Menu
In Aspromonte
Roma. Registi, fotografi studenti e una preside, lunedì 25, al corso "Web writing e Social media - Le basi della comunicazione 3.0"

Roma. Registi, fotografi stude…

Sono​ ​12​ ​le​ ​dom...

Domenica 24 settembre l'escursione di “Gente in Aspromonte” sul Monte Mammicomito e Pietra Perciata (Placanica - Pazzano)

Domenica 24 settembre l'escurs…

Associazione escursi...

Giornate Europee del patrimonio: il Parco Nazionale della Sila protagonista su Rai Radio3  16, 17, 23, 24 settembre ore 14 e 30

Giornate Europee del patrimoni…

In occasione delle Gio...

Taurianova. Il sindaco Fabio Scionti e l’Assessore Raffaella Ferraro hanno inaugurato l’anno scolastico 2017/2018

Taurianova. Il sindaco Fabio S…

Il sindaco Fabio Scion...

Galatro. Palio della gastronomia: vince la Pro loco di Africo

Galatro. Palio della gastronom…

Con uno dei piatti più...

Maltempo: WWF, subito una sessione parlamentare su caos climatico

Maltempo: WWF, subito una sess…

Il WWF chiede al Parla...

Il 12 Settembre alle ore 14 andrà in onda su Rai Radio3, il programma radiofonico dedicato al linguista tedesco Gerhard Rohlfs

Il 12 Settembre alle ore 14 an…

Il 12 Settembre ...

Calcio, Serie D. La Palmese inizia alla grande: sbancata la Sicilia, colpaccio a San Cataldo (2 a 1)

Calcio, Serie D. La Palmese in…

di Sigfrido Parrello-&...

La nostra storia. Staiti: Giuseppe Maria Martelli il notaio liberale

La nostra storia. Staiti: Gius…

di Fortunato Stelitano...

Carcere di Mamone, ultima tappa sarda della CarovanaXlaGiustizia

Carcere di Mamone, ultima tapp…

La Carovana per la Giu...

Prev Next

Il bando, bandito…

  •   Bruno Salvatore Lucisano
Il bando, bandito…

di Bruno Salvatore Lucisano - (A tutti i poeti dialettali, a quanti credono di esserlo e lo sono, a quanti credono di esserlo e non lo sono e mai lo saranno).

Il bando non è, come può sembrare a primo acchito, un ballerino spagnolo né un bandito del vecchio west ma, trattasi di concorso di poesia o narrativa breve, lunga e/o…complicata.

Bene, c’è d’apprezzare quanti con sacrifici personali e trascuranza di moglie e figli si mettono ad organizzare questi concorsi, ma poi le regole devono essere regole, le condizioni, condizioni ed i premi, premi.

È chiaro che non vi dirò mai del concorso in questione, perché c’è gente che comunque s’impegna e lavora per la riuscita di questi “bandi” (meglio non tradurre il termine in dialetto) ma voglio capire, assieme a voi, che vi rompete le meningi a leggermi, alcune cose. E veniamo al dunque.

Bando: sezione “A” racconti, sezione “B” poesia dialettale calabrese, sezione “C” scuola Istituti superiori. Fin qui, niente di male.

Tasse d’iscrizione al concorso 15 euro sez. A e B, sono esclusi dalla tassa, dico io ovviamente, gli alunni degli Istituti scolastici.

Primi premi, e qui viene il bello: Sezione A (racconti) euro 500, sezione B (poesia dialettale) Trofeo, sezione C (scuola) 200 euro.

Ora io, sarei tentato di fare un lungo elenco dei premi che ho vinto, ma non lo faccio! Però, una cosa la voglio dire che è questa: Perché un poeta dialettale, dovrebbe partecipare a questo “bando” (lero), quando lo scrittore (di un racconto) viene premiato con 500 euro ed il poeta (di una poesia dialettale) viene premiato con una targa che magari costa 10 euro, meno di quanto ha speso per iscriversi al premio? E perché deve pagare la tassa d’iscrizione che serve a pagare il premio per i racconti e quello per gli studenti? Se non ci sono soldi per il premio alla poesia dialettale, non si devono pretendere soldi per l’iscrizione! Mi pare ovvio.

Senza volerlo e sono sicuro della buona fede, ma state commettendo un errore gravissimo. E siccome siete persone che vi occupate di cultura, non serve spiegare il perché!

Non faccio il nome del concorso, non tanto per arrecare danno ma perché rischierei di fare pubblicità ad un “Premio” che, con tutta onestà non lo merita o, almeno, non merita la partecipazione di alcun poeta dialettale che tale si ritenga. Ma perché mai, un poeta dialettale dovrebbe partecipare a questo premio?

E non vi dico di andare a cacare perché mi son ripromesso di non dire più parolacce, né dare consigli gratuiti!

Però di occuparvi di altro, questo sì, ve lo dico con tutto il cuore.

 


  • fb iconLog in with Facebook