Ottobre 25, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Nazionale colombiana: Rueda e un messaggio dopo il fallimento di Duvan Zapata

Il Scelta Colombia Hanno pareggiato 0-0 a Montevideo contro una forte squadra uruguaiana che ha giocato ogni pallone come se fosse l’ultimo. La Nazionale ha subito un importante attacco da parte della squadra di “Al-Sharraqa”, Ma sapeva come tenere il punteggio.

Posso vedere: “La cosa migliore è l’ordine e il comportamento”: Reinaldo Rueda ha salvato la Colombia

Sebbene le opzioni fossero poche, ce n’era una che poteva significare una vittoria a favore del “Tricolore”, e questo è accaduto nell’ultima parte della partita: in contropiede, Luis Diaz ha conquistato una posizione di dribbling verso la porta dell’Uruguay, poi un attraversare il Dovan Zapata così questo, Solo contro l’arco, Segna il gol Tuttavia, l’attaccante L’Atalanta era poco conosciuta e il portiere Fernando Muslera ha salvato la palla.

L’artigliere colombiano ha ricevuto molte critiche dopo aver perso l’ovvia opzione di bersaglio, che probabilmente avrebbe significato una vittoria Colombia. per questa ragione, Rinaldo Rueda Ha parlato con la stampa e ha sostenuto il marcatore, perché per lui è normale che ogni giocatore passi per linee diverse.

“Questa è la partita, è una situazione che a volte capita con marcatori come Dauphin. Continua a sostenerlo e a dargli la fiducia di cui ha bisogno per vincere il suo ruolo. Siamo ancora impotenti, sempre consapevoli della necessità in tavola e Per questo scommettiamo sui tre punti”. disse il timoniere.

In secondo luogo, ruota Ha sottolineato che è stata una partita difficile, ma fortunatamente la mentalità ha contribuito a portare il risultato.

Leggi anche: Nazionale colombiana: tre paure lasciate dalla partita dell’Uruguay

“L’avversario ha fatto il suo lavoro e le ha impedito, “Ci sono stati errori da parte nostra e forse ci hanno impedito di prendere i tre punti”, ha aggiunto.

READ  Fernando Tates Jr. batte il record detenuto da Adrián González