Settembre 22, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

L’Arabia Saudita impiega personale di supporto come focus group

Wise vuole sapere cosa pensano i suoi dipendenti dell’immagine dell’Arabia Saudita.

In un comunicato stampa di mercoledì, uno dei canali interni di Wise, Frederick Larritson scrive che il suo LinkedIn lo elenca come direttore esecutivo di una sottocommissione su Asia, Medio Oriente e Africa presso un’agenzia di stampa incentrata sui giovani che raccoglie informazioni sull’Arabia Saudita e persone in tutto il mondo. “Aiuta.

“Per favore aiutaci e partecipa al nostro sondaggio”, ha interrotto il messaggio con un’emoji a forma di cuore. Violatore dei media Prima segnalazione Mercoledì sopralluogo interno.

In un sondaggio intitolato “The Picture of Saudi Arabia”, ai dipendenti viene chiesto come vedono il paese, “quali associazioni vengono in mente quando si fa riferimento al paese”, possono elencare 3-4 fatti sul paese o sulla sua gente e come “pensi” che le persone nel tuo paese provengano dall’Arabia Saudita.

Inoltre, il sondaggio ha chiesto cosa dovrebbe fare il personale di supporto in merito al trasferimento o alla visita in Arabia Saudita. “Per favore finisci la frase. Prenderò in considerazione di trasferirmi e lavorare a Riyadh, la capitale dell’Arabia Saudita…” Per favore, finisci la frase. Andrò in Arabia Saudita e nella sua capitale Riyadh.

La notizia di mercoledì, secondo la gente del posto, è stata condivisa principalmente da una filiale “sul posto di lavoro” utilizzata dal lato degli affari, ma molti giornalisti sul sito sono rimasti scioccati nel vedere ciò che hanno visto. Wise non ha richiesto un commento sulla storia.

Il bizzarro insider testimonia lo straordinario rapporto tra l’agenzia di stampa mondiale e le migliori aziende saudite, mettendo di tanto in tanto in imbarazzo alcuni giornalisti del negozio. (Nonostante i controversi legami dell’azienda con l’Arabia Saudita, i giornalisti di Vice mantengono un flusso costante Dichiarazione importante sulla governance.)

READ  30 Miglior Van Gogh Libro per te

Il giornale di Wall Street Rapporto Nel 2018, il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman e l’ex vice dirigente dei media Shane Smith hanno discusso di una joint venture tra la società di media e il governo saudita.

Nel corso degli anni, l’Arabia Saudita ha cercato di guadagnare più terreno nei media e nell’intrattenimento americani. Il Saudi Research and Marketing Group, una società di media ed editoria con sede a Riyadh con stretti legami con il regime, ha investito molto in Benske Media. Il giornalista di Hollywood, pietra rotolante, Varietà, E molti altri importanti marchi di media di intrattenimento.

Ma il Massacro del 2018 Washington Post Jamal Kashoghi, giornalista e dissidente saudita presso il consolato saudita a Istanbul, ha provocato proteste quasi globali da parte delle organizzazioni dei media negli Stati Uniti, con molti che hanno rivalutato il loro rapporto con aziende con legami diretti con il regime saudita. Ad esempio, CNN, Il New York Times, Il Los Angeles Times, E altre società di media Annullato I loro migliori giornalisti sono apparsi a eventi sponsorizzati dai sauditi e la società di talenti si è ritirata da una grande partnership pianificata con il Regno di Endeavour.

Il saggio è anche lì Fatto da Documentari per una società controllata dal governo saudita. All’inizio di quest’anno, Wise ha aperto un ufficio con un business center nella capitale saudita, Riyadh, “spinto dalla nostra missione di conquistare le giovani voci”.

L’azienda ha anche detto Il giornalista di Hollywood Ha collaborato con il Saudi Research and Marketing Group per stabilire un programma di formazione per i creatori sauditi. Wise aveva precedentemente collaborato con SRMG È in fase di revisione Dopo l’assassinio di Kashogi.

READ  La Juventus continua senza alzare la testa in Serie A in Italia

Le iniziative saudite stanno manovrando dietro le quinte per diventare pubbliche attraverso una Special Purpose Acquisition Company (SPAC) cercando di rendere la sua attività più attraente. Sempre più popolare Le società di comodo sono utilizzate da molte grandi società di media digitali per diventare pubbliche, tranne che per i termini che sono gravosi.

Mercoledì, Il New York Times Rapporto La società di media sta pianificando un importante cambiamento editoriale verso “video e altre forme di formato visivo”. Alcuni giornalisti sono stati allarmati dall’annuncio che la società prevede di ridurre dal 40 al 50 percento il numero di articoli di testo sulle attività sussidiarie, tra cui Wise.com, Refinery 29 e ID, un piano che non era ampiamente noto al digitale dell’azienda. personale prima dell’annuncio del trasferimento. periodi.