Menu
In Aspromonte
Sant’Alessio in Aspromonte (RC). Sabato 26 si terrà l'incontro: "La Calabria incontra il Kurdistan: storie di integrazione tra i popoli”

Sant’Alessio in Aspromonte (RC…

Si svolgerà sabato 26 ...

Escursioni. Domenica 27 maggio “Gente in Aspromonte” sarà sul Crinale di Afreni (San Luca)

Escursioni. Domenica 27 maggio…

Domenica 27 maggio Il...

Escursioni: Tra i vicoli di Scilla a Spasso nel Mito

Escursioni: Tra i vicoli di Sc…

Si è svolto domenica 1...

Ambiente. Vanzago, aquila salvata grazie al WWF

Ambiente. Vanzago, aquila salv…

Per difendere le speci...

Escursioni. Domenica 13 maggio “Gente in Aspromonte” andrà sui crinali tra Zervò e il Picco del Diavolo

Escursioni. Domenica 13 maggio…

Associazione escursion...

Venerdì 11 maggio a Canolo l’inaugurazione della prima fattoria didattica nel Parco dell’Aspromonte

Venerdì 11 maggio a Canolo l’i…

Nasce la prima Fattori...

Tutto pronto per il I° Slalom automobilistico “Città di San Roberto”: una bellissima domenica di sport lungo le strade dell’Aspromonte

Tutto pronto per il I° Slalom …

Cresce l’attesa, si co...

CaiReggio. Domenica 15 aprile 2018 escursione sul Monte Pinticudi

CaiReggio. Domenica 15 aprile …

Un escursione molto im...

Reggio. Mercoledì 4 aprile alla "botteguccia di PietraKappa" si parlerà della dimensione urbana della "Reggio medievale"

Reggio. Mercoledì 4 aprile all…

Qual era la dimensione...

Prev Next

Vele, veline e barconi

  •   Bruno Salvatore Lucisano
Vele, veline e barconi

Le vele che girano per il web sono quelle del 2016, quelle del 2017, non sono ancora note. Però, si ha l’ufficialità dei comprensori premiati con le fatidiche cinque vele. E anche dei comuni con cinque vele.

E mentre sui giornali si vedono vele di qua e vele di là, tranne che nel nostro mare, sarà bene vedere questa classifica che tutti potete trovare sul sito di Legambiente.

Ecco i quindici comprensori marini, degni delle cinque vele (nessuno è calabrese):

1) Litorale di Chia (a sud della Sardegna)

2) Maremma Toscana

3) Baronia di Posada e Parco di Tepilora (in provincia di Nuoro).

Seguono: il Litorale di Baunei (sulla costa orientale sarda), L’Alto Salento Adriatico), la Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari (sempre in Puglia), la Costa d’Argento e Isola del Giglio la Planargia (ovvero il litorale del comune di Bosa), l’isola di Ustica (in Sicilia), la Gallura e PN Arcipelago La Maddalena (vasto comprensorio nella Sardegna nord orientale) il Sud Cilento (in Campania) l’Isola di Salina (nell’arcipelago delle Eolie). Ed ancora la Costa di Maratea e il Golfo di Policastro, le Cinque Terre (in Liguria), il litorale Nord Trapanese. Tutto qua!

Queste sono le vele che navigano, questi sono i politici e gli amministratori che amano il territorio, queste sono vele non canotti.

Questa è la classifica dei comprensori perché, in Calabria, qualche comune, come Roccella le cinque vele ce le ha e le mantiene, con soddisfazione della popolazione, di chi l’amministra e di chi l’ha amministrata da anni. A Locri, a Siderno, c’è la merda di sempre e a Bovalino è addirittura vietata la balneazione.

Ecco, questo è. Finitela di prendere la gente in giro riempendovi la bocca di vele quando, fino a qualche giorno fa e tutt’ora scorre implacabile ed inesausta la fogna a mare!

Ma quali vele, qui manco barche a remi ne abbiamo più!

Fatevi il bagno e usate la lingua per salvagente.

Chiudo con una domanda che è questa: Ma in Sardegna, la gente, non…mangia?

Qui da noi navigano solo chiacchiere e fasce tricolori fino a quando non arriva…Minniti!

Buon bagno a tutti.

*Sapete se una nave Ong è mai arrivata in uno di questi porti o conoscono solo la rotta per Reggio Calabria?

Se non fosse che non funzionano bene le fogne, vi manderei tutti a cacare!


  • fb iconLog in with Facebook