Settembre 22, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

L’avversario Freddy Guevara ha detto che era tempo di cambiare quello che vedeva come un “circolo vizioso” con Chavismo

Foto d’archivio dell’ex parlamentare dell’opposizione venezuelana Freddy Guevara (EFE / RAYNER PEÑA R. / File)

Ex deputato dell’opposizione venezuelana Freddy Guevara, un politico molto vicino a Juan Guaido, ha scelto questo martedì per “entrare in un processo di convivenza” tra le forze politiche che includono il Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) al potere.Fondata dal defunto presidente Hugo Chavez.

“È molto importante dire che dobbiamo passare attraverso un processo La convivenza (…) non è convivenza con strutture dittatoriali, ma convivenza di forze politiche e che, per parte del Paese e delle forze politiche del regime, la volontà popolare non è più un partito fascista e terrorista”Lo ha detto Guevara in conferenza stampa.

Anche l’ex vice Era “assolutamente convinto che fosse giunto il momento di assumere” la necessità di cambiare quello che vedeva come un “circolo vizioso”. Questo porta al fatto che quando uno dei partiti, il regime o l’opposizione, sente il potere, crede che “potrà schiacciare o sloggiare” l’altro.

Freddy Guevara parla durante una manifestazione con il leader dell'opposizione Juan Guaido (Reuters / Leonardo Fernandez Filória)
Freddy Guevara parla durante una manifestazione con il leader dell’opposizione Juan Guaido (Reuters / Leonardo Fernandez Filória)

“Deve finire, abbiamo (abbiamo) anni dentro Una parte si sente potente e crediamo che saremo in grado di schiacciare o spiazzare completamente l’altra, e quando l’altra parte si sente potente, assume e crede anche di poter sostituire o eliminare completamente l’altra., maneggiare.

Per fare questo, ha chiesto di superare ciò che molti avversari credono che sia Il PSUV è una “struttura criminale o contrabbandiere di droga” e può “assumere che sia un partito politico” Deve vivere “dentro la democrazia”.

“Non si tratta di ignorare, non si tratta di ignorare la storia, non si tratta di fare i pazzi e pensare che diventeremo tutti piccoli amici ora, si tratta di Comprendiamo che l’era in cui una parte delle forze politiche può credere di poter rimuovere ed eliminare l’altra è finita‘”, ha sottolineato l’ex legislatore.

immagine del file.  Gerardo Blade, capo della delegazione dell'opposizione venezuelana.  Dag Nylander, rappresentante del governo norvegese e Jorge Rodriguez, presidente dell'Assemblea nazionale del Venezuela, firmano un Memorandum d'intesa nell'ambito del processo di negoziazione e dialogo per superare la crisi economica e sociale che ha colpito il Venezuela, a Città del Messico , 13 agosto 2021 (Reuters/Edgard Garrido)
immagine del file. Gerardo Blade, capo della delegazione dell’opposizione venezuelana. Dag Nylander, rappresentante del governo norvegese e Jorge Rodriguez, presidente dell’Assemblea nazionale del Venezuela, firmano un Memorandum d’intesa nell’ambito del processo di negoziazione e dialogo per superare la crisi economica e sociale che ha colpito il Venezuela, a Città del Messico , 13 agosto 2021 (Reuters/Edgard Garrido)

penso che L'”unico modo per risolvere i problemi” in Venezuela è che tutti coloro che hanno “un certo grado di responsabilità”, tra loro, “capiscano di essere responsabili di questa crisi”., senza eguali colpe”.

READ  L'esercito boliviano ha quasi abbattuto un aereo Evo diretto in Messico, rivela Lopez Obrador

Tra questi, ha caratterizzato Gli avversari che lo considerano dovrebbero “assumere che abbiamo una responsabilità in questo processo” e “anche nella soluzione”.

Scarica “Arroganza”

E parte della soluzione passerà attraverso questo, ha aggiunto Tutti abbandonano “l’orgoglio” e fanno “ogni sforzo per garantire” l’ingresso del Paese in una normale vita democratica (…) In loro, forse, il cambiamento non sarà domani. ”

Presidente del Venezuela, Nicolas Maduro (Presidenza del Venezuela)
Presidente del Venezuela, Nicolas Maduro (Presidenza del Venezuela)

Non sarà veloce come vorremmo ma cosa? Stiamo avviando un processo progressivo (…) verso un Paese dove tutti possiamo vivere in pace e democrazia”, confermato.

Guevara, che era Trattenuto per un mese tra luglio e agosto con l’accusa di entrare a far parte dei ranghi di gruppi paramilitariHa detto che avrebbe cercato di spiegare la sua posizione ai suoi sostenitori e al partito al governo.

“Come leader è stato indicato in molti momenti come uno dei più (…) Anche da lì parlò all’altra parte, a quell’altra parte del paese che noi consideravamo nemica“, ha sottolineato.

Freddy Guevara (Reuters / Leonardo Fernandez Filoria / Foto d'archivio)
Freddy Guevara (Reuters / Leonardo Fernandez Filoria / Foto d’archivio)

Al Partito Socialista Unito, “che oggi nutre grande sfiducia” nei confronti dell’opposizione, Ha detto loro che volevano coinvolgerli nel loro futuro e che non erano “dopo aver cercato la scomparsa di un settore politico”.

Riguardo al dialogo iniziato con il regime di Maduro, ha chiarito Entrambe le parti dovranno arrendersi perché nei negoziati “entrambe le parti perdono ed entrambe le parti vincono”.

“Pensare che nelle trattative otterremo le dimissioni di Maduro e che il sistema domani (…) è sbagliato. Dovremo fare concessioni e sacrifici” maneggiare.

come parte di esso Il processo di cambiamento Ha mostrato la sua “convinzione” della necessità di promuovere una soluzione che includa il dialogo.

READ  David Chavez afferma che Nasri Asfoura vincerà le elezioni con una maggioranza schiacciante

“Le uscite forzate non sono pianificate e dobbiamo ottenere qualcosa che vada oltre, forse, l’affermazione che molti di noi hanno avuto per così tanto tempo, ed è stata Un processo di bancarotta politica o militare che sostituirebbe la leadership del regime‘, ha finito.

(Con informazioni da EFE)

Continuare a leggere: