Ottobre 16, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

L’ufficio dell’avvocato fa irruzione in Inversiones Mosquea Polanco a Santiago per l’affare Falcon

La Procura, insieme alla Direzione nazionale per il controllo della droga (DNCD), continua oggi le incursioni a Santiago, legate a Caso di lavaggio Falcon e contrabbando di droga.

L’ultima prenotazione è avvenuta in Plaza Estrella, dove opera la società finanziaria Mosquea Polanco Inversiones, situata in Avenida Estrella Sadhalá.

Queste incursioni sono state effettuate in un momento in cui era noto un certo grado di coercizione 23 delle persone coinvolte Nella presunta rete di riciclaggio di denaro nella contea di Santiago, dove il giudice Iris Borges dell’Ufficio di sorveglianza permanente di Santiago ha concesso una pausa fino alle 16:00 di mercoledì.

Richiedi al Ministero della Pubblica 18 mesi di carcere E dichiarare che è complicato. Inoltre, c’è la possibilità che l’udienza venga rinviata per i prossimi giorni per la quarta volta.

L’operazione Falcon include persone appartenenti a una rete che avrebbe riciclato ingenti somme di denaro e “contrabbando centinaia di migliaia di chilogrammi di stupefacenti in Europa, Stati Uniti e Porto Rico” che trasportavano armi di grosso calibro.

Altri raid

Dall’8 settembre il primo raid è stato effettuato in una fattoria di proprietà dell’imputato Jose Alejandro de la Cruz e Juan José Cruz Morales.

Lì hanno sequestrato vari beni, denaro, veicoli e oggetti di lusso in nome di diverse persone legate al caso.

Inoltre, in altri raid condotti contemporaneamente da un altro pubblico ministero, hanno riferito di aver occupato la somma di 2 milioni 989 mila 951 dollaro e uno Pistola Marca Maverick, calibro 12, modello 88, serie MV58363.

Allo stesso modo, in altre incursioni, hanno separato l’occupazione di circa 698 mila e 600 pesos e otto milioni 520 mila e 204 pesos.

READ  Abinader conferma che non accetterà cambiamenti nelle elezioni presidenziali durante il dialogo

Anche il luogo chiamato Severino Car Rental, a Santiago, di proprietà dell’imputato Luis Argeles de Jesus Severino, è stato perquisito, con il pubblico ministero sequestrando 25 auto.

Nella stessa data sono stati effettuati altri raid in cui decine di orologi e capi di abbigliamento, come anelli, bracciali e Guillos, di alto valore per i membri della rete, sono stati sequestrati a marchi come Hublot, Cartier, Roger Dubois, Rolex e Audemars Piguet.