Menu
In Aspromonte
Platì: i bambini e il cibo, i comportamenti corretti in famiglia e a scuola, la qualità della ristorazione scolastica

Platì: i bambini e il cibo, i …

Nella giornata del 27 ...

Locri. "Invasioni digitali", al Parco archeologico arriva l'Urban game più social della storia

Locri. "Invasioni digital…

Gli invasori si ritrov...

Coldiretti: pericolo di una piattaforma per il trattamento rifiuti si aggira nel cuore del distretto agroalimentare della sibaritide

Coldiretti: pericolo di una pi…

Molinaro: chiede al Pr...

Platì. L’Associazione San Domenico ONLUS di Reggio ha avviato la distribuzione degli aiuti alimentari del fondo europeo

Platì. L’Associazione San Dome…

L’Associazione San Dom...

Coldiretti. Da domani, 19 aprile, va in porto una battaglia storica: l’obbligo di indicare in etichetta l’origine del latte

Coldiretti. Da domani, 19 apri…

Molinaro: l’importante...

La riflessione. Gli agnelli di Montecitorio “arrivano” da … Crotone

La riflessione. Gli agnelli di…

Abbiamo appena visto i...

Calabria Greca. Scì Melu e i cowboy aspromontani

Calabria Greca. Scì Melu e i c…

Le falde aspromontane&...

"Pasquetta Sociale sulla neve" di Gente in Aspromonte: escursione dai Piani Tabaccari fino a Montalto

"Pasquetta Sociale sulla …

ASSOCIAZIONE ESCURSION...

Wwf. Il cinghiale della discordia

Wwf. Il cinghiale della discor…

Ma come? Ogni anno gli...

Prev Next

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106": la consigliera comunale di Villapiana abbandona il Pd in segno di protesta

  •   Redazione
“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106": la consigliera comunale di Villapiana abbandona il Pd in segno di protesta

La consigliera comunale di Villapiana abbandona il Partito Democratico in segno di protesta le donne vittime della s.s.106 onorate dal gesto di Felicia. L’associazione ricorda le donne vittime o ferite della s.s.106 in calabria, le donne che hanno perso un figlio sulla “strada della morte” e ringrazia la consigliera comunale di villapiana per il gesto forte che ha intrapreso.

In questo giorno di festa che istituzionalizza la rivendicazione necessaria e continua dei diritti delle donne l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” intende legare idealmente delle mimose ad ogni tratto di guardrail che ricorda una donna vittima della famigerata e tristemente nota “strada della morte”.

Nel ricordo ancora fresco e vivo dei tanti sorrisi delle donne vittime della S.S.106 auspichiamo con forza che la cultura, la politica, l’informazione di questo Paese e della nostra Regione possano ritornare a trovare il tempo ed il coraggio necessario per affrontare e risolvere i problemi legati alla S.S.106 perché siamo convinti che una strada è un diritto per ogni donna.

L’Associazione, in questo giorno, abbraccia idealmente ogni donna che ha riportato ferite permanenti a causa di un sinistro sulla S.S.106 ed un pensiero speciale, invece, vuole rivolgerlo a tutte quelle donne che hanno perso un figlio sull’asfalto della famigerata e tristemente nota “strada della morte”.

Oggi, apprendiamo dai quotidiani che Felicia Favale, Consigliere Comunale di Minoranza a Villapiana, ha inteso comunicare, dopo una riflettuta e combattuta decisione, di abbandonare il partito democratico rinunciando alla tessera. La molla che ha scatenato la sua decisione è stata il ritiro dal CIPE del progetto del 3° megalotto della S.S.106 in Calabria che il governo ha fatto attraverso il Ministero alle Infrastrutture ed ai Trasporti.

“Mi sento in dovere di dire BASTA a questo teatrino politico e di non abbassare la testa come ex esponente di partito e consigliere comunale, ma soprattutto come cittadina calabrese che sostiene la battaglia dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” ha dichiarato Felicia.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” non dimentica che Felicia Favale ha perso anni fa, a seguito di un tragico incidente stradale, i suoi genitori e nell’augurarle una buona Festa delle Donne coglie l’occasione per ringraziarla per questo gesto che onora la memoria di tutte le vittime, le donne soprattutto, della S.S.106 in Calabria.

8 Marzo 2017

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106"