Ottobre 25, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

L’inflazione ha toccato il 6% a settembre, il più alto da aprile – El Financiero

Il Indice nazionale dei prezzi al consumo (INPC) E l’Istituto nazionale di statistica e geografia (ENGI) ha dichiarato, giovedì, di aver raggiunto il livello del 6% a un tasso annuo durante il mese di settembre, che è il livello più alto dall’aprile 2021.

Il inflazione È stato premuto prima Aumento dei prezzi di cibo ed energia.

Secondo Inegi, questo risultato rappresenta a Accelerazione rispetto ad agosto quando ha raggiunto il 5,59 per cento.

In questo modo, l’inflazione aggiunge il suo settimo mese consecutivo al di fuori dell’intervallo obiettivo fissato dalla Banca del Messico (3% +/- 1 punto percentuale).

L’indice dei prezzi core, l’indice che esclude dai suoi calcoli i prodotti con un’elevata volatilità dei prezzi, ha registrato una variazione annua del 4,92 percento, il livello più alto da agosto 2017, quando ha registrato il 5 percento.

dentro Prezzi del servizio Si trovava al 3,43 percento su base annua, praticamente lo stesso del mese precedente, quando aveva raggiunto il 4,43 percento.

L’aumento dei prezzi delle merci è stato del 6,26% su base annua, raggiungendo la variazione più alta dall’agosto 2017 e in quell’occasione si è attestato al 6,51%.

Saldo non primario, che rappresenta prodotti che presentano fluttuazioni di prezzo elevate, come ad esempio prodotti agricoli o carburante, ha registrato un aumento del 9,37 per cento, in accelerazione rispetto ad agosto.

In modo frammentario, il Prezzi dei prodotti agricoli Era presente al 10,41%, mentre i prezzi e le tariffe dell’energia autorizzati dal governo hanno fornito un aumento dell’8,55% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Su base mensile, l’inflazione ha offerto una variazione dello 0,62 per cento nel periodo citato, secondo i dati di Engy.

READ  I problemi di iPhone 13 non finiscono ... Ora aprono un'indagine in Brasile - El Financiero

Quali sono i prodotti più costosi che hanno avuto il maggiore impatto sull’inflazione?

pepe serrano (54,39 per cento); fagiolini (50,29%); pomodoro (32,25%); Gas domestico LP (20,63 percento); carne di maiale (17,45%); Benzina ad alto numero di ottano (16,84%) e gas naturale per uso domestico (15,25%).

I prodotti che hanno ridotto i prezzi, al contrario, sono stati il ​​limone (15,27 per cento) e l’ananas (3,38 per cento).