Menu
Corriere Locride
Taurianova. Il 17 e 18 agosto si terrà l’evento dell’Associazione Mammalucco: "Musica Sottolio" XIII edizione - Il festival più unto d'Italia

Taurianova. Il 17 e 18 agosto …

Una certezza portata a...

Torre Camigliati. Il 18 agosto l'incontro con l'archeologo Francesco Cuteri su: "Il viaggio e l’altrove nei mosaici delle terme ellenistiche di Kaulonia"

Torre Camigliati. Il 18 agosto…

Il 20 settembre del 20...

Lunedì 20 Agosto, l'Associazione Culturale Traiectoriae, presenta il Galà Lirico "Vissi d'arte"

Lunedì 20 Agosto, l'Associazio…

Vissi d'arte... Le ste...

Bovalino. Domenica 19 agosto si terrà l'incontro su Mario La Cava, L'uomo, Lo scrittore. Racconto per immagini, testo e musica a 110 anni dalla nascita e a 30 anni dalla morte

Bovalino. Domenica 19 agosto s…

MARIO LA CAVAL'UOMO, L...

Città metropolitana di Reggio Calabria: Incontro con il Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera Frank Benedetto

Città metropolitana di Reggio …

«Siamo molto preoccupa...

Calcio. A.S.D. Roccella: «Segnali incoraggianti in vista dell’esordio stagionale»

Calcio. A.S.D. Roccella: «Segn…

Utili ed interessanti ...

Roccella Jazz Festival: lunedì 13 agosto il concerto di Deborah J. Carter

Roccella Jazz Festival: lunedì…

ROCCELLA JAZZ FESTIVAL...

Nota del Segretario generale Uil Calabria: «La politica regionale approfitti delle ferie estive per rileggere, senza condizionamenti di appartenenza, i dati Svimez 2018»

Nota del Segretario generale U…

Durante la pausa agost...

Legambiente premia il brigadiere dei Carabinieri forestali Salvatore Salerno per il suo impegno per la tutela della legalità e dell'ambiente

Legambiente premia il brigadie…

Un servitore delle ist...

Prev Next

Monasterace. Riapertura della sala dei Draghi e dei Delfini al Museo Archeologico dell'Antica Kaulon

«Riscopriamo "La Sala dei Draghi e dei Delfini"». Dopo il successo della prima apertura straordinaria al pubblico del mosaico pavimentale più grande mai rinvenuto nell'area della Magna Grecia, ritorna l'appuntamento con Draghi, Delfini e Ippocampo. La decisione di questa ulteriore riapertura è la risposta di Angela Acordon, direttore del Polo Museale della Calabria e di Rossella Agostino, direttore del Museo Archeologico dell'Antica Kaulon, alle tante richieste pervenute in questi giorni da parte di molti visitatori desiderosi di vedere con i propri occhi questo grande tesoro archeologico. Nelle giornate del 16-17-18 agosto potrete quindi avventurarvi in un nuovo ed emozionante viaggio tra i mostri marini dell'antica città di Kaulonia. ViviKaulon, cooperativa sociale che gestisce i servizi aggiuntivi del Museo Archeologico dell'Antica Kaulon, organizza per queste giornate visite guidate insieme all'archeologo Francesco Cuteri, scopritore del mosaico e all'archeologo Giuseppe Hyeraci, offrendo ai visitatori la possibilità di scegliere giorno e fascia oraria.  

Leggi tutto

Monasterace. Nei prossimi giorni il Museo Archeologico dell’antica Kaulon accoglierà la Testa della Sfinge della Passoliera

Testa della Sfinge della Passoliera

Museo Archeologico dell’antica Kaulon

c/da Runci SS 106 – Monasterace (Reggio Calabria)

Nei prossimi giorni il Museo Archeologico dell’antica Kaulon accoglierà la Testa della Sfinge della Passoliera, un bellissimo esempio di scultura in terracotta di età arcaica attualmente esposta presso il MArRC di Reggio Calabria e rinvenuta a Kaulonia agli inizi del Novecento.

Infatti nell’ambito dello scambio istituzionale tra Polo Museale della Calabria - Museo Archeologico Nazionale di Kaulonia ed il MArRC che vedrà il mosaico pavimentale del Drago tra i reperti inclusi nel percorso espositivo della mostra “Oikos. La casa in Magna Grecia e Sicilia” che verrà inaugurata presso lo stesso museo, la Testa di Sfinge su espressa richiesta del direttore del Polo e del direttore del Museo ritornerà per la prima volta nel suo luogo di provenienza.

Un reperto che Paolo Orsi rinvenne in fosse di scarico insieme ad elementi architettonici pertinenti ad un santuario extraurbano demolito già in antico, costituito da più edifici databili tra la fine VI e la prima metà V secolo a.C.. Parti di questi elementi architettonici caratterizzati dalla presenza di teste leonine dalla vivace policromia, oggi costituiscono un interessante settore espositivo del museo archeologico di Kaulonia afferente al Polo Museale della Calabria.

La Testa richiesta in prestito, è un bellissimo esempio di scultura in terracotta, policroma – forse, elemento decorativo forse, offerta votiva – databile alla seconda metà del VI secolo a.C. che ha sempre affascinato i visitatori del museo reggino fin dai tempi della sua prima esposizione.

La sua importanza e il legame con il sito della Passoliera già documentato, nell’esposizione museale cauloniate, ad avviso del Polo costituiscono un’opportunità importante per poter ammirare un reperto mai esposto nel territorio in cui fu rinvenuto.

Un’esposizione che sarà supportata nei mesi della durata del prestito da iniziative ed attività collaterali curate dalla direzione del museo.

Il Museo Archeologico dell’antica Kaulon, diretto da Rossella Agostino, è afferente al Polo Museale della Calabria guidato da Angela Acordon.

Leggi tutto

Museo Archeologico dell’antica Kaulon. La dottoressa Angela Acordon garantisce: « "il Drago" ritornerà»

Museo Archeologico dell’antica Kaulon.

c/da Runci SS 106 – Monasterace (Reggio Calabria)

Lettera aperta della dottoressa Angela Acordon, direttore del Polo Museale della Calabria, agli organi di stampa calabresi

In merito a quanto letto sulle cronache degli ultimi giorni, ritengo utile far conoscere il mio pensiero.

Intanto riscontro un improvviso interesse per il Museo archeologico Nazionale di Monasterace: almeno da quando dirigo il Polo Museale della Calabria non era mai accaduto e pertanto mi fanno piacere anche le critiche.

Per chi non riuscisse a immaginarlo, il Museo non è solo ciò che espone, ma è anche un insieme di grane (impianti malfunzionanti da sostituire, manutenzioni del verde e dei servizi, edificio – di proprietà comunale - in certe parti quasi fatiscente e chi ne ha più ne metta).

Al Polo stiamo lavorando da soli per risolvere i problemi e offrire al pubblico uno spazio decente, pulito, senza rischi...

Il Museo, dunque, non è solo il mosaico del Drago.

E seppur ne è il simbolo, il Museo non è solo il Drago anche dal punto di vista dei reperti, che offrono la possibilità di una visita ugualmente elevata. Non ha perciò senso, anche se ne comprendo la logica provocatoria, dire che senza quel mosaico il Museo di Kaulonia può anche essere chiuso.

Se per qualche mese il Drago si sposta entrando a far parte di una mostra che inanella una sequenza di capolavori provenienti dai più importanti Musei archeologici d'Italia, non credo che ciò venga a detrimento del Museo dal quale il Drago proviene, ma penso anzi che esso venga ancor più valorizzato e che venga aumentata la diffusione della sua conoscenza, portando in futuro più persone a cercarlo nel Museo della cittadina di Monasterace.

Sono convinta che questa operazione non darà lustro esclusivo alla mostra organizzata dal Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, ma che ne deriveranno benefici notevoli anche per il Museo di Kaulonia, per una sua immagine più dinamica e vivace.

Tanto più che da oltre un mese il Museo di Reggio Calabria ha accolto la proposta avanzata dal Polo Museale di avere in cambio, per lo stesso periodo, la testa in terracotta proveniente dal tempio della Passoliera e provo particolare orgoglio ad aver saputo leggere nella mente di Francesco Cuteri, che qualche giorno fa, schierandosi contro la partenza del Drago, ha affermato che, se davvero dovesse partire, avrebbe voluto in cambio proprio questo bene.

Uno scambio temporaneo di opere - comunicato alla Direzione Generale Musei, che nulla ha eccepito - che in altra circostanza non ha trovato né intoppi, né critiche. Mi riferisco alla preziosa Laminetta orfica del Museo Archeologico Nazionale di Vibo Valentia, simbolo di quest'ultimo Museo come il mosaico del Drago lo è di quello di Monasterace, partita per un'importante mostra a Paestum e sostituita dalla magnifica e problematica testa bronzea "del Sele". Lo scambio è iniziato a maggio e durerà fino al 7 ottobre (dunque durerà per tutta l'estate).

Caro Sindaco, cari archeologi, cari cittadini di Monasterace, cari amici - protettori veri, ma per cortesia sempre, non solo in questa occasione! - del Museo di Kaulonia, non dovete temere - come avete scritto - che il Drago possa non ritornare: non lo farebbe il Direttore del Museo di Reggio, non lo farei io, ma soprattutto non ce lo permetterebbe la Direzione Generale Musei.

In ogni caso vi offro la mia parola, che per chi mi conosce è più di una garanzia, che questo non accadrà.

Leggi tutto