Settembre 21, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Papa Francesco ha subito un intervento chirurgico e ha lasciato l’ospedale

Rispondendo alle domande dei giornalisti, il portavoce vaticano Matteo Bruni ha affermato che il papa era stato espulso dopo le 10:30 ora locale (16:30 e ET).

Prima di rientrare in Vaticano, il Papa si è recato nella Basilica di Santa Maria Maggiore – dove la Vergine Maria Salas Populi si è scusata con tutti i malati, soprattutto quelli che ha incontrato durante la sua permanenza in ospedale, esprimendo la sua gratitudine per il successo della il suo intervento chirurgico.

Poco prima di mezzogiorno, è tornato a Gaza Santa Marta.

Domenica, l’84enne ha condotto la sua preghiera settimanale degli angeli dall’ospedale, apparendo in pubblico per la prima volta dall’intervento chirurgico di una settimana fa.

“Sono contento di avere qui l’incontro domenicale di Angeles, anche dal policlinico Jemelie”, ha detto Pope all’epoca, parlando dal balcone dell’ospedale.

“In questi giorni di ricovero, ho sperimentato ancora una volta quanto sia importante un buon sistema sanitario accessibile a tutti, come lo è in Italia e in altri Paesi. Un sistema sanitario gratuito dove tutti hanno accesso al servizio gratuito è gratuito”, ha affermato. .

La procedura eseguita dal Papa 10 giorni fa era “un intervento chirurgico programmato per diverticolite stenotica sintomatica”, si legge in una nota dell’Ufficio per le comunicazioni della Santa Sede.

La diverticolite è un’infiammazione che si verifica quando le persone creano piccole sacche nelle pareti del colon.

I sacchi o le borse sono chiamati diverticoli. Di solito è asintomatico, ma può causare nausea e, in alcuni casi, sanguinamento.

Secondo il National Institutes of Health degli Stati Uniti, questa è una condizione comune che colpisce più della metà degli adulti negli Stati Uniti ed è più comune dell’età della popolazione.

READ  L'Italia vince UEFA Euro 2020, battendo l'Inghilterra 3-2 ai calci di rigore