Ottobre 17, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Laurena avverte l’Italia che Puigdemont non ha l’immunità parlamentare

Il magistrato della Corte di Cassazione adito nel caso 1-O, Pablo Lorena, ha inviato oggi una lettera ufficiale alla Corte d’Appello di Sasari (Italia) per ricordargli il mandato di cattura. Carlos Puigdemont agisce contro l’ex presidente della Generalite E gli dà un ordine di prigione incondizionato. Inoltre, avverte che la sua immunità è già stata eliminata e quindi non è protetto dallo status di eurodeputato.

Nel documento, il giudice dell’udienza di Bruges amplia le informazioni relative al fascicolo di richiesta di consegna di Fugtemont, sottolineando l’attuale mancanza di immunità parlamentare da parte del capo dell’euro. E’ tuttora in vigore e non è stato sospeso per l’impugnazione della prima sentenza resa da Lorena presso la Corte di Giustizia Europea.

Il leader separatista catalano Carlos Puigdemont cammina per strada nella città italiana della Sardegna, in Italia, sabato 25 settembre 2021, un giorno dopo che un giudice lo ha scarcerato.  (Foto AB / Andrea Rosa)

L’ex presidente catalano resta in Sardegna (foto AP / Andrea Rosa)

Andrea Rosa / A.P.

La lettera, inviata dal rappresentante spagnolo in Eurojust, si conclude chiedendo all’autorità giudiziaria italiana di rilasciare immediatamente il detenuto alla giurisdizione spagnola per proseguire il procedimento.

Nessuna immunità

Nel caso opposto, cioè quando viene mantenuta la revoca dell’immunità esistente, e solo se il giudice italiano comprende che la risposta alla domanda iniziale può confermare la sua decisione, il selezionatore accenna alla possibilità che la magistratura italiana sospenda la procedura di esecuzione fino alla sentenza della CGUE, sottolineando la posizione seguita dal Belgio.

Laurena avverte l'Italia che Puigdemont non ha l'immunità parlamentare
video


Nella lettera ufficiale, il giudice avverte che la previsione delle questioni preliminari, in linea con le raccomandazioni della CGUE, blocca il processo giudiziario in discussione, ma non esclude misure cautelari che devono essere concordate nella pratica. E secondo lui il mandato di cattura è una misura cautelare, quindi non va sospeso.

Scopo: perseguirlo

L’ordinanza protestante sul carcere e la detenzione, adottata il 14 ottobre 2019, a seguito della liberazione della condanna per tradimento di Progester, è “una misura cautelare innegabile che può essere evitata.

Per saperne di più

A tal fine assicurando il processo, dopo che è stata posta la questione preliminare “non ha emesso alcuna decisione di modifica o sospensione della misura cautelare”.

Passi da seguire

La lettera afferma che Puigdemont è stato riconosciuto deputato al Parlamento europeo il 6 gennaio 2020, con l’immunità e altri benefici stabiliti dall’articolo 9 del Codice dell’Unione.

Il 10 gennaio il giudice Laurena, in qualità di istruttore del caso, ha chiesto al Parlamento europeo di sospendere l’immunità della persona.

Durante l’iter parlamentare di questa petizione, lo status del privilegio di cui godeva è stato annunciato all’autorità giudiziaria belga in quanto Puigdemont aveva l’immunità, sospendendo la procedura per l’esecuzione dell’euro order ai sensi dell’articolo 20 della legge.

L’8 marzo 2021, il Parlamento europeo ha sospeso l’immunità di Puigdemont e, dopo aver informato il giudice Laurena della decisione, ha affermato che avrebbe ritirato l’immunità all’autorità di contrasto belga per riprendere la procedura di sospensione per tale motivo.

Dubbi sulla domanda menzionata

Il giudice ha continuato a segnalare che erano stati avviati procedimenti di esecuzione ai sensi dei BED emessi contro Puigdemont, Anthony Komen e Louis Buick a Pechino e il 9 marzo 2021 ha sollevato la questione di un verdetto iniziale. Non pregiudica la detenzione né la validità delle misure cautelari per la sua perquisizione e cattura. Si riferisce all’interpretazione del diritto dell’Unione in alcuni aspetti in cui la cooperazione giudiziaria tra Stati membri può essere negata. “

Presentando la questione del giudizio preliminare dinanzi alla CGUE, il magistrato ha ricordato che l’autorità giudiziaria belga aveva deciso di sospendere e sospendere le procedure di consegna in corso in quel paese e di farlo fino a quando la CGUE non avesse corretto l’interpretazione del diritto sindacale. In questi problemi.

Ha presentato ricorso alla Corte di giustizia europea (TGUE) contro la decisione del Parlamento europeo di revocare la concessione dell’immunità a Puigdemont.

Il giudice ha ricordato che i querelanti erano Carlos Puigdemont, nonché Anthony Komen e Clara Ponsatte. Il Parlamento Europeo è invece perseguito, nonostante intervenga il Regno di Spagna come interlocutore, i suoi interessi sono tutelati dai procuratori di Stato spagnoli, il giudice afferma l’autorità italiana, e i procuratori di Stato sono un organismo non giudiziario il Ministero di Giustizia.

Errore barra di stato

In tale prassi, il 30 luglio 2021, il vicepresidente del TGUE ha emesso un’ordinanza di rigetto della sua richiesta di sospensione cautelare della decisione del Parlamento europeo di revocare la sua immunità. L’immunità attende una fine importante.

Quindi, se il giudice chiede nuovamente al TGUE la sua offerta cautelare, continua che Puigdemont ha un sistema immunitario indebolito se non viene concesso. La possibilità di riconoscere la fattibilità della procedura TGUE.

Aggiunge una dichiarazione ufficiale: “In pratica prima del TGUE, sembra essere stato incluso nella risoluzione, Il menu statale del Regno di Spagna è stato segnalato alla corte Gli OED rilasciati da questo istruttore sono stati sospesi. Come già detto, non è così. La decisione di sospendere una misura cautelare che è amministratore dal 2019 è decisione di questo istruttore e non è mai stata accettata.

Il magistrato ha aggiunto: “Poiché è parte del procedimento penale da seguire davanti alla Corte suprema spagnola, il governo non sarà all’oscuro di questa situazione”. Pertanto, sottolinea che “il pubblico ministero non è mai stato informato della possibile decisione di sospendere gli OED, né il pubblico ministero non è stato incoraggiato a prendere tale decisione”.

“Il Pubblico Ministero ha notificato la possibile decisione di sospendere gli OED”

Secondo Llarena, “quella disinformazione” è stata fornita dal pubblico ministero alla Corte di giustizia europea. Il 30 luglio il TGUE ha omesso di fornire informazioni dall’ufficiale giudiziario incaricato di determinare la sussistenza delle misure cautelari per la delibera. “


Partecipa alla discussione

Partecipazione

Discussione dei lettori: come si risolve il conflitto catalano?

READ  Rabbia gestita dal diplomatico nigeriano in Indonesia