Menu
In Aspromonte
Nota stampa di Maria Carmela Lanzetta in risposta al Presidente del Parco Aspromonte Bombino

Nota stampa di Maria Carmela L…

«La mia candidatura al...

Reggio. Sabato 17 febbraio il Segretario Generale del Partito Comunista, Marco Rizzo, presenta i candidati del territorio

Reggio. Sabato 17 febbraio il …

Riceviamo e pubblichia...

Nota stampa di Francesco Toscano, candidato capolista della Lista del Popolo nel collegio plurinominale Calabria 2

Nota stampa di Francesco Tosca…

Per liberare il sud da...

WWF al fianco dei Carabinieri forestali in Calabria

WWF al fianco dei Carabinieri …

"Apprendiamo in queste...

La nostra storia. Il tempo dei mascherati

La nostra storia. Il tempo dei…

A dispetto delle duris...

Brancaleone. Straordinario successo della giornata nazionale del dialetto organizzata dalla Pro - Loco

Brancaleone. Straordinario suc…

Straordinario successo...

Reggio. Sabato 13 gennaio si terrà la presentazione del Programma Escursionistico 2018 di “Gente in Aspromonte”

Reggio. Sabato 13 gennaio si t…

"Siamo pronti ai senti...

Bioshopper, WWF: necessario porre un argine all'invasione della plastica

Bioshopper, WWF: necessario po…

NEI MARI DEL PIANETA “...

Presepe Vivente: a San Roberto (RC) rivive la Betlemme di duemila anni fa

Presepe Vivente: a San Roberto…

Il Presepe Vivente com...

Bagaladi (R.C.). Il 28 dicembre l'inaugurazione per la fine dei restauri del gruppo marmoreo dell’Annunciazione di Antonello Gagini nella Chiesa di San Teodoro Martire

Bagaladi (R.C.). Il 28 dicembr…

Dopo cinque mesi di re...

Prev Next

La riflessione. Eccellenza, Polsi è un rito, è un credo, è una speranza…

  •   Bruno Salvatore Lucisano
Nella foto di Giancarlo Parisi il Cristo Redentore di Montalto Nella foto di Giancarlo Parisi il Cristo Redentore di Montalto

di Bruno Salvatore Lucisano - “Qui, pezzi di chiesa, a braccetto con la ndranghita”, questo è quanto ha affermato il vescovo di Locri, nell’ultimo incontro a Polsi col ministro dell’interno Minniti.

Ora io, al solito, riflettendo sui “pezzi” ho subito pensato ai candelabri, escludendoli in partenza. Saranno forse i banchi o le statue nella chiesa della Madonna della Montagna o, sarà stata la Madonna stessa?

Che vuol dire, Eccellenza, pezzi di chiesa? Per pezzi intendeva preti? E dica preti, invece di pezzi, è più semplice, la gente capisce meglio.

Un vescovo quando si rivolge ai fedeli deve dirle le cose, non deve lasciarle intendere.

Lei, per completare l’opera, aggiunge: “E la società civile non è stata attenta!”.

Ma cosa c’entrano le riunioni di ndranghita a Polsi, con la società civile? Cosa c’entrano, con le ndrine, le migliaia e migliaia di persone che, nel corso degli anni, hanno battuto quelle strade, a piedi o in macchina o, addirittura in ginocchio?

Nella leggenda della Montagna si narra di riunioni di ndrine svoltesi ogni anno, da quasi cent’anni, a Polsi. Eppure tolta qualche rara occasione, o qualche filmato degli ultimi anni, non mi pare che a Polsi siano stati arrestati chissà quali ndranghitisti. E, nella retata degli anni settanta passata alla storia, alla fine, sembra siano stati più i raccoglitori di funghi che gli ndranghitisti. Sono stati assolti tutti, e quasi tutti i “boss”, morti di vecchiaia.

Più passano gli anni e, di quel luogo sacro, si parla più di ndranghita e sempre meno della Madonna. Si parla più di ndranghitisti, che di giovani e vecchi, donne e uomini che vanno a chiedere grazie.

Eccellenza, ci stanno fregando (scusi il termine) prima o poi ci faranno chiudere e, la cattiva figura sarà principalmente vostra, nostra e di tutti i credenti, di tutti quelli che sognano in qualcosa. A quel punto, vinceranno i “pezzi” di chiesa, come li chiama Lei, vinceranno gli ndranghitisti, e saranno sconfitti i credenti, i fedeli e soprattutto sarà annientata, la speranza di una preghiera. Certo, saranno sconfitti anche gli ndranghitisti che dovranno trovare poi, un altro luogo, tranquillo, dove riunirsi. Un luogo come Polsi, dove si arriva facendo gli stessi chilometri, dalla Ionica, dalla Piana, da Reggio, e dove c’è tanta, tanta, tanta brava gente.

Le passerelle come i guai, non finiscono mai.

Amen


  • fb iconLog in with Facebook