Settembre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Nonostante una corsa alta nel referendum verde in Germania, è caduto in disgrazia

I bei vecchi tempi: i membri del partito dei Verdi tedeschi, tra cui la co-presidente Anna Lena Barbach (C) e la candidata locale Katrina Fகckbank (CL), erano ad Amburgo, in Germania, per i primi exit poll, con il 25,5% dei voti per il Verdi alle elezioni della città di Amburgo del 23 febbraio 2020.

Periodo di Sean | Getty Images Notizie | Getty Images

All’inizio di quest’anno, il partito dei Verdi tedesco ha visto un drastico cambiamento nelle valutazioni del referendum, diventando uno dei partiti marginali più longevi del paese e un serio contendente alle prossime elezioni federali di settembre.

A un certo punto, i Verdi hanno preso il comando nelle elezioni elettorali davanti alla coalizione conservatrice al governo guidata dal presidente Angela Merkel, che è composta dall’Unione Cristiano Democratica e dal suo partito gemello bavarese, l’Unione Cristiano Sociale.

Ma con quei giorni cruciali di aprile successivi alla nomina della co-presidente del partito, Annalena Barbach, come candidata alla presidenza, le cose si sono capovolte per il partito in pompa magna intorno alla Bayer. È stato accusato di furto, non ha dichiarato alcun reddito extra e ha alzato il suo profilo.

Da parte sua, c’è Barbach Ammesso di aver commesso degli errori Ma ha negato che ci fosse qualcosa che non andava. Il suo partito e i suoi oppositori hanno affermato che è stata trattata ingiustamente dai media, è stata vittima di molestie sessuali, è stata oggetto di notizie false online e le è stato chiesto dai giornalisti come avrebbe affrontato la maternità e la presidenza. C’erano i Verdi a vincere le elezioni.

Tale opportunità sta ora scomparendo, tuttavia, poiché gli elettori scivolano nel verde del referendum e non sono in grado di ottenere una spinta a seguito delle catastrofiche inondazioni in Germania, causate in gran parte dal cambiamento climatico.

READ  La giustizia in Italia dice "basta" e chiede di conoscere la salute di Silvio Berlusconi

Carsten Nickel, presidente globale di Macro di ING, ha descritto la campagna elettorale tedesca come “un giro sulle montagne russe per tutti i candidati e i partiti”.

“Finora, questi alti e bassi sono stati guidati principalmente dalla popolarità o popolarità dei principali candidati e da errori di guida e non dalla discussione effettiva di contenuti e argomenti. , Potrebbe accadere molto di più in più di un mese “, ha detto alla CNBC martedì.

Pattinare al ballottaggio

Le elezioni devono ancora svolgersi, con il candidato presidenziale del ministro delle finanze tedesco Olaf Scholes che indica un aumento del sostegno al Partito socialdemocratico di centrosinistra. È in grado di competere con i Verdi nel prossimo governo di coalizione.

buco dell’INSA Il quotidiano Built-on Sondak, pubblicato domenica, ha presentato il 27,5% di sostegno alla coalizione CDU-CSU della Merkel e il 18% di sostegno ai socialdemocratici, insieme ai Verdi.

Il Partito Democratico Libero, un partito a favore degli affari, ha continuato con il 13%, mentre il Partito tedesco alternativo di destra si è trovato con il 12% dei voti.

“I sondaggi a sostegno dei Verdi nelle ultime settimane sono crollati da quando hanno raggiunto il picco a maggio. Il principale beneficiario di questo cambiamento è il CDU/CSU”, hanno detto la scorsa settimana gli analisti di UBS.

“Le ragioni di questi cambiamenti di sentimento sono molte, ma la riapertura dell’economia a seguito delle restrizioni del governo 19 potrebbe essere un fattore importante nel sostenere l’attuale partito. Dimostra che possono ancora essere influenzati dagli eventi.

Tuttavia, UBS una coalizione nero-verde (CDU-CSU, Verdi) era il probabile risultato per Armin Lashet come prossimo presidente alle elezioni del 26 settembre. UBS non esclude la possibilità di una “alleanza giamaicana” di CDUS-CSU, l’FDP verde e favorevole alle imprese, o l’alleanza “a semaforo” dei Verdi, FDP e SPD.

Il prossimo presidente?

A Lachet non è stata offerta la possibilità di diventare il prossimo presidente della Germania. Il capo della CDU, e capo di stato del Nord Reno-Westfalia, era in polemica quando ha sorriso alla telecamera mentre visitava la città colpita dall’alluvione a luglio, come è avvenuto.

La tempesta di Twitter è scoppiata sotto l’hashtag #laschetlaught – “Laschetlaughs”, e un sondaggio ha mostrato che le sue azioni sono state viste come negative. Lashet in seguito si è scusato.

L’economista di JB Morgan, Greg Fusey, ha affermato che Barbach e Lashet hanno dovuto affrontare “difficoltà personali” che avrebbero influito sulla loro quota di voti e che il candidato SPD Scholes potrebbe essere un contendente per guidare la Germania.

“I problemi personali affrontati da Lashet e Barbach sono stati un impulso significativo nei recenti sondaggi… Il declino dei Verdi è significativo perché porterà a una coalizione “a semaforo” guidata dal ministro delle finanze Olaf Scholes.

Mentre questo potrebbe funzionare per i Verdi, l’FDP vorrebbe una “alleanza della Giamaica” con la CDU-CSU e i Verdi, ha detto Fuse.

“Il motivo è che i partiti di centrodestra (CDU/CSU e FDP) sono in sovrappeso in questa alleanza, consentendo all’FDP di aumentare le sue politiche.