Menu
Corriere Locride
Taurianova. Il 17 e 18 agosto si terrà l’evento dell’Associazione Mammalucco: "Musica Sottolio" XIII edizione - Il festival più unto d'Italia

Taurianova. Il 17 e 18 agosto …

Una certezza portata a...

Torre Camigliati. Il 18 agosto l'incontro con l'archeologo Francesco Cuteri su: "Il viaggio e l’altrove nei mosaici delle terme ellenistiche di Kaulonia"

Torre Camigliati. Il 18 agosto…

Il 20 settembre del 20...

Lunedì 20 Agosto, l'Associazione Culturale Traiectoriae, presenta il Galà Lirico "Vissi d'arte"

Lunedì 20 Agosto, l'Associazio…

Vissi d'arte... Le ste...

Bovalino. Domenica 19 agosto si terrà l'incontro su Mario La Cava, L'uomo, Lo scrittore. Racconto per immagini, testo e musica a 110 anni dalla nascita e a 30 anni dalla morte

Bovalino. Domenica 19 agosto s…

MARIO LA CAVAL'UOMO, L...

Città metropolitana di Reggio Calabria: Incontro con il Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera Frank Benedetto

Città metropolitana di Reggio …

«Siamo molto preoccupa...

Calcio. A.S.D. Roccella: «Segnali incoraggianti in vista dell’esordio stagionale»

Calcio. A.S.D. Roccella: «Segn…

Utili ed interessanti ...

Roccella Jazz Festival: lunedì 13 agosto il concerto di Deborah J. Carter

Roccella Jazz Festival: lunedì…

ROCCELLA JAZZ FESTIVAL...

Nota del Segretario generale Uil Calabria: «La politica regionale approfitti delle ferie estive per rileggere, senza condizionamenti di appartenenza, i dati Svimez 2018»

Nota del Segretario generale U…

Durante la pausa agost...

Legambiente premia il brigadiere dei Carabinieri forestali Salvatore Salerno per il suo impegno per la tutela della legalità e dell'ambiente

Legambiente premia il brigadie…

Un servitore delle ist...

Prev Next

Lunedì 20 Agosto, l'Associazione Culturale Traiectoriae, presenta il Galà Lirico "Vissi d'arte"

Vissi d'arte... Le stelle del Belcanto a Locri.

Il 20 agosto, alle ore 21.00, presso la Corte comunale, quattro stelle calabresi della lirica nazionale e internazionale interpreteranno le pagine più belle di Tosca, Norma, La bohème e La traviata.

Lunedì 20 Agosto, alle ore 21.00, presso la Corte del Palazzo di Città di Locri, l'Associazione Culturale Traiectoriae, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Locri, nell'ambito del Festival Mediterraneo Sacro e Profano, presenta il Galà Lirico Vissi d'arte. Accompagnate dal tenore brasiliano Max Jota e dall'Ensemble dell'Orchestra del Teatro Cilea diretta dal giovane Alessandro Praticò, i soprani Liliana Marzano, Marily Santoro, Maria Bagalà e Ilenia Morabito interpreteranno le pagine più belle di "Tosca", "Norma", "La bohéme" e "La traviata".  Quattro belle voci di soprano renderanno omaggio alle grandi donne di Bellini, Puccini e Verdi.

Liliana Marzano è un'artista forte di una carriera ormai trentennale che l'ha vista protagonista in grandi opere su importanti palcoscenici nazionali (Teatro Regio di Torino, Teatro Donizetti di Bergamo, Festival dei Due Mondi a Spoleto ma anche alla Sala Nervi affiancando José Carreras e Andrea Bocelli) e internazionali (Francia, Canada). Dopo un periodo dedicato all'insegnamento al Conservatorio Cilea di Reggio Calabria, è tornata nel febbraio scorso a calcare le scene come protagonista assoluta, interpretando  Madama Butterfly al Teatro Cilea ottenendo un consenso di pubblico e di critica assoluto.

Marily Santoro, diplomatasi  a Reggio Calabria con  Liliana Marzano, ha proseguito  nella propria crescita artistica sotto la guida del grande Soprano Raina Kabaivanska, beneficiando della borsa di studio "Fondo Raina Kabaivanska" presso la prestigiosa "New Bulgarian University" di Sofia. Ha al suo attivo importanti debutti in ruoli di titolo come Norma e Turandot presso il Teatro dell'Opera di Sofia grazie al fondo NBU oltre ai  recenti impegni  come Leonora nel Il Trovatore al Verdi di Trieste e  di Monica in Medium di G. Menotti presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena. Tra i prossimi impegni il debutto in Juliette nel Romeo et Juliette di C. Gounod a San Paolo in Brasile e ancora a Modena per il Concerto in Omaggio a Luciano Pavarotti.

Anche Maria Bagalà ha studiato con Liliana Marzano. In pochi anni ha vinto i più prestigiosi concorsi internazionali come il "Belli" di Spoleto, il "Maria Caniglia" di Sulmona, il "Beppe De Tomasi" a Reggo Calabria. Grazie alla sua partecipazione al Concorso Voci Verdiane ha debuttato nel ruolo di Gilda  ne "Il Rigoletto" al Teatro Verdi di Busseto. Successivamente è stata Marcellina ne "Le Nozze di Figaro" al Cilea di Reggio Calabria e Micaela in "Carmen" a Spoleto, Perugia e Todi. Attualmente sta studiando con Mirella Freni nel Corso di alto perfezionamento al Teatro Comunale Pavarotti di Modena.

Ilenia Morabito è la più giovane delle quattro ed è anche lei allieva della Marzano. È stata finalista al Concorso internazionale Beppe De Tomasi di Reggio Calabria ed è di questi giorni la sua apprezzata interpretazione del ruolo di Berta ne "Il Barbiere di Siviglia" presentato a Reggio Calabria.

Le quattro signore, oltre ad esibirsi in arie come "Vissi d'arte, vissi d'amore", "Casta Diva", "Mi chiamano Mimì", duetteranno col tenore Max Jota, un giovane astro della scena internazionale che, dopo aver ottenuto riconoscimenti nei più importanti teatri del Brasile (Rio De Janeiro, San Paolo e Manhaus), nel 2013, ha debuttato in Italia. Da allora ha cantato in diversi teatri in Italia, Germania, Polonia, Francia, Spagna, Romania e Albania. Nello scorso febbraio al Teatro Cilea di Reggio Calabria ha interpretato, con grande successo, il ruolo di Pinkerton a fianco della Marzano nella "Madama Butterfly".

La direzione è affidata ad Alessandro Praticò, un giovane enfant prodige calabrese della musica classica che ha  iniziato a soli quattordici anni di età la propria carriera per proseguire collaborando con grandi maestri come Renzetti, Kortsten, Beltrami, Crescenzi, e cantanti come Nucci, Scandiuzzi, Theodossiu, Grigolo.Dal Settembre 2017, dopo una selezione fra centinaia di candidati da tutto il mondo , è  impegnato all'Operà di Parigi  come "Chef de Chant en résidence". Dal 2016 è assistente del direttore d'orchestra David Crescenzi.

Il concerto sarà presentato e condotto da Annunziato Gentiluomo, PhD in Scienze e Progetto della Comunicazione, giornalista, critico d'opera e direttore della testata on line ArtInMovimento Magazine.

"È un onore presentare quattro soprani di eccelsa qualità in un cornice così bella e raccolta come la Corte del Comune di Locri. Mi auguro che questa serata sia l'inizio di una proficua collaborazione con l'attenta Amministrazione Calabrese e che insieme si possano fare grandi cose", dichiara il direttore artistico del festival Domenico Gatto. 
 

Il biglietto d'ingresso al Galà di 15 € è acquistabile presso il Bar Riviera e l'Agenzia Persofone, o direttamente all'ingresso del Comune di Locri lunedì dalle 19.00.

Leggi tutto

Ospedale di Locri: Management Asp non si presenta all’inconto in Prefettura

Direttore sanitario e company oltre ad essere incapaci non hanno rispetto per le istituzioni.

Il Sindaco di Locri chiede l’avvio della procedura di scioglimento e commissariamento dell’Asp con l’applicazione dell’art. 141 del 267/2000

Il vertice sulle problematiche dell'ospedale di Locri sollecitato dall'Onorevole Sapia, nella qualità di componente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, e convocato dal Prefetto di Reggio Calabria per le ore 10 di oggi, ha registrato un nuovo fastidioso ed irrespettoso atteggiamento da parte del management dell’Ssp di Reggio Calabria: il Direttore Brancati ed il Direttore Sanitario si sono presentati in Prefettura con oltre un'ora di ritardo e con l'incontro ormai già concluso.

Purtroppo tale atteggiamento conferma il senso di irresponsabilità e lo scarso senso delle istituzioni di chi oggi è chiamato a governare l'Azienda Sanitaria di Reggio Calabria.

I Sindaci della Locride, rappresentati dal Sindaco di Locri e dal Sindaco di Benestare – Presidente del comitato dei Sindaci - puntuali all'incontro, si sono confrontati con il rappresentante del Parlamento, accompagnato dal dott. Luigi Scaffidi nella qualità di esperto, e con il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, che con grande sensibilità aveva raccolto l'invito dell'onorevole Sapia e convocato l’incontro odierno alla vigilia di ferragosto e dopo la gravissima vicenda del reparto di Ortopedia.

Il Sindaco di Locri dopo aver esposto la gravità della situazione ed evidenziato la drammaticità degli ultimi avvenimenti, ringraziando l'onorevole Sapia per l'attenzione dedicata, ha sollecitato lo stesso a riferire al Ministro della Salute quanto di grave accade da anni nell'Ospedale di Locri con impressionante e fastidiosa indifferenza della politica nazionale e regionale.

L'onorevole Sapia ha garantito una prossima visita alla struttura ospedaliera al fine di riscontrare personalmente quanto emerso i sede di confronto.

Il Sindaco di Locri ha reiterato al Prefetto di Reggio Calabria, che ricordiamo nei giorni scorsi ha inviato la commissione d’accesso antimafia all’Asp di Reggio Calabria, di valutare l’eventuale procedura di di scioglimento e contestuale commissariamento dell'Azienda Sanitaria – per come avviene per i consigli comunali - in base a quanto disposto dall’art. 141 del testo Unico sugli enti locali che prevede che venga sciolto un ente locale quando si “compiano atti contrari alla Costituzione o per gravi e persistenti violazioni di legge, nonché per gravi motivi di ordine pubblico”.

Nel caso dell’Asp di Reggio Calabria gli atti contrari alla Costituzione, le persistenti violazioni di legge ed i gravi motivi di ordine pubblico sono evidenti ed all’ordine del giorno.

Leggi tutto

Locri. Nota stampa del Sindaco sull'Ospedale: «ricoveri in ortopedia sospesi con atti formali»

Riceviamo e pubblichiamo - «Direttore sanitario e company mentono sapendo di mentire».

Domani al “tavolo” presso la Prefettura di Reggio Calabria verrà formalizzata la richiesta di commissariamento dell’Azienda e dell’Ospedale per i reiterati atti contro la Costituzione e per le persistenti violazioni di legge.

Il Direttore Sanitario Aziendale, dott. Pasquale Mesiti, mente sapendo di mentire e rischia di raggiungere lo stesso livello di menzogne dei suoi amici Brancati e Scura.

 Non è negando l'evidente situazione drammatica dell'ospedale, che in più occasioni abbiamo denunciato, che si risolve il grave e angoscioso problema dell'Ospedale della Locride.

Che il servizio di Ortopedia sia stato interrotto per mancanza di personale ed i pazienti in entrata, compreso il paziente da sottoporre ad intervento già ricoverato siano stati dirottati su Polistena, lo dicono i documenti ufficiali della direzione sanitaria ospedaliera. Pertanto, quanto accaduto è tutto vero e non può essere smentito.

Domani mattina, al Prefetto di Reggio Calabria, che ringraziamo per aver convocato d’urgenza il “Tavolo sulle problematiche dell'Ospedale di Locri”, a seguito del peggioramento della qualità dei servizi erogati ai cittadini, chiederemo formalmente di intercedere presso il Ministro della Salute, On. Giulia Grillo, per il Commissariamento immediato dell'Azienda Sanitaria Provinciale e per la contestuale  rimozione dall'incarico della Direzione Sanitaria Ospedaliera dell’Ospedale di Locri.

Chi quotidianamente, nell’esercizio delle proprie funzioni, compie atti contrari alla Costituzione e porta avanti atti ed azioni gravi e persistenti violazioni di legge che alimentano anche palesi situazioni di ordine pubblico, non può continuare a rimanere al proprio posto mettendo a repentaglio la vita di terzi.

Sono purtroppo numerosi i presunti casi di malasanità denunciati a seguito di morti successive al ricovero presso il nosocomio locrideo e ci sono altri casi che i familiari dei deceduti hanno preferito non denunciare.

Tutto ciò è inaccettabile per la Locride, per l'Italia, per la Comunità europea.

Non esiste alcuna giustificazione ai continui soprusi perpetrati nella gestione dell'azienda sanitaria.

Non è più corretto che siano i cittadini a pagare sulla propria pelle e spesso con la vita i guasti causati da soggetti non adeguati, per come acclarato i questi anni, a gestire la sanità pubblica e l'ospedale di Locri. Presidio ospedaliero praticamente distrutto dalla mala gestione di tali soggetti.

Non si può più continuare così. Non è giusto. Non lo meritiamo.

In attesa del Sanità Day, che abbiamo previsto per il prossimo 29 settembre, continueremo a dare battaglia per difendere, per nome e per conto dei cittadini della Locride, il sacrosanto diritto alla sanità pubblica sancito dall'articolo32 della costituzione italiana che recita testualmente: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

Leggi tutto