Ottobre 16, 2021

Corriere Locride

Trova le ultime notizie dal mondo da ogni angolo del mondo su Paper Project

Poco prima del suo omicidio, Joshua ha chiesto di prendersi cura del suo animale domestico “Estrellita”.

Sabato, poche ore prima di essere ucciso, il ragazzo ha inviato un messaggio vocale alla persona che gli ha affidato la cura del suo pappagallo.

Joshua amava il suo animale domestico, Estrellita, un pappagallo che sembra non aver mai raggiunto l’età adulta. Aveva anche due uccellini.

Hanno presentato questi animali ai loro vicini più fidati di cui prendersi cura; I due uccellini ne hanno lasciato uno, appeso lunedì pomeriggio mentre aspettavano nel Parco Cantonale, che i corpi di Joshua, Yeni e Medardo fossero rimossi.

Nel frattempo, Estrellita viene consegnata a un’altra vicina che ricorda con amarezza l’ultima lettera del ragazzo che le chiedeva di prendersi cura del pappagallo.

Vedi: a Santa Rosa mancano Joshua, Yeni e Medardo, la famiglia che è stata assassinata

L’uomo che ha dato il pappagallo soffoca le sue parole quando parla. “Questo piccolo pappagallo ha la sua storia… Era la loro storia e hanno lasciato che me ne occupassi”, dice, guardando dove Estrelita è accovacciata.

La famiglia Tejada aveva questo pappagallo come animale domestico. “Prenditi cura della piccola stella” è stato uno degli ultimi messaggi che Joshua ha inviato sabato. Il pappagallo è ora nel negozio ed è ancora silenzioso, e probabilmente ti sentirai abbandonato dalla famiglia Tejada. Foto EDH/Minley Cortez

Poi commenta che quello che è successo ai suoi vicini è triste. Ha fatto una pausa e ha ammesso che Giosuè le ha inviato un messaggio vocale sabato, lo stesso giorno in cui hanno lasciato il cantone.

Il messaggio del bambino è chiaro. “Tonito… prenditi cura della stellina per me”, si sentì dire.

tristezza infantile

Lunedì pomeriggio, diversi bambini del Cantone di Santa Rosa hanno pianto la morte di un amico con cui si divertivano a giocare a calcio o in bicicletta nel loro piccolo parco comunale.

Yeni Dupont Peña, Medardo Enrique Tejada Portillo e Joshua, loro figlio,
Sono stati trovati morti domenica scorsa. Foto per gentile concessione

Più e più volte alcuni hanno guardato i loro telefoni, le foto di Joshua, alcuni video e hanno ricordato quanto fosse felice il ragazzo che correva per il piccolo parco e le strade intorno.

READ  Sette sono rimasti feriti in uno scontro tra militari e presunti narcotrafficanti a Gracias a Dios

Un ragazzo che sosteneva di essere un migliore amico ricorda che un venerdì pomeriggio, Joshua gli disse, come addio, “Domani andrò negli Stati Uniti… non so se tornerò”.

Vedi: Hanno trovato i corpi di due uomini e due donne a La Libertad

Joshua aveva 8 anni e frequentava la seconda elementare della scuola pubblica cantonale, un luogo i cui residenti lo descrivono come tranquillo, nonostante il comune di cui fa parte (Nueva Concepcion) abbia una cattiva reputazione per essere un alto tasso di criminalità a causa fonti della polizia hanno riferito che le bande esistono nella maggior parte del loro territorio.

Poche informazioni sulla strage

A metà della mattinata di domenica, la Polizia Civile Nazionale ha scritto sul suo account Twitter: “Siamo spiacenti di segnalare che sono stati trovati 4 corpi a Caserío El Tigre, La Libertad. Sono due uomini e due donne. Le nostre squadre stanno controllando la scena. Ci espanderemo presto”.

Ma la promessa di ampliare le informazioni sul massacro c’era solo perché non riportavano altre informazioni.

Nel pomeriggio di domenica alcuni cittadini hanno criticato il presidente della Repubblica, Neb Bokel, che su Twitter stava twittando sullo sviluppo della partita di calcio tra El Salvador e Costa Rica, ma non ha commentato la strage delle quattro persone. .

Contenuti più correlati:

A Santa Rosa, sentono la mancanza della famiglia che ha ucciso Joshua, Jenny e Medardo

‘Prenditi cura di Estrellita’: l’ultimo messaggio di Joshua, il bambino assassinato con i genitori a La Libertad