serra questo mese, portando alla regolamentazione del carbonio in Russia, il quarto più grande inquinatore al mondo. La Russia ha ospitato l’ambasciatore per il clima del presidente Biden John Kerry per colloqui a Mosca questa settimana, indicando la sua disponibilità a lavorare con Washington per combattere il riscaldamento globale nonostante i conflitti.

Eppure la lotta della Russia si scontra con le solite sanzioni: un rigido governo centralizzato, un ampio apparato di applicazione della legge e sfiducia nello stato. I pubblici ministeri hanno avviato un’indagine penale nei confronti delle autorità locali per non aver combattuto l’incendio, divampato a giugno.

READ  Almeno 20 tipi di regali mancavano dal caveau del Dipartimento di Stato

“Le persone che hanno combattuto gli incendi erano vicine all’essere arrestate”, ha detto Alexander Isov, un esperto di incendi boschivi presso l’Accademia delle scienze russa a Yakutsk. “Le loro attività sono state interrotte”.

Poi, all’inizio di questo mese, le persone in Yakutia si sono arrabbiate dopo il ministero della difesa russo Inviato Un aereo per diabetici in Turchia per aiutare i grandi incendi della guerra civile geopolitica. Ci sono voluti altri cinque giorni prima che il governo russo annunciasse che avrebbe inviato aerei militari per combattere l’incendio anche in Yakutia.

“Ciò significa che Mosca non se ne è ancora accorta”, ha affermato Alexander N., vicedirettore della Melnikov Permafrost Company a Yakutsk. Fedorov ha detto in un’intervista prima di inviare aerei nella regione russa.

Di recente, un venerdì sera, i volontari si sono riuniti su camion e rimorchi aperti nel villaggio di Pulkuniyaktak, a sud di Yakutsk, e si sono schiantati per due ore in una foresta infestata dalle zanzare. Riempirono uno stagno con autocarri d’acqua e si diressero verso il lato di una scogliera che domina il maestoso fiume Lena, dove si accorsero di aver sbagliato strada: c’era un incendio nella valle sottostante.

Alcuni degli uomini sono scesi dal pendio, mentre altri hanno cercato di collegare insieme le manichette antincendio.

“Non ci sono vigili del fuoco qui”, mormorò uno. “Nessuno sa come usarli.”

Lavorando tutta la notte a nord con le pompe a zaino, i volontari sembravano avere un piccolo incendio che temevano potesse minacciare il loro villaggio. Ma una cosa era chiara a Semyon Solomono, uno dei volontari: qualsiasi vittoria contro le devastazioni di un clima che cambia sarebbe temporanea.

“Non è una fase, non è un ciclo – è la fine del mondo”, ha detto. disse Salomone. “L’umanità morirà e verrà l’era dei dinosauri”.

Nanna Hydeman Dichiarazione di contribuzione.