Ottobre 25, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

L’Indonesia autorizza l’uso del cavo gigante dalla centrale solare in Australia a Singapore

L’Indonesia ha accettato di installare un cavo sottomarino nelle sue acque che collega una delle più grandi centrali solari del mondo, in Australia, a Singapore, hanno annunciato giovedì le autorità.

Il progetto Australia-Asia PowerLink (AAPowerLink) da 30 miliardi di dollari australiani (21,9 miliardi di dollari) è opera di Sun Cable Group e attraverserà l’arcipelago del sud-est asiatico per servire i futuri clienti in Asia.

“Speriamo che questo progetto abbia un impatto duraturo sulla nostra economia attraverso vari programmi. […] Ciò andrà a beneficio dell’industria e delle entrate del governo, ha affermato il ministro per gli affari marittimi e gli investimenti, Luhut Binsar Panjaitan, durante una conferenza stampa online da Jakarta.

Ha confermato che l’Indonesia aveva accettato la pianificazione e aveva concesso il permesso di iniziare gli studi sottomarini prima dell’installazione del cavo.

Il gruppo non prevede di fornire energia solare direttamente all’Indonesia, ma il progetto prevede un impegno di investimento diretto di 1 miliardo di dollari in attrezzature e servizi e circa 1,5 miliardi di dollari in spese operative.

“Siamo lieti di annunciare che questo progetto investirà $ 2,58 miliardi in Indonesia”, ha affermato David Griffin, CEO di Sun Cable.

Il progetto, che dovrebbe entrare in funzione nel 2028, cerca di soddisfare fino al 5% del fabbisogno di elettricità di Singapore e di far sì che la città-stato emetta 6 milioni di tonnellate in meno di gas serra all’anno.

L’elettricità sarà prodotta in uno dei più grandi impianti solari del mondo, ancora in fase di progetto, nei Territori del Nord dell’Australia e passerà attraverso un cavo di circa 4.200 km da Darwin in Australia a Singapore.

READ  Kamala Harris inizia la sua visita in Vietnam: "Dobbiamo trovare il modo di fare pressione su Pechino"